SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Strade e autostrade

STRADE E AUTOSTRADE / Ripristino e messa in sicurezza delle infrastrutture, con particolare attenzione per quelle a rischio sismico / Autostrade A24 e A25 adeguamento sismico viadotti, adeguamento gallerie e interventi adeguamento infrastruttura

SCHEDA N. 243

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPESS o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/05/2022

Localizzazione
Cup
  • J39J20001310001
SISTEMA INFRASTRUTTURALE

Strade e autostrade

Soggetto titolare

Commissario straordinario per la sicurezza antisismica e il ripristino della funzionalità delle Autostrade A24 e A25

Descrizione

Le autostrade A24 e A25 rappresentano i principali collegamenti stradali che attraversano il Centro Italia da Roma a Pescara, un territorio particolarmente vulnerabile, specie nella parte appenninica, per le attività sismiche. Le opere a servizio delle autostrade A24 e A25 presentano criticità statiche significative, a causa della sismicità dell'area, ma anche dell'usura e del deterioramento nel tempo, nonché, per alcuni tratti, di progettazioni e realizzazioni avvenute su territori non segnalati come sismici nella programmazione del tempo. Sono quindi necessari investimenti significativi per il miglioramento e la messa in sicurezza di tali strutture. L’intervento rientra nel programma prioritario di interventi per il ripristino e la messa in sicurezza delle infrastrutture a rischio sismico ed è inserito nel PNRR - Missione 3, Componente 1 Sicurezza Stradale 4.0 implementazione di un sistema di monitoraggio dinamico per il controllo da remoto di ponti, viadotti e tunnel (A24-A25) ed è finanziato, per la parte effettuata con il contributo pubblico, con le risorse del PNC. I principali investimenti sono finalizzati: al controllo di 170 opere d’arte e implementazione prototipo nazionale “smart road”; a interventi strutturali su 36 ponti e viadotti complessivi; all’adeguamento e all’ efficientamento energetico del traforo del Gran Sasso. Gli interventi saranno attuati per fasi funzionali secondo livelli di priorità che garantiscano la completa sicurezza delle infrastrutture autostradali.

Delibere CIPESS e/o ordinanze attuative

1/2021
2/2021
3/2021

Dati storici

2018

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2018, capitolo IV. Lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo IV. 3 Strade e autostrade, tabella programmi prioritari invarianti – modalità: strade e autostrade, è riportato l’intervento “Autostrade A24 e A25 adeguamento sismico viadotti, adeguamento gallerie e interventi adeguamento infrastruttura” identificato dal codice 3.1.


2019

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2019, “capitolo III. Appendice: lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo III. 3 Strade e autostrade, figura 0.4 programmi prioritari – Modalità: strade e autostrade”, sono riportati i costi, le risorse disponibili e il fabbisogno residuo articolati per programma. Per il programma “Ripristino e messa in sicurezza delle infrastrutture a rischio sismico” tra i quali rientra l’intervento “Autostrade A24 e A25 adeguamento sismico viadotti, adeguamento gallerie e interventi adeguamento infrastruttura”, si rileva un costo complessivo di 11.256,42 milioni, un ammontare di risorse disponibili di 4.514,90 milioni di euro e un fabbisogno residuo di 6.741,52 milioni di euro.


2020

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2020 - denominato “#italiaveloce - L’Italia resiliente progetta il futuro: nuove strategie per trasporti, logistica e infrastrutture” - Capitolo V. Il sistema integrato dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture: interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, paragrafo V.3 Le strade e le autostrade, tabella V.3.1: elenco programmi prioritari,  è inserito l’intervento “3 Ripristino e messa in sicurezza delle infrastrutture, con particolare attenzione per quelle a rischio sismico - Sicurezza delle infrastrutture, con particolare attenzione per quelle a rischio sismico Autostrade A24 e A25 adeguamento sismico viadotti, adeguamento gallerie e interventi adeguamento infrastruttura”, con un costo di 3.140,00 milioni di euro, un ammontare di risorse disponibili di 1.990,90 milioni di euro e un fabbisogno residuo di 1.149,10 milioni di euro.
L’articolo 206, comma 1, del DL 34/2020, convertito con modificazioni dall’art. 1 della Legge 17 luglio 2020 n.77, al fine di accelerare gli interventi urgenti per “la messa in sicurezza antisismica ed ripristino della funzionalità delle autostrade A24 e A25 a seguito degli eventi sismici del 2009, 2016 e 2017 ed il necessario coordinamento dei lavori di adeguamento alla normativa tecnica nazionale ed europea”, prevede la nomina di apposito Commissario Straordinario per l’espletamento delle attività di programmazione, progettazione, affidamento ed esecuzione dei necessari interventi, da attuare per fasi funzionali secondo livelli di priorità per la sicurezza antisismica.
Con DPCM del 24 settembre 2020 l’Ing. Maurizio Gentile è nominato Commissario Straordinario per l’espletamento delle attività di programmazione, progettazione, affidamento ed esecuzione dei necessari interventi, da attuare per fasi funzionali secondo livelli di priorità per la sicurezza antisismica, delle Autostrade A24 e A25.


Maggio 2022

Il Regolamento (UE) 2021/241 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 febbraio 2021 istituisce il dispositivo per la ripresa e la resilienza.
Il PNRR dell'Italia, trasmesso il 30 aprile 2021 dal Governo alla Commissione europea, è approvato definitivamente con Decisione del Consiglio ECOFIN del 13 luglio 2021. Il Piano si inserisce all’interno del programma Next Generation EU (NGEU), il pacchetto da 750 miliardi di euro concordato dall’Unione Europea in risposta alla crisi pandemica. Il Piano italiano prevede investimenti pari a 191,5 miliardi di euro. Ulteriori 30,6 miliardi sono parte di un Fondo complementare, finanziato attraverso lo scostamento pluriennale di bilancio approvato nel Consiglio dei ministri del 15 aprile 2021. Il totale degli investimenti previsti è pertanto di 222,1 miliardi di euro.
Il DL 59/2021, convertito dalla legge n. 101 del 2021, istituisce il Fondo complementare al PNRR,  finalizzato ad integrare, con risorse nazionali, gli interventi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), con una dotazione complessiva di 30,6 miliardi di euro per gli anni dal 2021 al 2026, ripartendolo tra i Ministeri competenti. Ai sensi dell’articolo 1, comma  2,  lettera c, sono assegnati 9.760 milioni di euro al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili dei quali 1.000 milioni di euro al programma “Strade sicure - Messa in sicurezza e implementazione  di  un sistema di monitoraggio dinamico per il controllo da remoto di ponti, viadotti e tunnel (A24-A25)”.
Con DM MEF del 15 luglio 2021, adottato ai sensi del comma 7 dell’articolo 1 del DL 59/2021, sono individuati per ciascun intervento o programma gli obiettivi iniziali, intermedi e finali determinati in relazione al cronoprogramma finanziario e coerenti con gli impegni assunti nel PNRR con la Commissione europea sull'incremento della capacità di spesa collegata all'attuazione degli interventi del Piano nazionale per gli investimenti complementari.
Con DM MEF del 6 agosto 2021 sono assegnate le risorse del PNRR in favore di ciascuna Amministrazione titolare degli interventi e definiti i traguardi e gli obiettivi che concorrono alla presentazione delle richieste di rimborso semestrale alla Commissione europea.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2021 - denominato “Dieci anni per trasformare l’Italia – Strategie per infrastrutture, mobilità e logistica sostenibili e resilienti – Per il benessere delle persone e la competitività delle imprese, nel rispetto dell’ambiente” - Appendice: dettaglio degli interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, parte A.2 Le strade e le autostrade, Tabella A.2.1. Programmi prioritari strade ed autostrade è inserito l’intervento “3 Ripristino e messa in sicurezza delle infrastrutture, con particolare attenzione per quelle a rischio sismico - Autostrade A24 e A25 monitoraggio tecnologico, adeguamento sismico viadotti, adeguamento gallerie e interventi adeguamento infrastruttura e smart road” (Concessione Strada dei Parchi S.p.A. (Commissario Straordinario) PNRR), con un costo di 3.190,00 milioni di euro, con una copertura finanziaria di 2.990,90 milioni di euro e un fabbisogno di 199,10 milioni di euro.
Il Commissario straordinario, con Ordinanza n. 1  del 27 settembre 2021, dispone di stipulare con Italferr una Convenzione per contrattualizzare l’affidamento delle seguenti attività preliminari: a) sviluppo delle attività progettuali propedeutiche alla redazione del Progetto di fattibilità tecnica ed economica, ed in particolare delle attività di verifica dei dati di base e del progetto di prefattibilità redatto dal Concessionario “Strada dei Parchi” (datato Febbraio 2021) e di studio delle alternative (Tratta Roma – Pescara), come dettagliato nell’Allegata Offerta Tecnico Economica; b) supporto al Commissario per il Coordinamento Tecnico e Gestionale nei rapporti con il Concessionario Autostradale funzionale allo sviluppo delle attività propedeutiche di cui sopra.
Il Commissario straordinario, con Ordinanza n. 2  del 27 settembre 2021, dispone di affidare a Italferr il mandato di pubblicare, in nome e per conto del Commissario straordinario, entro il 30 settembre 2021, l’avviso di preinformazione ai sensi e per gli effetti dell’art. 48 della Direttiva 2014/24/UE  relativamente all’appalto per la progettazione, implementazione e realizzazione di un Sistema di “Monitoraggio Dinamico” per il controllo da remoto di ponti, viadotti, tunnel ed opere geotecniche di sostegno; di Sistemi Tecnologici “Smart Road” e di una “Stazione Centro Di Controllo” di elaborazione, gestione e monitoraggio dei dati per le Autostrade A24 e A2. Il valore stimato dell’appalto è di 200.000.000 euro e la data prevista di pubblicazione del bando è il 31 dicembre 2021.
Il Commissario straordinario, con Ordinanza n. 3  del 30 settembre 2021, approva il programma generale degli interventi relativi all’utilizzo delle somme stanziate sul Piano Nazionale per gli investimenti complementari per la messa in sicurezza e implementazione di un sistema di monitoraggio dinamico per il controllo da remoto di ponti, viadotti e tunnel delle autostrade A24 – A25.
In data 27 dicembre 2021 il Commissario straordinario pubblica sulla Gazzetta europea S251 il bando di gara per l’affidamento dell’Accordo Quadro avente ad oggetto la progettazione esecutiva e la realizzazione ed implementazione dell’infrastruttura tecnologica per Smart Road e Monitoraggio Dinamico sulle Autostrade A24-A25 del valore complessivo di 230.129.150,00 euro.
Con DPCM 23 aprile 2022 l’avvocato dello Stato, Marco Corsini, è nominato Commissario straordinario per la sicurezza antisismica e il ripristino della funzionalità delle Autostrade A24 e A25. Il Commissario Corsini succede all'ing. Maurizio Gentile dimissionario dal 31 dicembre 2021.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2022 - denominato “Dieci anni per trasformare l’Italia – Strategie per infrastrutture, mobilità e logistica sostenibili e resilienti – Per il benessere delle persone e la competitività delle imprese, nel rispetto dell’ambiente” – capitolo III. Gli interventi e i programmi prioritari per lo sviluppo del paese, punto 3 Le strade e le autostrade, Tabella III.3.1. Programmi prioritari strade ed autostrade è inserito l’intervento “3 Ripristino e messa in sicurezza delle infrastrutture, con particolare attenzione per quelle a rischio sismico - Autostrade A24 e A25 monitoraggio tecnologico, adeguamento sismico viadotti, adeguamento gallerie e interventi adeguamento infrastruttura e smart road (S.A. Commissario Straordinario - Concessione Strada dei Parchi S.p.A.), con un costo di 3.990,90 milioni di euro interamente finanziato.
Il Consiglio dei Ministri, in data 7 luglio 2022, in seguito all’informativa sulla gestione del rapporto concessorio dell’Autostrada A24/A25 presentata dal Ministro delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili, approva il decreto-legge che dà efficacia immediata alla risoluzione della convenzione del 18 novembre 2009, sottoscritta tra ANAS SpA e Strada dei Parchi SpA, disposta con decreto direttoriale approvato con decreto del Mims e del Ministero dell’Economia e delle Finanze. Nel comunicato del Mims si riporta che tale "provvedimento tiene conto degli esiti della procedura per grave inadempimento, attivata a dicembre 2021 dalla Direzione generale del Mims, in considerazione delle molteplici criticità riscontrate nella gestione dell’autostrada, compreso l’inadeguato stato di manutenzione. Il decreto-legge dispone l’immediato subentro di ANAS SpA nella gestione dell’autostrada che, per assicurare la continuità dell’esercizio autostradale, potrà avvalersi di tutte le risorse umane e strumentali attualmente impiegate, tra cui il personale di esazione, quello impiegato direttamente nelle attività operative e le attrezzature, automezzi e macchinari necessari ad assicurare il servizio. È inoltre previsto che l’Agenzia nazionale per la sicurezza delle ferrovie e delle infrastrutture stradali e autostradali (ANSFISA) avvii un piano di ispezioni per verificare le condizioni sicurezza dell’intera infrastruttura autostradale. Per gli utenti è esclusa ogni ulteriore variazione delle tariffe, che rimangono invariate per il futuro rispetto a quelle del 2017. Il decreto-legge contempla, inoltre, misure per la regolazione dei rapporti con il concessionario decaduto in relazione all’indennizzo spettante in base alla normativa vigente, fatto salvo il diritto al di risarcimento dei danni a favore del Mims".


COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
Costo al 30 aprile 2019
5.140,000
- Fonte: DEF 2019
Previsione al 31 ottobre 2019
5.140,000
- Fonte: DEF 2019
Costo al 06 luglio 2020
3.140,000
- Fonte: DEF 2020
Previsione al 31 dicembre 2020
3.140,000
- Fonte: DEF 2020
Costo al 29 luglio 2021
3.190,000
- Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2021
Costo al 20 maggio 2022
3.990,900
- Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2022
Previsione al 31 maggio 2022
3.990,900
- Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2022
QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
Risorse disponibili al 31 maggio 2022
3.990,900

Fondi privati
2.990,900
Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2022
Fondo complementare al PNRR
1.000,000
Fonte: MIMS

Fabbisogno residuo al 31 maggio 2022
0,000

NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
DL 34/2020 del 19 maggio 2020
DPCM del 24 settembre 2020
Regolamento (UE) 2021/241 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 febbraio 2021
DL 59/2021 del 6 maggio 2021
Decisione del Consiglio ECOFIN del 13 luglio 2021
DM MEF del 15 luglio 2021
DM MEF del 6 agosto 2021
Commissario straordinario - Ordinanza n. 2 del 27 settembre 2021
Commissario straordinario - Ordinanza n. 1 del 27 settembre 2021
Commissario straordinario - Ordinanza n. 3 del 30 settembre 2021
DPCM del 23 aprile 2022