SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Porti e interporti

PORTI E INTERPORTI / Interporto di Termini Imerese

SCHEDA N. 142

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPE o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/12/2020

Localizzazione
Cup
  • H91I01000000001
SISTEMA INFRASTRUTTURALE

Porti e interporti

Soggetto titolare

Società degli Interporti Siciliani SpA

Descrizione

L’intervento si articola in quattro aree, per complessivi 285.304 mq e comprende: - un polo direzionale individuato nell’edificio ex Chimed nell’area industriale di Termini Imerese; - un polo intermodale costituito da aree di movimentazione e aree destinate al deposito dei container, collegato con la linea RFI Palermo - Messina e la viabilità di pertinenza del consorzio ASI Palermo; - un polo di stoccaggio costituito da aree di sosta per autovetture e veicoli industriali; - un polo logistico costituito da gate di ingresso a due carreggiate, un manufatto polifunzionale per controllo/pesa, lavaggio mezzi, bar, un corpo di fabbrica per officina, vendita ricambi e uffici di sorveglianza/sicurezza, quattro magazzini, di cui due da mq 16.000, uno da mq 5.800 e uno da mq 4.000; un sistema reti suddiviso in reti mobilità (assi di collegamento tra i poli), reti elettromagnetiche e reti idrauliche. Nell’ambito del progetto di raddoppio della linea ferroviaria Palermo-Messina (tratta Fiumetorto-Cefalù) è prevista la completa riorganizzazione funzionale dell’attuale svincolo autostradale posto sulla A19 in località Contrada da Canne Masche e delle opere stradali connesse, inclusi un nuovo sottopasso di collegamento tra Polo intermodale e Polo stoccaggio, la nuova viabilità ad est dell’Interporto e lato monte rispetto all’autostrada A19 e la rotatoria in prossimità dell’attuale svincolo.

Delibere CIPE e/o ordinanze attuative

41/2009

Dati storici

1986
La realizzazione dell’Interporto è prevista nel Piano Generale dei Trasporti (PGT) del 1986.
1990
La legge n. 240 sull’intermodalità include l’Interporto di Termini Imerese tra gli interporti di interesse nazionale.
1991
Il D.P.R. 29 agosto “Aggiornamento del Piano Generale dei Trasporti” ripropone l’opera.
2001
Il Libro bianco sui trasporti della Commissione europea sostiene l’intermodalità.
Il Piano Generale dei Trasporti e della Logistica (PGTL) ribadisce la necessità di dotare di infrastrutture intermodali l’area palermitana.
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 121 tra gli “hub interportuali”.
2002
L’intervento compare nel Piano Generale dei Trasporti e della Logistica - Indirizzi strategici ed interventi prioritari del sistema di trasporto e della mobilità generale in Sicilia .
La progettazione preliminare viene finanziata per 0,4 Meuro con decreto del MIT con la legge n. 166/2002.
2003
La prima convenzione per lo studio di prefattibilità viene siglata il 21 marzo tra il Dipartimento regionale ai Trasporti, il consorzio ASI e la società Interporto di Catania.
L'Intesa Generale Quadro stipulata tra il Governo e la Regione Siciliana il 14 ottobre non comprende l’opera.
Viene terminato lo studio di prefattibilità nel quale è previsto un costo dell’opera di 42,4 Meuro.
L’art. 72, commi 4 e 5, della legge n. 20/2003 della Regione Sicilia autorizza la spesa di 15 Meuro per l’interporto di Termini Imprese.
2004
Interporto di Catania Spa, in data 19 gennaio, assume la nuova denominazione Società degli Interporti Siciliani Spa (SIS). Il capitale sociale di tale società è di proprietà di enti pubblici per il 76,68% e, per statuto, deve mantenere la quota pubblica almeno al 51% per un periodo di 30 anni dalla data di costituzione.
Viene emanato il decreto 23 febbraio relativo al “Piano Attuativo del Trasporto delle Merci e della Logistica” dell’Assessorato del Turismo, delle Comunicazioni e dei Trasporti della Regione Siciliana.
SIS, soggetto aggiudicatore invia al MIT il progetto preliminare dell’opera e comunica di aver trasmesso il progetto in questione a tutte le altre Amministrazioni ed Enti competenti a rilasciare i pareri.
2005
In data 7 ottobre viene pubblicato l’avvio del procedimento di richiesta di compatibilità ambientale.
Il Comune di Termini Imerese esprime parere favorevole con nota 9 novembre.
La Provincia regionale di Palermo evidenzia alcuni aspetti critici chiedendo un approfondimento in sede di progetto definitivo.
2006
Il 31 gennaio viene firmato tra il Ministero dell’economia, il MIT e la Regione Siciliana un APQ per il trasporto delle merci e la logistica che include l’Interporto di Termini Imerese con un costo di 78,9 Meuro.
Il Presidente della Regione Siciliana, con nota 27 febbraio, esprime parere favorevole sulla localizzazione.
Il CIPE, con delibera n. 103, relativa ad un’assegnazione finanziaria per l’Interporto di Catania, prende atto che la SIS è indicata dal MIT anche quale soggetto aggiudicatore dell’Interporto di Termini Imerese .
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
2007
Nell’atto ricognitivo del MIT del 7 marzo è previsto per l’intervento un finanziamento di 63 Meuro a carico dei Programmi nazionali 2007-2013 per l’utilizzo dei fondi FAS e FERS.
Il Ministero dell'ambiente trasmette al MIT il parere di compatibilità, con prescrizioni e raccomandazioni, formulato dalla Commissione VIA nel quale si sottolinea l’imprescindibilità della realizzazione della viabilità ai fini della funzionalità dell’interporto e si subordina la messa in esercizio delle attività interportuali al completamento e alla agibilità del nuovo assetto viario, da realizzare a cura di Enti terzi.
La Giunta regionale della Sicilia approva il Programma operativo (PO) del Fondo europeo per lo sviluppo regionale (FESR) 2007-2013, che include l’opera nei Grandi progetti, con una previsione di costo al netto di IVA pari a 78,9 Meuro.
L’intervento "Interporto di Termini Imerese" non è compreso nel 1° atto aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro, sottoscritto in data 4 ottobre.
2008
Il Quadro programmatico del II Accordo di programma quadro (APQ) per il trasporto delle merci e la logistica, sottoscritto il 18 giugno riporta l’intervento e ne conferma il costo.
L’opera è compresa nella delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.
Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole, con prescrizioni, sull’opera.
2009
L’UTFP, preso atto che il piano finanziario dell’opera non prevede alcuna forma di contribuzione pubblica a valere su risorse assegnate dal CIPE, comunica al CIPE che non vi sono condizioni ostative alla presentazione del progetto al Comitato stesso.
Il CIPE, con delibera n. 41, approva, con prescrizioni e raccomandazioni, il progetto preliminare dell’opera del costo di 89,9 Meuro al lordo dell’IVA. L'efficacia dell’approvazione del progetto è condizionata alla stipula di un atto integrativo all'Intesa Generale Quadro.
2010
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera "Hub Interportuali - Termini Imerese" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
Aprile 2011

Il 29 marzo, la Società Interporti Siciliani Spa approva la procedura di gara per realizzare l'Interporto di Termini Imerese, che sorgerà in un'area di 285mila metri quadrati e avrà funzione di scambio intermodale.
Il 5 aprile viene pubblicato il bando di gara per l'affidamento della concessione di costruzione e gestione dell’Interporto di Termini Imerese ai sensi degli Artt. 143 e segg., 174 e 177 del d.lgs. 163/2006. La stipula del contratto di concessione è subordinata alla sottoscrizione della nuova Intesa Generale Quadro da parte del Governo e della Regione Sicilia. La scadenza per la presentazione delle offerte è fissata per il 6 giugno 2011.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera "Hub Interportuali - Termini Imerese" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.


Dicembre 2011

Nell’aggiornamento di settembre dell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera è riportata nelle tabelle 1, 5 e “3:Opere non comprese nella tabella 2”.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, risulta pubblicato il bando di gara in data 5/04/2011.


Settembre 2012

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 2, Opere in fase di progettazione del PIS.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


Dicembre 2012

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


Giugno 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 2 - Le opere in progettazione del deliberato CIPE.
Il 5 giugno 2013 la Commissione europea ha chiuso la procedura di indagine formale, avviata nel 2012 ai sensi della disciplina sugli aiuti di Stato alle imprese, sui fondi erogati per la costruzione dell'interporto di Termini Imerese.


Ottobre 2013

La Regione Siciliana, con DGR n. 284 del 7 agosto 2013, approva la bozza della Nuova Intesa Generale Quadro (2a fase) di cui alla legge n. 443/2001.
In data 19 settembre 2013 il Consiglio di Amministrazione della Società degli Interporti Siciliani SpA, ha disposto l'aggiudicazione provvisoria per l'affidamento della concessione di costruzione e gestione dell'interporto di Termini Imerese (PA) alla ATI Tecnis SpA - Cogip SpA - SINTEC. SpA - Notarimpresa SpA che ha offerto per quanto attiene il canone un incremento di euro 11.000,00 annui rispetto alla misura minima di euro 400.000,00 annui indicata nei documenti di gara ed un importo complessivo dell'investimento di euro 74.553.185,00 Iva esclusa di cui euro 14.223.854,00 a carico del concessionario.
L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabella 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo.


Giugno 2014

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-2 Corridoio Helsinki La Valletta; A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


Dicembre 2014

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla Nota di aggiornamento del DEF 2013.
Il 27 settembre 2014, la Società degli Interporti Siciliani Spa pubblica sulla GUUE l’avviso di avvenuta aggiudicazione dell’affidamento della concessione di costruzione e gestione dell’Interporto di Termini Imerese, all’ATI composta dalle imprese Tecnis Spa, Cogip Spa, Sintec Spa e Notarimpresa Spa.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il programmatico: le opere in progettazione.


Marzo 2016

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risulta aggiudicata, in data 2 settembre 2014, la concessione di costruzione e gestione dell’Interporto di Termini Imerese, all’ATI composta dalle imprese Tecnis Spa, Cogip Spa, Sintec Spa e Notarimpresa Spa.


Dicembre 2016

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risultano programmati l’avvio dei lavori a marzo 2017 e la loro ultimazione a giugno 2020.


Maggio 2018

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risulta che in data 23 ottobre 2017, con determinazione dell'Amministratore Unico n. 50, è stata revocata l’aggiudicazione della concessione di lavori per ripetuti inadempimenti dell’ATI aggiudicataria.


Ottobre 2019

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risulta che in data 23 ottobre 2017, con determinazione dell'Amministratore Unico n. 50, è stata revocata l’aggiudicazione della concessione di lavori per ripetuti inadempimenti dell’ATI aggiudicataria.


Dicembre 2020

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risulta che in data 23 ottobre 2017, con determinazione dell'Amministratore Unico n. 50, è stata revocata l’aggiudicazione della concessione di lavori per ripetuti inadempimenti dell’ATI aggiudicataria.


COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
Costo al 21 dicembre 2001
1,549
- Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione al 30 aprile 2004
0,000
- Fonte:
Previsione al 30 aprile 2005
0,000
- Fonte:
Costo al 06 aprile 2006
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione al 30 aprile 2007
0,000
- Fonte:
Costo al 30 giugno 2008
0,000
- Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione al 30 aprile 2009
78,866
- Fonte: Regione Sicilia
Previsione al 30 aprile 2010
89,863
- Fonte: Delibera CIPE 41/2009
Costo ad aprile 2011
79,030
- Fonte: DEF 2011
Previsione al 30 aprile 2011
89,863
- Fonte: Delibera CIPE 41/2009
Costo al 30 giugno 2011
79,030
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione al 31 dicembre 2011
89,863
- Fonte: Delibera CIPE 41/2009
Costo al 01 giugno 2012
78,870
- Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione al 30 giugno 2012
89,863
- Fonte: Delibera CIPE 41/2009
Previsione al 30 settembre 2012
89,863
- Fonte: Delibera CIPE 41/2009
Costo al 01 dicembre 2012
78,870
- Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Previsione al 30 giugno 2013
78,870
- Fonte: DEF 2013
Costo al 01 settembre 2013
78,870
- Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione al 31 ottobre 2013
78,870
- Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Costo al 01 aprile 2014
78,870
- Fonte: DEF 2014
Previsione al 30 giugno 2014
78,870
- Fonte: DEF 2014
Costo agosto 2014
78,870
- Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo al 01 settembre 2014
78,870
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 dicembre 2014
78,870
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 marzo 2016
78,870
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 dicembre 2016
78,870
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione 31 maggio 2017
78,870
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 maggio 2018
78,870
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 ottobre 2019
78,870
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 dicembre 2020
0,000
- Fonte:
QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
Risorse disponibili al 31 dicembre 2020
0,000

0,000
Fonte:

Fabbisogno residuo al 31 dicembre 2020
0,000

STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione preliminare
Conferenza servizi
Non disponibile
Note
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione preliminare Interno 561.814,52 55.863.813,00 15/12/2004 21/07/2005

AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore
Società degli Interporti Siciliani SpA
Modalità di selezione
Affidamento con bando
Procedura
Procedura ristretta
Sistema di realizzazione
Concessione ex art. 143 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.
Criterio di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa
Fase progettuale a base di gara
Preliminare
Tempi di esecuzione
Progettazione
190 giorni
Lavori
840 giorni
Data bando
05/04/2011
CIG/CUI
1756085F2B
Data aggiudicazione
02/09/2014
Tipo aggiudicatario
ATI
Nome
TECNIS SPA - COGIP INFRASTRUTTURE SPA - SINTEC SPA - NOTARIMPRESA SPA
Codice fiscale
02766640870
Data stipula contratto
Quadro economico
Importo a base di gara(1)
60.329.331,00
Importo oneri per la sicurezza
2.168.777,00
Importo complessivo a base di gara
62.498.108,00
Importo di aggiudicazione(2)
60.329.331,00
Somme a disposizione
Importo totale
60.329.331,00
% Ribasso di aggiudicazione
0,00
% Rialzo di aggiudicazione
0,00
Note
A seguito dei ripetuti inadempimenti dell’ATI aggiudicataria , in data 23 ottobre 2017, giusta determinazione dell'Amministratore Unico n. 50 , è stata annullata/revocata la procedura di gara.

1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori
Non disponibile
Data presunta inizio lavori
Data effettiva inizio lavori
Stato avanzamento (importo)
Stato avanzamento (percentuale)
Data presunta fine lavori
Data effettiva fine lavori
Data presunta fine lavori x varianti
Tempi realizzazione
Descrizione ritardo
Data collaudo statico
Data collaudo tecnico-amministrativo
Note
A seguito dei ripetuti inadempimenti dell’ATI aggiudicataria , in data 23 ottobre 2017, giusta determinazione dell'Amministratore Unico n. 50 , è stata annullata/revocata la procedura di gara.
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
Piano generale dei trasporti (PGT) del 1986
Legge n. 240/1990 del 4 agosto 1990
D.P.R. del 29 agosto 1991
Piano Generale dei Trasporti e della Logistica (PGTL) DPR del 14 marzo 2001
Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Siciliana del 14 ottobre 2003
Decreto Regione Siciliana relativo al “Piano Attuativo del Trasporto delle Merci e della Logistica” del 23 febbraio 2004
APQ per il trasporto delle merci e la logistica Regione Siciliana del 31 gennaio 2006
Delibera CIPE 103/2006 del 29 marzo 2006
Quadro programmatico del II Accordo di programma quadro (APQ) per il trasporto delle merci e la logistica del 18 giugno 2008
Delibera CIPE 41/2009 del 26 giugno 2009
Bando di gara Società degli Interporti Siciliani Spa del 5 aprile 2011
Delibera Regione Siciliana n. 284 del 7 agosto 2013
Avviso di aggiudicazione Società degli Interporti Siciliani Spa - GUUE S186 del 27 settembre 2014
Siti internet ufficiali
http://www.interporti.sicilia.it