SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Strade e autostrade

STRADE E AUTOSTRADE / Strada Statale 16 Adriatica / Ammodernamento SS 16 - Tratta marchigiana / SS 16 - Variante di Ancona - Ampliamento a 4 corsie Falconara-Baraccola - 1° Lotto, tratto Falconara-Torrette (svincoli inclusi) - Discesa al Porto di Ancona / Nuovo collegamento tra la SS 16 e il Porto di Ancona (AN255)

SCHEDA N. 128

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPESS o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/05/2022

Localizzazione
Cup
  • F37H17002370001
SISTEMA INFRASTRUTTURALE

Strade e autostrade

Soggetto titolare

ANAS SpA

Descrizione

Il nuovo progetto prevede un collegamento viario di circa 3 km suddiviso in due tratti. Il primo si estende per 2 km dallo svincolo di Torrette sulla SS 16 fino all’area costiera, attraversando un versante collinare che rende necessaria anche la realizzazione di due tratti in galleria. Il secondo, lungo circa 1 km, si sviluppa lungo la costa e prevede l’adeguamento della Via Flaminia e il relativo collegamento con l’accesso al Porto. Il progetto precedente, relativo ad una proposta di finanza di progetto, prevedeva la realizzazione di un collegamento viario a 4 corsie tra il Porto di Ancona e l’autostrada A14, nonché la connessione alla variante alla strada statale 16. Il tracciato, dello sviluppo complessivo di 10,7 km, prevede: un asse principale, che si sviluppa dal Porto all’autostrada A14; una bretella di collegamento, che connette l’asse principale alla Statale 16; quattro svincoli (Porto di Ancona, Barcaglione, Ancona Ovest, Madonna del Carmine). È prevista anche la realizzazione di diverse opere d’arte: due gallerie, la Galleria Palombella, di 1.078 metri e la Galleria Ghettarello, di 3.085 metri, e tre viadotti principali, il Viadotto Enrico Mattei, di 803 metri, il Viadotto Barcaglione, di 403 metri, e il Viadotto del Carmine, di 397 metri.

Delibere CIPESS e/o ordinanze attuative

34/2010
9/2011

Dati storici

2001
L’opera è prevista dal Piano Generale dei Trasporti e della Logistica approvato nel gennaio del 2001.
L’intervento è incluso anche nella delibera CIPE n. 121 nell’ambito degli Hub portuali.
2002
L’intervento è compreso nell’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Marche del 24 ottobre.
2003
L’opera è inserita nel Piano Decennale della viabilità ANAS 2003-2012.
2005
L’ANAS approva il progetto preliminare il 14 marzo, mentre nel 2006 è approvato dalla Regione Marche.
2006
L’ANAS, il 20 febbraio, delibera l'inclusione del progetto nel Master Plan delle opere da realizzare mediante l'istituto della Finanza di Progetto.
Il Ministero dell’Ambiente esprime parere favorevole con prescrizioni .
L’intervento incluso nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
Nel Rapporto "Infrastrutture Prioritarie". Il MIT sottolinea che “il relativo finanziamento è da reperire e la realizzazione dell’opera potrebbe inserirsi nell’ambito dei lavori di costruzione della terza corsia della A14, ove si riconosca esserne un’opera complementare, prevedendo così l’utilizzazione di capitale privato”.
L’ANAS conferma l’inclusione dell’opera nell’elenco di quelle da realizzare con la Finanza di Progetto.
2007
L’ANAS, soggetto attuatore, pubblica un avviso indicativo con il quale rende noto che risulta inserita nel proprio quadro programmatorio la realizzazione del collegamento stradale tra il porto di Ancona e la grande viabilità, mediante ricorso alla finanza di progetto e invita i soggetti a presentare proposte.
Il 16 novembre scade il termine ultimo per la presentazione delle proposte.
2008
Il 23 aprile viene individuato quale promotore della realizzazione e gestione del collegamento tra il Porto di Ancona e la grande viabilità costituita dall'Autostrada A14 e dalla Strada Statale 16 "Adriatica" l'associazione di imprese guidata da Impregilo, leader e mandataria con una quota del 47%, e formata inoltre da Astaldi (24%), Pizzarotti (18%) e Itinera (11%).
2009
Il 6 marzo viene sottoscritto l’Atto aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro Regione Marche in cui l’opera è inserita con un costo di 472 Meuro da finanziare in project financing.
La Regione Marche, con la delibera del 3 agosto 2009, recepisce le osservazioni pervenute dal territorio, e chiede la costituzione del Collegio tecnico per giungere a un'intesa progettuale condivisa e coerente con le problematiche sollevate dai vari soggetti interessati alla realizzazione del nuovo collegamento.
Con D.P.C.M. del 5 agosto l’Ing.Gaudenzi viene nominato Commissario straordinario per la viabilità di accesso al Porto di Ancona.
La Giunta regionale recepisce le conclusioni raggiunte in sede di Collegio tecnico, istituito presso il MIT: per effetto dell'accordo, il verbale (del 22 ottobre) e le tavole del progetto concludono il procedimento attivato dall'ANAS e consentono il raggiungimento dell'intesa tra lo Stato e la Regione.
2010

Il CIPE, con delibera n. 34 del 13 maggio, valuta favorevolmente la proposta del promotore e approva il progetto preliminare del collegamento viario tra il porto di Ancona e la grande viabilità, interamente in project financing.
L'11 agosto ANAS pubblica il bando di gara per l’affidamento in concessione, ai sensi dell’art. 155, comma 1, lett. a), del D.Lgs.163/06, delle attività di progettazione, realizzazione e gestione del collegamento stradale del Porto di Ancona con l’autostrada A14 e la SS16. La gara è volta all’individuazione dei soggetti presentatori delle due migliori offerte che saranno invitati alla procedura negoziata da svolgere con il promotore, già individuato da ANAS nell’aprile 2008 nell’ATI composta da Impregilo, Astaldi, Pizzarotti & C. e Itinera. Il promotore ha il diritto di prelazione in base al quale potrà adeguare la sua proposta alla migliore offerta della procedura negoziata. L'importo complessivo della concessione è pari a 697,7 Meuro, IVA esclusa, determinato dal costo di investimento pari a 479,8 Meuro, IVA esclusa, (di cui 366,1 per lavori, comprensivi di oneri di sicurezza pari a 12,7) e dai costi annui operativi di esercizio, per l’intera durata della concessione, pari a 217,9 Meuro, IVA esclusa, a partire dalla data di ultimazione di tutti gli interventi. Alla scadenza del 30 settembre sono state presentate sei domande di prequalifica, tutte ammesse alla fase successiva della procedura.
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera "Ancona - Collegamento viario tra il porto di Ancona e la grande viabilità" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.


Aprile 2011

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera "Ancona - Collegamento viario tra il porto di Ancona e la grande viabilità" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011” ; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ” ;“5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.
Il CIPE, con delibera n. 9 del 5 maggio, esprime il parere sulla convenzione per la progettazione, la realizzazione e la gestione del collegamento viario tra il Porto di Ancona, l’autostrada A14 e la S.S.16.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risulta in corso la gara per l'affidamento della concessione di lavori pubblici con lo strumento della finanza di progetto (ex art. 153 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.).


Dicembre 2011

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è inserita nelle stesse tabelle di aprile.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


Settembre 2012

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 2, Opere in fase di progettazione del PIS; Documento due "due diligence".
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


Dicembre 2012

Il 1° ottobre 2012 le attività di vigilanza sull'esecuzione dei lavori di costruzione delle opere date in concessione e di controllo della gestione delle autostrade, che erano in capo ad Anas, e il personale dell'Ispettorato di Vigilanza Concessioni Autostradali dell'Anas, sono stati trasferiti al Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti, in base all'art. 36 del D.L. n. 98/2011, convertito in L. n. 111/2011 e s.m.i., e dell'art. 11, comma 5, D.L. n. 216/2011, convertito in L. n. 14/2012 e s.m.i. Viene quindi istituita la "Struttura di vigilanza sulle concessioni autostradali" con decreto del MIT n. 341 del 1° ottobre 2012.
Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


Giugno 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 2 - Le opere in progettazione del deliberato CIPE.


Ottobre 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabella 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, si rileva che in data  12/09/2013 la SVCA, Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali subentrata ad ANAS Spa dal 01/10/2012 (il passaggio formale delle consegne è avvenuto in data 3 dicembre 2012), ha proceduto all’aggiudicazione definitiva, all’ATI Impregilo SpA – Astaldi SpA – Pizzarotti SpA – Itinera SpA, e sono in corso le procedure propedeutiche alla stipula della convenzione di concessione. Il costo complessivo dell'intervento è pari a 479,77  Meuro, al netto dell'IVA, di cui 353,33 Meuro per  lavori, 12,74 Meuro per oneri di sicurezza e 113,70 Meuro per somme a disposizione.


Giugno 2014

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabella A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


Dicembre 2014

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla Nota di aggiornamento del DEF 2013.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il programmatico: le opere in progettazione.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2014, risulta sottoscritta, in data 18 dicembre 2013, la convenzione, tra il MIT e la Società di Progetto Passante Dorico Spa. In data 2 settembre 2014 si è proceduto alla redazione di una scrittura integrativa alla Convenzione, volta a chiarire il contenuto di alcune clausole convenzionali, e si è in attesa della sottoscrizione del Decreto Interministeriale di approvazione della Convenzione.


Marzo 2016

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risulta che la Corte dei conti in data 11 febbraio 2015 ha registrato il decreto interministeriale di approvazione della convenzione n. 488 del 12 novembre 2014. L’avvenuta registrazione è stata notificata dalla DGVCA, Direzione Generale per la Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali, alla Società concessionaria Passante Dorico in data 27 gennaio 2015, data dalla quale decorre l’efficacia della convenzione. In data 27 settembre 2015 la concessionaria ha trasmesso alla DGVCA il progetto definitivo sul quale risulta in corso l’attività istruttoria. I lavori non sono stati ancora avviati.


Dicembre 2016

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risulta in via di conclusione l’attività istruttoria della Direzione generale per la Vigilanza sulle Concessioni Autostradali sulla nuova versione del PEF presentato dalla società concessionaria in data 5 agosto 2016.


Maggio 2018

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risulta che la Direzione Generale per la Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali (DGVCA) in data 12 dicembre 2016, non ha approvato il progetto definitivo con allegato al Piano Economico Finanziario (PEF) per la non conformità alle prescrizioni della Delibera CIPE 34/2010. La società concessionaria, in data 17 febbraio 2017, ha presentato ricorso al TAR Lazio contro la non approvazione del progetto da parte della DGVCA.


Ottobre 2019

L’articolo  4, comma 1, del DL 32/2019, convertito con modificazioni dalla Legge 14 giugno 2019, n. 55, prevede l’individuazione, mediante decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, degli interventi infrastrutturali caratterizzati da un elevato grado di complessità progettuale, da una particolare difficoltà esecutiva o attuativa, da complessità delle procedure tecnico-amministrative ovvero che comportano un rilevante impatto sul tessuto socio-economico a livello nazionale, regionale o locale e la contestuale nomina di Commissari straordinari per la realizzazione degli interventi medesimi.
Il CIPE, con delibera n. 36 del 24 luglio 2019, approva l’aggiornamento del CdP ANAS 2016-2020, il quale prevede 36 miliardi di investimenti complessivi (inclusi i 2,9 miliardi della legge 145/2018 e i 3,2 miliardi di produzione residua di interventi in fase di attivazione e in corso di esecuzione), di cui 31,2 miliardi finanziati e 4,7 miliardi da finanziare. L’aggiornamento prevede risorse aggiuntive da allocare per circa 12,5 miliardi di euro e include un piano per la manutenzione straordinaria di ponti, viadotti e gallerie per 2,7 miliardi di euro. Al 31 ottobre 2019 l’iter per l’approvazione dell’aggiornamento del CdP ANAS 2016-2021 non risulta concluso. Riguardo ai contenuti, nella versione del documento inviato informalmente dal MIT nel mese di settembre 2019, nell’Allegato "A", Piano pluriennale degli investimenti 2016-2020, sezione A.1.1, contenente l’elenco degli interventi per i quali viene finanziata la progettazione, ai fini dell’inserimento nel prossimo contratto di Programma” è riportato l’intervento “SS 16 - Realizzazione del Collegamento a Nord tra la SS16 Svincolo di Torrette e il porto di Ancona”, identificato dal codice AN910, con la nota “Progettazione di un intervento di collegamento tra lo svincolo di Torrette, terminale del raddoppio della SS16 il cui iter tecnico autorizzativo è in fase di completamento, e il porto. Oggetto di Protocollo d'intesa tra MIT, Regione Marche, Comune di Ancona, Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale di Ancona, RFI, Anas.”
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2019, non risultano variazioni rispetto al monitoraggio precedente.


Dicembre 2020

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2020 - denominato “#italiaveloce - L’Italia resiliente progetta il futuro: nuove strategie per trasporti, logistica e infrastrutture” - Capitolo V. Il sistema integrato dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture: interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, paragrafo V.6 I porti, tabella V.6.1: interventi prioritari” è inserito l’intervento “4 Ultimo miglio stradale” articolato in 11 sub-interventi di cui uno relativo al progetto “Ancona - nuovo collegamento tra la SS 16 e il Porto di Ancona” ,  con un costo di 99,61 milioni di euro interamente da finanziare.
L’aggiornamento del CdP ANAS 2016-2020 è divenuto operativo in data 18 ottobre 2020 con la registrazione alla Corte dei Conti del decreto interministeriale MIT/MEF n. 399 del 17 settembre 2020.


Maggio 2022

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2021 - denominato “Dieci anni per trasformare l’Italia – Strategie per infrastrutture, mobilità e logistica sostenibili e resilienti – Per il benessere delle persone e la competitività delle imprese, nel rispetto dell’ambiente” - Appendice: dettaglio degli interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, parte A.3 I porti, Tabella A.3.1 Programmi e interventi prioritari porti è inserito  l’intervento: “4 Ultimo miglio stradale - ANCONA - Nuovo collegamento tra la SS 16 e il porto di Ancona” con un costo di 99,61 milioni di euro da finanziare.
Le competenti Commissioni di Senato e Camera, nelle sedute del 13 e del 15 luglio 2021, approvano pareri favorevoli, con osservazioni, sullo schema di DPCM recante l'individuazione di ulteriori interventi infrastrutturali da realizzare ai sensi dell'articolo 4, comma 1, del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 giugno 2019, n. 55, e dei commissari straordinari individuati per ciascuna opera (Atto del Governo n. 262). Nell’elenco nuove opere commissariate ex art 4 DL 32/2019, tra le “Infrastrutture stradali, è inserito l’intervento “Nuovo collegamento tra la SS 16 e il Porto di Ancona – Ultimo miglio di connessione del Porto di Ancona” con un costo stimato di 99.614.761,38 euro interamente finanziato con il Fondo Investimenti 2020. Il Commissario straordinario individuato è Eugenio Mucilli, dirigente ANAS.
Il CIPESS, con delibera n. 44 del 27 luglio 2021, approva lo schema di aggiornamento 2020 del CdP 2016-2020 fra il MIMS e ANAS. L’intervento “Realizzazione del collegamento a nord tra la S.S. 16 Svincolo di Torrette e il porto di Ancona” è riportato nella Tabella 2 - Interventi finanziati legge 160 del 2019 (legge di bilancio 2020), Fondo unico ANAS - con un costo di 99.610.000 euro e un’assegnazione di pari importo.
Con DPCM del 5 agosto 2021 l’Ing. Paolo Testaguzza, dirigente di ANAS SpA, è nominato, ai sensi dell’articolo 4 del decreto-legge 18 aprile, n. 32, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 giugno 2019, n. 55, Commissario straordinario dell’intervento “Nuovo collegamento tra la SS 16 e il Porto di Ancona – Ultimo miglio di connessione del Porto di Ancona”.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2022 - denominato “Dieci anni per trasformare l’Italia – Strategie per infrastrutture, mobilità e logistica sostenibili e resilienti – Per il benessere delle persone e la competitività delle imprese, nel rispetto dell’ambiente” – capitolo III. Gli interventi e i programmi prioritari per lo sviluppo del paese, punto 3 Le strade e le autostrade, Tabella III.3.2. Interventi prioritari è inserito l’intervento “21 Strada statale 16 - SS16 Adriatica Falconara Baraccola – 1° lotto tratto Falconara- Torrette - discesa al porto di Ancona” con un costo di 349,38 milioni di euro interamente finanziato.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2022, risulta in corso la progettazione definitiva.


COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
Costo al 21 dicembre 2001
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione al 30 aprile 2004
176,800
- Fonte: ANAS Spa
Previsione al 30 aprile 2005
472,000
- Fonte: ANAS Spa
Costo al 06 aprile 2006
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione al 30 aprile 2007
472,000
- Fonte: ANAS Spa
Costo al 30 giugno 2008
0,000
- Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione al 30 aprile 2009
472,000
- Fonte: ANAS Spa
Previsione al 30 aprile 2010
479,800
- Fonte: DPEF 2010-2013
Costo ad aprile 2011
479,770
- Fonte: DEF 2011
Previsione al 30 aprile 2011
479,773
- Fonte: ANAS Spa
Costo al 30 giugno 2011
479,770
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione al 31 dicembre 2011
479,773
- Fonte: ANAS Spa
Costo al 01 giugno 2012
479,770
- Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione al 30 giugno 2012
479,773
- Fonte: ANAS Spa
Previsione al 30 settembre 2012
479,773
- Fonte: ANAS Spa
Costo al 01 dicembre 2012
479,770
- Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Previsione al 30 giugno 2013
479,773
- Fonte: ANAS Spa
Costo al 01 settembre 2013
479,770
- Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione al 31 ottobre 2013
479,773
- Fonte: SVCA - Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali
Costo al 01 aprile 2014
479,770
- Fonte: DEF 2014
Previsione al 30 giugno 2014
479,773
- Fonte: SVCA - Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali
Costo agosto 2014
479,770
- Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo al 01 settembre 2014
479,770
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 dicembre 2014
479,773
- Fonte: SVCA - Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali
Previsione al 31 marzo 2016
479,773
- Fonte: SVCA - Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali
Previsione al 31 dicembre 2016
479,773
- Fonte: SVCA - Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali
Previsione 31 maggio 2017
479,773
- Fonte: SVCA - Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali
Previsione al 31 maggio 2018
479,773
- Fonte: SVCA - Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali
Previsione al 31 ottobre 2019
479,773
- Fonte: SVCA - Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali
Costo al 06 luglio 2020
99,610
- Fonte: DEF 2020
Previsione al 31 dicembre 2020
99,610
- Fonte: DEF 2020
Costo al 29 luglio 2021
99,610
- Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2021
Costo al 20 maggio 2022
99,610
- Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2022
Previsione al 31 maggio 2022
99,610
- Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2022
QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
Risorse disponibili al 31 maggio 2022
99,610

Fondo unico Anas - Legge di bilancio 2020
99,610
Fonte: Delibera CIPESS 44/2021

Fabbisogno residuo al 31 maggio 2022
0,000

STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione definitiva
Conferenza servizi
Non disponibile
Note
progettazione definitiva esterna con Accordo Quadro Anas S.p.A. n. DG190/20 Lotto 16 aggiudicato a R.T.I. VIA INGEGNERIA (mandataria) codice cig A.Q. 857071381B, codice CIG derivato 915098608B. disposizione di affidamento del Commissario Straordinario n. CDG-752183 del 25/11/2021. consegna in via di urgenza 30/11/2021. ultimazione prevista 30/04/2022.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione preliminare Interno 35.600,00 99.614.761,38 16/11/2017 28/12/2017
Progettazione definitiva Esterno 99.614.761,38 2.118.210,46 1.625.108,01 RTI VIA INGEGNERIA - ABRUZZO TEST - INDAGINI STRUTTURALI - NOVATEST 30/11/2021 30/04/2022
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Marche del 24 ottobre 2002
Verbale CdA ANAS Spa del 14 marzo 2005
Avviso indicativo di Finanza di Progetto ANAS Spa del 2 luglio 2007
Delibera CdA ANAS del 23 aprile 2008
Atto aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Marche del 6 marzo 2009
Delibera Regione Marche n.1308 del 3 agosto 2009
Delibera CIPE 34/2010 del 13 maggio 2010
Bando di gara ANAS Spa dell'11 agosto 2010
Delibera CIPE 9/2011 del 5 maggio 2011
DL 32/2019 del 18 aprile 2019
Aggiornamento CdP ANAS 2016-2021 del mese di luglio 2019
Delibera CIPE 36/2019 del 24 luglio 2019
Decreto interministeriale MIT/MEF n. 399 del 17 settembre 2020
Atto del Governo n. 262 - Schema di DPCM recante l'individuazione di ulteriori interventi infrastrutturali sottoposti a commissariamento ai sensi dell’articolo 4 del DL 32/2019 come modificato dall’articolo 9 del DL 76/2020 del 16 giugno 2021
Delibera CIPESS 44/2021 del 27 luglio 2021
DPCM del 5 agosto 2021