SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Strade e autostrade

STRADE E AUTOSTRADE / Itinerario Civitavecchia-Orte-Ravenna-Venezia / Nodo di Perugia - Infrastrutture ferroviarie e di viabilità / Nodo stradale di Perugia

SCHEDA N. 72

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPE o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/12/2020

Localizzazione
Cup
  • F12C05000080001
SISTEMA INFRASTRUTTURALE

Strade e autostrade

Soggetto titolare

ANAS SpA

Descrizione

L’opera “Nodo stradale di Perugia” si articola in due tratti: - Madonna del Piano-Corciano, - Madonna del Piano-Collestrada L’analisi di dettaglio del percorso attuativo è stata condotta in modo distinto per ciascuno di essi, in quanto soggetti a due distinte procedure di affidamento e realizzazione lavori: per il tratto Madonna del Piano-Corciano si prevede l’affidamento a contraente generale, mentre il tratto Madonna del Piano-Collestrada è incluso nella proposta di finanza di progetto relativa alla realizzazione del Corridoio di Viabilità Autostradale dorsale Civitavecchia-Orte-Mestre Tratta E45-E55 Orte-Mestre. Il “Nodo di Perugia” si configura come un semianello di circonvallazione, di circa 23 Km, sul lato meridionale ed occidentale dell’area perugina, e raccorda 4 arterie stradali: la E45 Orte-Ravenna, il raccordo autostradale Perugia-Bettolle, la Perugia-Ancona e la Perugia-Foligno-Flaminia. E’ costituito, sul lato meridionale, dalla variante alla E45 tra la località Madonna del Piano, nei pressi dello svincolo di Montebello, e lo svincolo di Collestrada, per uno sviluppo complessivo di circa 7 km, e, sul lato occidentale, dalla variante al raccordo autostradale Perugia-Bettolle dallo svincolo di Corciano fino a Madonna del Piano sulla E45, per uno sviluppo complessivo di circa 15,2 km. Il tratto Madonna del Piano-Corciano, si caratterizza come strada extraurbana principale appartenente alla cat. B e il progetto prevede la realizzazione di 3 svincoli e delle seguenti opere accessorie: strada urbana di scorrimento di cat. B che collega il nuovo svincolo di Perugia ovest-Settevalli con il Polo Unico Ospedaliero “Silvestrini” ed una vasta area industriale e commerciale; strada extraurbana secondaria di cat. C1 per il collegamento della S.S. 220 “Pievaiola” allo svincolo di Perugia ovest-Settevalli.Il tratto Madonna del Piano-Collestrada si caratterizza come strada extraurbana appartenente alla categoria A e il progetto prevede la realizzazione di 2 svincoli, all’inizio e alla fine della variante, due viadotti e una galleria naturale, nonché la realizzazione, quale opera complementare, di un collegamento tra la località Ferriera e la zona industriale di Ponte San Giovanni con nuovo ponte sul fiume Tevere.

Delibere CIPE e/o ordinanze attuative

120/2005
150/2006
156/2006

Dati storici

2001
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 121 tra i “sistemi stradali e autostradali“.
2002
L’intervento è compreso nella Intesa generale quadro tra Governo e Regione Umbria del 24 ottobre.
2003
In data 12 marzo viene pubblicato l’avvio del procedimento di richiesta di compatibilità.
Il progetto dell’intervento è approvato dall’ANAS in data 17 aprile.
Il progetto preliminare viene trasmesso, corredato dal SIA, dall’ANAS al MIT, alla Regione e alle altre Amministrazioni competenti nonché agli enti gestori delle interferenze.
2004
La Regione Umbria esprime parere favorevole sul progetto, formulando prescrizioni di carattere ambientale ed urbanistico-territoriale cui il soggetto aggiudicatore dovrà attenersi nella fase di progetto definitivo.
Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole con prescrizioni sul progetto in generale, con parere negativo sul solo tratto di viabilità secondaria di collegamento tra il previsto svincolo per l’ospedale Silvestrini e la zona a sud di Castel del Piano.
2005
Il Ministero dell’ambiente esprime parere favorevole con prescrizioni sul progetto, per il quale nella fase istruttoria aveva richiesto alcune integrazioni e varianti .
Il CIPE, con delibera n.72, formula parere favorevole sul CdP 2003-2005 tra MIT e ANAS, nel quale è inserito l'intervento “Nodo di Perugia – varianti alla S.G.C. E 45 nel tratto Madonna del Piano-Collestrada ed al raccordo autostradale Perugia-Bettolle nel tratto Madonna del Piano-Corciano” con un costo di 732,4 Meuro.
Il CIPE, con delibera n. 120, approva, con prescrizioni e raccomandazioni, il progetto preliminare del “Nodo di Perugia-varianti alla S.G.C. E 45 nel tratto Madonna del Piano-Collestrada ed al raccordo autostradale Perugia-Bettolle nel tratto Madonna del Piano-Corciano”. La delibera è stata in seguito ritirata, in base ai rilievi formulati dalla Corte dei conti in ordine all’istruttoria relativa alla tratta Madonna del Piano-Collestrada.
2006
Il Nodo di perugina è incluso nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
Il MIT trasmette al CIPE la relazione istruttoria sul progetto preliminare del “Nodo stradale di Perugia- tratto Madonna del Piano-Corciano”, proponendone l’approvazione con prescrizioni, raccomandazioni , con lo stralcio dell’opera complementare di allacciamento tra il previsto svincolo per l’ospedale Silvestrini e la zona a sud di Castel del Piano.
Il MIT integra la relazione istruttoria e fa presente che le opere accessorie, a seguito dello stralcio del collegamento tra il previsto svincolo per l’ospedale Silvestrini e la zona a sud di Castel del Piano, comprendono la sola “Variante Pievaiola”. Le forme di finanziamento dell'intervento sono individuabili nel CdP ANAS e nelle risorse destinate all’attuazione della legge obiettivo.
Il CIPE, con delibera n.150, prende atto che l’importo complessivo dell’intero intervento “Nodo di Perugia”, in origine pari a 511 Meuro, è stato rideterminato a seguito delle integrazioni e variazioni richieste dal Ministero dell’ambiente in 732,4 Meuro e approva, con prescrizioni e raccomandazioni, il progetto preliminare del tratto Corciano-Madonna del Piano dell’importo complessivo pari a 510,8 Meuro di cui 24 per la “Variante Pievaiola” (opera accessoria).
Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole, con prescrizioni, sul progetto come integrato dalla Regione Umbria e da questa trasmesso in data 20 gennaio 2004.
Il MIT, nella seduta preliminare del 13 dicembre, consegna al CIPE la relazione istruttoria con la quale propone l’approvazione, con prescrizioni e raccomandazioni, del progetto preliminare del "nodo stradale di Perugia-tratto Madonna del Piano-Collestrada”.
Il MIT trasmette al CIPE, tra l’altro, la versione aggiornata della relazione istruttoria sul "nodo stradale di Perugia – tratto Madonna del Piano-Collestrada”.
Il CIPE, con delibera n. 156, approva, con le prescrizioni e le raccomandazioni del MIT, il progetto preliminare del "nodo di Perugia-tratto Madonna del Piano-Collestrada” nella stesura modificata a seguito delle prescrizioni formulate dal Ministero dell’ambiente e con lo stralcio dell’”opera complementare di collegamento tra la località Ferriera e la zona industriale di Ponte S.Giovanni con nuovo ponte sul fiume Tevere”, dell’importo complessivo di 196,6 Meuro. Per l’individuazione della copertura finanziaria dell’intero "nodo di Perugia” invece rimanda in sede di esame del progetto definitivo.
2007
Il CIPE, con delibera n. 65, approva il Piano degli investimenti ANAS 2007-2011, nel quale è inclusa. l’opera.
2008
Il 1° agosto viene sottoscritto il 2° atto aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro Governo-Regione Umbria con cui le parti decidono, tra l’altro, di ribadire l’inserimento nel PIS, della realizzazione del Nodo stradale di Perugia tra Collestrada e Corciano (inserito, senza finanziamento, nel PIS e nel DPEF 2009-2013) e di considerare prioritaria la realizzazione del lotto Madonna del Piano-Corciano del costo di 630 Meuro (eventualmente da aggiornare alla luce della revisione progettuale), da reperire nel prossimo triennio tra i fondi legge obiettivo.
2009
L’ANAS, in data 25 febbraio, approva il progetto definitivo della variante del raccordo autostradale Perugia-Bettolle, la parte occidentale del semianello, della lunghezza complessiva di 15 Km, che si estende dallo svincolo di Corciano fino a Madonna del Piano, inclusa la bretella per il collegamento del Polo Unico ospedaliero “Silvestrini” di Perugia, dell’importo complessivo di circa 948 Meuro.
L’opera è inclusa nella delibera CIPEn.10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.
Il progetto definitivo del tratto Madonna del Piano-Corciano viene trasmesso in data 15 maggio dall’ANAS al MIT per l’attivazione delle procedure approvative.
Il MIT convoca la CdS per il tratto Madonna del Piano-Corciano, che si conclude ad agosto 2009.
2010
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera "Nodo stradale di Perugia", articolata in 3 interventi (tratto Madonna del Piano/Collestrada/Ellera, tratto Madonna del Piano/Corciano I° e II° stralcio) è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento 2010”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”. Inoltre, il tratto Madonna del Piano/Corciano I° stralcio è riportato nella tabella “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013”, mentre il tratto Madonna del Piano/Collestrada/Ellera ed il II° stralcio del tratto Madonna del Piano/Corciano sono riportati nelle tabelle “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2” e “4: Opere di valenza regionale realizzabili entro il 2013”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
Aprile 2011

Nell’Allegato Infrastrutture al DFP 2012-2014 l’opera "Nodo stradale di Perugia", articolata in 3 interventi (tratto Madonna del Piano/Collestrada/Ellera, tratto Madonna del Piano/Corciano I° e II° stralcio) è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”. Inoltre, il tratto Madonna del Piano/Corciano I° stralcio è riportato nella tabella “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013”, mentre il tratto Madonna del Piano/Collestrada/Ellera ed il II° stralcio del tratto Madonna del Piano/Corciano sono riportati nelle tabelle “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2” e “4: Opere di valenza regionale realizzabili entro il 2013”.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, per il tratto Madonna del Piano-Corciano risulta completata la progettazione definitiva redatta a cura della Regione Umbria, che l'ha poi trasmessa ad ANAS in qualità di soggetto attuatore. Per il tratto Madonna del Piano-Collestrada, trattandosi di intervento da realizzarsi mediante finanza di progetto, risulta completata e approvata dal CIPE la progettazione preliminare redatta dal promotore dell'intervento SILEC Spa.


Dicembre 2011

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è riportata nelle stesse tabelle di aprile.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


Settembre 2012

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera, suddivisa in due parti, è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 2, Opere in fase di progettazione del PIS.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


Dicembre 2012

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


Giugno 2013

L'opera, articolata in due lotti, è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 2 - Le opere in progettazione del deliberato CIPE.


Ottobre 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo, intera opera articolata in due lotti; 1B - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in istruttoria, intera opera articolata in due lotti.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio. 


Giugno 2014

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-5 Opere comprehensive  (Asse viario Cesena-Orte compreso il nodo di Perugia); A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche, articolata in 2 interventi (M. del Piano-Corciano e M.del Piano-Collestrada).
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


Dicembre 2014

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla nota di aggiornamento al DEF 2013.
L’opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche, articolata in 2 interventi (M. del Piano-Corciano e M.del Piano-Collestrada); Tabella 0.1 Il programmatico: le opere in progettazione.


Ottobre 2019

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2019, non risulta in corso alcuna attività e l’opera non è compresa nella programmazione aziendale.


COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
Costo al 21 dicembre 2001
335,697
- Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione al 30 aprile 2004
511,000
- Fonte: ANAS Spa
Previsione al 30 aprile 2005
732,430
- Fonte: Corte dei Conti
Costo al 06 aprile 2006
732,430
- Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione al 30 aprile 2007
732,430
- Fonte: Delibera CIPE 156/2006
Costo al 30 giugno 2008
896,540
- Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione al 30 aprile 2009
1.093,118
- Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione al 30 aprile 2010
1.090,950
- Fonte: ANAS Spa
Costo ad aprile 2011
1.092,950
- Fonte: DEF 2011
Previsione al 30 aprile 2011
1.092,950
- Fonte: DEF 2011
Costo al 30 giugno 2011
1.092,950
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione al 31 dicembre 2011
1.092,950
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Costo al 01 giugno 2012
1.092,940
- Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione al 30 giugno 2012
1.092,950
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione al 30 settembre 2012
1.092,950
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Costo al 01 dicembre 2012
1.092,940
- Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Previsione al 30 giugno 2013
1.092,950
- Fonte: DEF 2013 (aprile 2013) e ANAS Spa
Costo al 01 settembre 2013
1.092,940
- Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione al 31 ottobre 2013
1.092,950
- Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013) e ANAS Spa
Costo al 01 aprile 2014
1.092,940
- Fonte: DEF 2014
Previsione al 30 giugno 2014
1.092,950
- Fonte: DEF 2014 e ANAS Spa
Costo agosto 2014
1.092,940
- Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo al 01 settembre 2014
1.092,940
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 dicembre 2014
1.092,950
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014) e ANAS Spa
Previsione al 31 marzo 2016
1.092,950
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014) e ANAS Spa
Previsione al 31 dicembre 2016
1.092,950
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014) e ANAS Spa
Previsione 31 maggio 2017
1.092,950
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014) e ANAS Spa
Previsione al 31 maggio 2018
1.092,950
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014) e ANAS Spa
Previsione al 31 ottobre 2019
0,000
- Fonte:
Previsione al 31 dicembre 2020
0,000
- Fonte:
QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
Risorse disponibili al 31 dicembre 2020
0,000

Fondi Privati
0,000
Fonte:

Fabbisogno residuo al 31 dicembre 2020
0,000

Nodo stradale di Perugia - Tratto Madonna del Piano-Corciano
STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione definitiva
Conferenza servizi
Conclusa
Note
L'importo dei lavori si riferisce all'intero investimento , e comprende oltre ai lavori gli oneri di sicurezza, gli oneri per affidamento a Contraente Generale, le somme a disposizione,gli oneri di investimento La progettazione è stata redatta a cura della Regione Umbria, che l'ha poi trasmessa ad ANAS in qualità di soggetto attuatore. Aggiornamento al 19 giugno 2018: il Progetto Definitivo a seguito di carenza finanziaria non ha visto avanzamenti (in CdS presso il CIPE/MIT). Aggiornamento al 31 GENNAIO 2021: non risulta in corso alcuna attività e l’opera non è compresa nella programmazione aziendale.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione definitiva Esterno 947.949.794,40 Sintagma s.r.l.
I stralcio
STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione definitiva
Conferenza servizi
Non disponibile
Note
Progettazione definitiva in corso (70%). Importo complessivo dell'investimento 607.103.000,00 euro di cui 402.918.000,00 euro per lavori.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione definitiva 402.918.000,00
II stralcio
STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione definitiva
Conferenza servizi
Non disponibile
Note
Progettazione definitiva in corso (70%). Importo complessivo dell'investimento 498.925.000,00 euro di cui 356.808.000,00 euro per lavori.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione definitiva 356.808.000,00
E45: Nodo di Perugia - Tratto Madonna del Piano-Collestrada (Nodo Stradale di Perugia varianti alla S.G.C. E/45 e al raccordo autostradale Perugia A1: tratto Madonna del Piano/Collestrada/Ellera)
STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione preliminare
Conferenza servizi
Non disponibile
Note
Trattandosi di intervento da realizzarsi mediante finanza di progetto il soggetto aggiudicatore della progettazione è il promotore dell'intervento e l'importo indicato è quello relativo alla predisposizione della proposta. L'importo dei lavori è comprensivo di € 7.500.000 per oneri di sicurezza
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione preliminare Esterno 190.250.000,00 3.700.000,00 3.700.000,00 SILEC S.p.A. 31/03/2003 26/03/2009
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Umbria del 24 ottobre 2002
Delibera Regione Umbria n. 1723 del 10 novembre 2004
CdP ANAS 2003-2005 del mese di maggio 2005
Delibera CIPE 72/2005 del 27 maggio 2005
Delibera CIPE 120/2005 del 3 agosto 2005
Delibera CIPE 150/2006 del 17 novembre 2006
Delibera CIPE 156/2006 del 22 dicembre 2006
CdP ANAS 2007-2011 del mese di luglio 2007