SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Infrastrutture Idriche

INFRASTRUTTURE IDRICHE / Campania - Invaso di Campolattaro (BN) - Realizzazione delle opere di derivazione della Diga di Campolattaro

SCHEDA N. 292

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPESS o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/05/2022

Localizzazione
Cup
  • B87B20098990009
SISTEMA INFRASTRUTTURALE

Infrastrutture Idriche

Soggetto titolare

Regione Campania

Descrizione

Derivazione dalla diga Campolattaro realizzata e in esercizio: galleria di 7,5 km attrezzata con una condotta DN 2200 mm, condotta forzata DN 1800 mm e impianto idroelettrico a valle, diramazione opere irrigue e diramazione uso potabile; impianto di potabilizzazione e serbatoio di testata all'adduttore DN 1500 mm di 31,5 Km di collegamento con l'Acquedotto Campano del Torano Biferno (esistente), dal serbatoio di testata potenziamento dell'adduttore per Benevento e interconnessione con altri acquedotti della Provincia DN600, 500, 400 di 40 Km circa; adduttore irriguo primario DN 1800-1700-1200 mm, a servizio del comprensorio agricolo della Valle Telesina (BN), per uno sviluppo di circa 21,5 km e impianto idrolettrico.

Delibere CIPESS e/o ordinanze attuative

Dati storici

2019

L’articolo  4, comma 1, del DL 32/2019, convertito con modificazioni dalla Legge 14 giugno 2019, n. 55, prevede l’individuazione, mediante decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, degli interventi infrastrutturali caratterizzati da un elevato grado di complessità progettuale, da una particolare difficoltà esecutiva o attuativa, da complessità delle procedure tecnico-amministrative ovvero che comportano un rilevante impatto sul tessuto socio-economico a livello nazionale, regionale o locale e la contestuale nomina di Commissari straordinari per la realizzazione degli interventi medesimi.


Maggio 2022

Il Regolamento (UE) 2021/241 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 febbraio 2021 istituisce il dispositivo per la ripresa e la resilienza.
Il PNRR dell'Italia, trasmesso il 30 aprile 2021 dal Governo alla Commissione europea, è approvato definitivamente con Decisione del Consiglio ECOFIN del 13 luglio 2021. Il Piano si inserisce all’interno del programma Next Generation EU (NGEU), il pacchetto da 750 miliardi di euro concordato dall’Unione Europea in risposta alla crisi pandemica. Il Piano italiano prevede investimenti pari a 191,5 miliardi di euro. Ulteriori 30,6 miliardi sono parte di un Fondo complementare, finanziato attraverso lo scostamento pluriennale di bilancio approvato nel Consiglio dei ministri del 15 aprile 2021. Il totale degli investimenti previsti è pertanto di 222,1 miliardi di euro.
Il CIPESS, con delibera n. 3 del 29 aprile 2021, approva il Piano Sviluppo e Coesione a titolarità del MIMS, che eredita dal precedente Piano Operativo Infrastrutture FSC 2014-2020 la dotazione finanziaria, pari a 16.920,42 milioni di euro, e il modello di governance. Il Piano è articolato in quattro aree tematiche e dieci settori d’intervento. Nell’aggiornamento del Piano di aprile 2022, tra gli interventi dell’area tematica 5 “Ambiente e risorse naturali”, settore di intervento 5.02 “Risorse idriche” sono inseriti gli interventi: “Diga Campolattaro – Realizzazione dell’opera di derivazione, manutenzione straordinaria e rivalutazione sismica Integrazione dei finanziamenti Del. CIPE nn. 25 e 54 del 2016” con un ammontare di risorse finanziarie FSC di 18 milioni di euro; “Diga Campolattaro – Realizzazione dell’opera di derivazione, manutenzione straordinaria e rivalutazione sismica Integrazione dei finanziamenti Del. CIPE nn. 25 e 54 del 2016” con un ammontare di risorse finanziarie FSC di 1 milioni di euro.

Il DL 59/2021, convertito dalla legge n. 101 del 2021, istituisce il Fondo complementare al PNRR,  finalizzato ad integrare, con risorse nazionali, gli interventi del Piano nazionale di ripresa e resilienza (PNRR), con una dotazione complessiva di 30,6 miliardi di euro per gli anni dal 2021 al 2026, ripartendolo tra i Ministeri competenti.
Con DL 77/2021  “Governance del Piano nazionale di rilancio e resilienza e prime misure di rafforzamento delle strutture amministrative e di accelerazione e snellimento delle procedure” è definito “il quadro normativo nazionale finalizzato a semplificare e agevolare la realizzazione dei traguardi e degli obiettivi stabiliti dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, di cui al regolamento (UE) 2021/241 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 febbraio 2021, dal Piano nazionale per gli investimenti complementari di cui al decreto-legge 6 maggio 2021, n. 59, nonché dal Piano Nazionale Integrato per l'Energia e il Clima 2030 di cui al Regolamento (UE) 2018/1999 del Parlamento europeo e del Consiglio dell'11 dicembre 2018.” In particolare, con l’articolo 44 sono disposte semplificazioni procedurali e tempistiche particolarmente stringenti per opere pubbliche di particolare complessità o di rilevante impatto, applicabili esclusivamente alle opere indicate nell’Allegato IV del medesimo DL;  con l’articolo 46 sono invece disposte modifiche alla disciplina del dibattito pubblico da applicare agli interventi  di  cui  all'Allegato IV, nonché  a quelli finanziati in  tutto  o  in  parte  con  le risorse del PNRR e  del  PNC. Tra i 10 interventi dell’Allegato IV è inserito il “Realizzazione delle opere di derivazione della Diga di Campolattaro (Campania)”.
Con DM MEF del 15 luglio 2021, adottato ai sensi del comma 7 dell’articolo 1 del DL 59/2021, sono individuati per ciascun intervento o programma gli obiettivi iniziali, intermedi e finali determinati in relazione al cronoprogramma finanziario e coerenti con gli impegni assunti nel PNRR con la Commissione europea sull'incremento della capacità di spesa collegata all'attuazione degli interventi del Piano nazionale per gli investimenti complementari.
Con DM MEF del 6 agosto 2021 sono assegnate le risorse del PNRR in favore di ciascuna Amministrazione titolare degli interventi e definiti i traguardi e gli obiettivi che concorrono alla presentazione delle richieste di rimborso semestrale alla Commissione europea. Per la realizzazione della misura M2C4 - I4.1 “Investimenti in infrastrutture idriche primarie per la sicurezza dell'approvvigionamento idrico” sono assegnati al MIMS 2.000 milioni di euro, di cui 1.100 milioni di euro per progetti in essere.
Il  DL 152/2021 “Disposizioni urgenti per l'attuazione del Piano nazionale di  ripresa e resilienza (PNRR) e per la prevenzione delle infiltrazioni mafiose”.
Con DM n. 517/2021 “Investimenti in infrastrutture idriche primarie per la sicurezza dell'approvvigionamento idrico” dell’Investimento 4.1, Missione 2, Componente C4 del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR)”, in attuazione di quanto previsto dal PNRR, sono ripartite e assegnate ai soggetti attuatori le risorse destinate alla misura M2C4 - I4.1.  Nell’Allegato 1 Risorse aggiuntive PNRR (€ 900.000.000,00) è inserito l’intervento, con soggetto attuatore Regione Campania, “Realizzazione delle opere di derivazione della Diga di Campolattaro” con un costo di 478.950.000,00 euro e un finanziamento ammissibile PNRR di 205.000.000,00 euro. 

Il CIPESS, con delibera n. 1 del 15 febbraio 2022,  assegna al MIMS, in via anticipata, risorse del Fondo per lo sviluppo e la coesione 2021-2027, ai sensi dell’art. 1, comma 178, lettere d) ed f), della legge n. 178 del 2020, per un importo complessivo di 4.680,085 milioni di euro, di cui: 3.689.397.000 di euro per 41 interventi bandiera di immediato avvio dei lavori; 408.000.000 di euro per un intervento bandiera finanziato nell’ambito del Contratto istituzionale di sviluppo (CIS) Ferroviario Messina-Catania-Palermo;  582.688.446 di euro per 164 interventi locali di immediato avvio dei lavori. L’intervento “Diga di Campolattaro” è inserito tra gli interventi bandiera con una assegnazione FSC di 115.000.000 euro e uno stato di avanzamento “Progettazione esecutiva in corso”.
Le competenti Commissioni di Senato e Camera, nelle sedute del 5 aprile 2022, approvano pareri favorevoli, con condizioni e osservazioni, sullo schema di DPCM recante l'individuazione di nuovi interventi infrastrutturali da realizzare ai sensi dell'articolo 4 del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 giugno 2019, n. 55, e dei commissari straordinari individuati per ciascuna opera (Atto del Governo n. 373). L’intervento “Invaso di Campolattaro (BN)” è inserito nell’elenco opere commissariabili ex art 4 DL 32/2019 – Nuove opere – III fase, tra le “Infrastrutture idriche”, con un costo stimato di 478.000.000,00 euro di euro interamente finanziato. Il Commissario straordinario individuato è Attilio Toscano, esperto Struttura tecnica di Missione MIMS. Il DPCM di nomina del Commissario straordinario risulta firmato in data 11 maggio 2022  e alla data di chiusura del presente monitoraggio risulta essere ancora in corso di registrazione presso la Corte dei conti.


COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
Previsione al 31 maggio 2022
478,000
- Fonte: Atto di Governo 373
QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
Risorse disponibili al 31 maggio 2022
478,000

Proventi da tariffa del Servizio Idrico Integrato
100,000
Fonte: Atto del Governo n. 373 - Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri recante l'individuazione di nuovi interventi infrastrutturali da realizzare ai sensi dell'articolo 4 del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 giugno 2019, n. 55, e dei commissari straordinari individuati per ciascuna opera
Fondi PNRR - M2C4 - Investimenti in infrastrutture idriche primarie per la sicurezza dell'approvvigionamento idrico
205,000
Fonte: DM 517-2021 - Investimenti in infrastrutture idriche primarie per la sicurezza dell'approvvigionamento idrico dell'investimento 4.1. Missione 2, Componente C4 del PNRR
FSC 2021-2027 - Anticipazione
115,000
Fonte: Delibera CIPESS 1/2022 - Assegnazione di risorse FSC - anticipazioni 2021-2027 - al Ministero delle infrastrutture e della mobilità sostenibili
FSC 2014-2020 - PO Infrastrutture
19,000
Fonte: MIMS - PO Infrastrutture - Aggiornamento dicembre 2021
Fondi pubblici
39,000
Fonte: Atto del Governo n. 373 - Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri recante l'individuazione di nuovi interventi infrastrutturali da realizzare ai sensi dell'articolo 4 del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 giugno 2019, n. 55, e dei commissari straordinari individuati per ciascuna opera

Fabbisogno residuo al 31 maggio 2022
0,000

NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
Regolamento (UE) 2021/241 del Parlamento europeo e del Consiglio del 12 febbraio 2021
Delibera CIPESS 3/2021 del 29 aprile 2021
DL 59/2021 del 6 maggio 2021
DL 77/2021 del 31 maggio 2021
Decisione del Consiglio ECOFIN del 13 luglio 2021
DM MEF del 15 luglio 2021
DM MEF del 6 agosto 2021
DL 152/2021 del 6 novembre 2021
DM 517-2021 - Investimenti in infrastrutture idriche primarie per la sicurezza dell'approvvigionamento idrico dell'investimento 4.1. Missione 2, Componente C4 del PNRR del 16 dicembre 2021
Delibera CIPESS 1/2022 del 15 febbraio 2022
Atto del Governo n. 373 - Schema di decreto del Presidente del Consiglio dei ministri recante l'individuazione di nuovi interventi infrastrutturali da realizzare ai sensi dell'articolo 4 del decreto-legge 18 aprile 2019, n. 32, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 giugno 2019, n. 55, e dei commissari straordinari individuati per ciascuna opera del 14 marzo 2022