SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Infrastrutture Idriche

INFRASTRUTTURE IDRICHE / Molise - Irrigazione del Basso Molise con le acque dei fiumi Biferno e Fortore - 1° intervento

SCHEDA N. 150

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPESS o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/05/2022

Localizzazione
Cup
  • D57H04000080001
SISTEMA INFRASTRUTTURALE

Infrastrutture Idriche

Soggetto titolare

Consorzio di Bonifica Integrale Larinese

Descrizione

Il progetto prevede l'irrigazione, mediante l'utilizzo delle acque del fiume Biferno invasate dalla diga di Ponte Liscione, del comprensorio irriguo del Basso Molise ricadente nei Comuni di Ururi e San Martino in Pensilis tra le quote 200 e 120 metri s.l.m., nonché l’alimentazione di comprensori irrigui già eserciti ed alimentati con sollevamenti gestiti da questo Consorzio di bonifica (Piane Alte di Larino) e da quello di Termoli (contrada Saccione). In particolare, le opere previste nel 1° intervento consistono nel sifone di derivazione, nella condotta premente ed in quella adduttrice che alimenta i due distretti di nuova realizzazione ed i quattro già esistenti in agro di Larino e San Martino in Pensilis.

Delibere CIPESS e/o ordinanze attuative

153/2005
75/2006
99/2006
147/2006

Dati storici

2001
L’intervento è incluso nella delibera CIPE n. 121 nel sottosistema “Schemi Idrici.
2003
Il Corpo Forestale dello Stato, con nota del 16 luglio, emette il nulla osta alla realizzazione dell’intervento.
In data 4 dicembre si avvia il procedimento di dichiarazione di pubblica utilità.
2004
La Regione Molise, sentiti i Comuni interessati, esprime parere favorevole ai fini dell’intesa sulla localizzazione.
ll 12 gennaio si svolge la CdS. Lo stesso giorno, la Soprintendenza ai Beni Archeologici della Regione Molise esprime parere favorevole all’attraversamento dei suoli fratturali con alcune osservazioni e prescrizioni. Il Comitato Tecnico Amministrativo Regionale (CTAR), nella seduta del 28 gennaio, esprime parere favorevole sul progetto definitivo per un importo di 77,5 Meuro, subordinatamente ad alcune prescrizioni.
Il RUP comunica che il procedimento di dichiarazione di pubblica utilità si è concluso con la scadenza dei termini di legge, senza osservazioni e opposizioni.
L’Assessorato all’ambiente della Regione Molise esprime parere favorevole sulla compatibilità ambientale.
Il MIT trasmette la relazione istruttoria sul progetto definitivo e l’integrazione alla relazione istruttoria, proponendo l’approvazione in linea tecnica del progetto dell’opera, con prescrizioni, e l’assegnazione del finanziamento a carico delle disponibilità del FAS.
L’opera è compresa nell’Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Molise del 3 giugno.
Con la delibera n. 21, il CIPE destina i 1.130 Meuro della delibera n. 19/2004 – al netto di 23 Meuro destinati alla premialità – ed ulteriori 200 Meuro posti a disposizione dal MIT, al finanziamento di una serie di interventi tra cui figura (al decimo posto della graduatoria) l’opera “Irrigazione del basso Molise con le acque dei fiumi Biferno e Fortore ” con un costo previsto di 77,5 Meuro. La delibera prevede inoltre che l’assegnazione delle risorse ai singoli interventi venga disposta con successive delibere che dovranno definire il termine massimo per l’aggiudicazione dei lavori, decorso il quale l’intervento s’intende definanziato, nonché tempi e modalità di erogazioni.
L’opera, pur essendo stata inserita nell’elenco del Pre-CIPE del 20 dicembre, non figura esaminata né nella seduta del CIPE del 20 dicembre, né in quelle successive (18 marzo e 27 maggio 2005).
2005
Il Direttore generale Reti del MIT ed il Commissario ad acta per la gestione attività ex Agensud del Ministero delle politiche agricole, in data 20 luglio, convengono che l’intervento è coerente con l’attuale programmazione del Ministero delle politiche agricole e chiedono alla Regione Molise di eseguire gli approfondimenti tecnici necessari in sede di progettazione esecutiva, con particolare riguardo all’ottenimento di possibili economie gestionali. Chiedono, inoltre, alla stessa regione di costituire un’adeguata struttura tecnico amministrativa di supporto al soggetto aggiudicatore. La delibera CIPE n. 98, ai fini dell’ammissione al finanziamento FAS, prevede che le prescrizioni formulate dal Ministero delle politiche agricole siano recepite nel progetto esecutivo entro il 31 ottobre 2005.
Il Ministero delle politiche agricole, con nota del 15 settembre, formula una serie di prescrizioni.
Il CIPE, con delibera n. 153, approva in linea tecnica il progetto definitivo dell’intervento del costo complessivo di 77,5 Meuro.
2006
Il CIPE, con delibera n. 75, esclude l’intervento dal finanziamento a carico dei fondi FAS, ai sensi della delibera n. 98/2005.
Il CIPE, con delibera n. 99, prende atto che il soggetto aggiudicatore è il Consorzio Bonifica Integrale Larinese e che il costo complessivo è di 77,5 Meuro. Assegna, quindi, in via programmatica al soggetto aggiudicatore un finanziamento, in termini di volume di investimento, di 76 Meuro. L’effettiva assegnazione del contributo è vincolata alla presentazione da parte del soggetto aggiudicatore, entro due mesi dalla data di pubblicazione nella GU della delibera, “della rimodulazione del progetto, coerentemente con le disponibilità comprensive dell’assegnazione programmatica disposta”.
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
Il CIPE, con delibera n. 147, ridetermina il "limite di spesa" in 75 Meuro e assegna in via definitiva il finanziamento dell'intervento.
2009
Nel 1° Atto aggiuntivo all’intesa generale quadro tra il Governo e Regione Molise, sottoscritto il 23 gennaio, le parti concordano che “il Governo, con riferimento al periodo 2009-2013, dia impulso alle procedure approvative e individui le coperture finanziarie per complessivi 435,8 Meuro verificando i casi in cui è possibile il ricorso a strumenti finanziari che prevedano il coinvolgimento di capitali privati (Partenariato Pubblico Privato, Project Financing ecc..)” per la realizzazione del completamento irrigazione del Basso Molise, con le acque dei Fiumi Biferno e Fortore, per 120 Meuro.
L’intervento è compreso nella delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.
Dalla Relazione del Consorzio di Bonifica Integrale Larinese sullo stato del Procedimento dell’opera “Irrigazione del Basso Molise con le Acque dei Fiumi Biferno e Fortore - 1° Intervento” al 30 dicembre 2009” si rileva, tra l’altro, che a seguito della chiusura della fase di validazione del progetto esecutivo e del procedimento di dichiarazione di pubblica utilità, l’Amministrazione consortile, con deliberazione del Comitato Esecutivo del 29 novembre, ha approvato il progetto esecutivo e sta predisponendo il bando di gara e i relativi allegati. Si rileva inoltre che è in fase di determinazione la procedura per l’individuazione dell’Istituto di credito erogatore del mutuo per il finanziamento dei lavori.
2010
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera "Irrigazione del basso Molise acque fiumi Biferno e Fortore" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
Aprile 2011

Il 24 febbraio, il Consorzio di Bonifica Integrale Larinese pubblica il bando di gara per l’affidamento dei lavori di "irrigazione del Basso Molise con le acque dei fiumi Biferno e Fortore - 1° intervento”. Il termine per il ricevimento delle offerte è fissato al 21 aprile 2011.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera "Irrigazione del basso Molise acque fiumi Biferno e Fortore" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo).
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, si rileva che l’avvio dei lavori è previsto per il 15 settembre 2011 e l’ultimazione, dopo 3 anni, il 15 settembre 2014.


Dicembre 2011

La Regione Molise, con DGR n. 563 del 26 luglio 2011, approva lo schema di Nuova Intesa Generale Quadro da sottoscrivere tra il Governo e la Regione Molise che individua il nuovo quadro di priorità della Regione in materia di infrastrutture. L’opera “Irrigazione del Basso Molise con le acque dei fiumi Biferno e Fortore ” è inserita tra le infrastrutture strategiche della componente storica.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è inserita nelle stesse tabelle di aprile.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, risulta in corso la gara d'appalto per l'affidamento dell'esecuzione dei lavori. L'inizio dei lavori viene posticipato al 31 marzo 2012 e la loro ultimazione al 31 marzo 2015.


Marzo 2012

Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2012, risulta ancora in corso la gara e l'avvio dei lavori viene posticipato a maggio 2012.


Settembre 2012

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 1, opere confermate; allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS; Documento uno "due diligence".
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, risulta conclusa la gara, in data 18/05/2012, con l'aggiudicazione in via definitiva. Il RUP comunica inoltre che "La stessa sarà efficace a seguito di comprova dei requisiti in fase di verifica e delle risultanze del contenzioso in atto".


Dicembre 2012

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


Giugno 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato.


Ottobre 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS)  - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre).
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, risultano avviati i lavori a febbraio 2013 e la loro ultimazione è programmata per agosto 2015.


Giugno 2014

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-7 Opere esterne al Core ed al Comprehensive Network Schemi Idrici Mezzogiorno; A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


Dicembre 2014

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla Nota di aggiornamento del DEF 2013.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2014, risultano in corso i lavori.


Marzo 2016

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risultano in corso i lavori e la loro ultimazione è posticipata a novembre 2017.


Dicembre 2016

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risultano in corso i lavori, con un avanzamento del 41,03%.


Maggio 2018

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risulta aggiornato il costo complessivo in 78,3 milioni di euro. Risultano inoltre in corso i lavori, con uno stato di avanzamento del 54,92%, e la loro ultimazione è posticipata al 31 dicembre 2018.


Ottobre 2019

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2019, risultano sospesi i lavori per definire una possibile transazione ed una nuova variante.


Dicembre 2020

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2020, risultano ancora sospesi i lavori. Il RUP fa inoltre sapere che la definizione delle riserve ed il componimento delle dispute tecniche insorte per la redazione della Perizia di Variante sono state demandate al costituito Collegio Consultivo Tecnico (art.6 DL 76/2020 convertito in Legge 120/2020). Il Collegio si è espresso con determinazione n. 1 del 15 dicembre 2020 con la quale sono stati definiti l'importo da riconoscere all'Appaltatore in relazione alle riserve formulate e gli aspetti tecnici della Perizia. Si è ora in attesa del parere dell'Avvocatura dello Stato sulla proposta di transazione.


Maggio 2022

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2022, risultano predisposti l’Atto transattivo per il componimento bonario del contezioso instauratosi con l’Impresa appaltatrice e una nuova Perizia di Variante, la n. 4, in corso di approvazione.


COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
Costo al 21 dicembre 2001
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione al 30 aprile 2004
0,000
- Fonte:
Previsione al 30 aprile 2005
77,470
- Fonte: Corte dei Conti
Costo al 06 aprile 2006
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione al 30 aprile 2007
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Costo al 30 giugno 2008
0,000
- Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione al 30 aprile 2009
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Previsione al 30 aprile 2010
75,000
- Fonte: DPEF 2010-2013
Costo ad aprile 2011
75,000
- Fonte: DEF 2011
Previsione al 30 aprile 2011
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Costo al 30 giugno 2011
75,000
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione al 31 dicembre 2011
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Costo al 01 giugno 2012
75,000
- Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione al 30 giugno 2012
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Previsione al 30 settembre 2012
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Costo al 01 dicembre 2012
75,000
- Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Previsione al 30 giugno 2013
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Costo al 01 settembre 2013
75,000
- Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione al 31 ottobre 2013
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Costo al 01 aprile 2014
75,000
- Fonte: DEF 2014
Previsione al 30 giugno 2014
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Costo agosto 2014
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo al 01 settembre 2014
75,000
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 dicembre 2014
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Previsione al 31 marzo 2016
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Previsione al 31 dicembre 2016
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Previsione 31 maggio 2017
75,000
- Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Previsione al 31 maggio 2018
78,268
- Fonte: Consorzio di Bonifica Integrale Larinese
Previsione al 31 ottobre 2019
58,132
- Fonte: Consorzio di Bonifica Integrale Larinese
Previsione al 31 dicembre 2020
58,132
- Fonte: Consorzio di Bonifica Integrale Larinese
Previsione al 31 maggio 2022
58,132
- Fonte: Consorzio di Bonifica Integrale Larinese
QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
Risorse disponibili al 31 maggio 2022
75,000

Fondi Legge Obiettivo
29,003
Fonte: Delibera CIPE 147/2006
Fondi Legge Obiettivo
45,997
Fonte: Delibera CIPE 147/2006

Fabbisogno residuo al 31 maggio 2022
-16,868

STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione esecutiva
Conferenza servizi
Conclusa
Note
Progettazione esecutiva affidata allo Studio FERRAUTO in data 24/11/2004.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione esecutiva Esterno 54.345.779,76 Ingg. Luciano e Francesco FERRAUTO – Arch. Francesca FERRAUTO

AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore
Consorzio di Bonifica Integrale Larinese
Modalità di selezione
Affidamento con bando
Procedura
Procedura aperta
Sistema di realizzazione
Appalto sola esecuzione
Criterio di aggiudicazione
Prezzo più basso
Fase progettuale a base di gara
Esecutiva
Tempi di esecuzione
Progettazione
Lavori
923 giorni
Data bando
24/02/2011
CIG/CUI
069824305A
Data aggiudicazione
18/05/2012
Tipo aggiudicatario
ATI
Nome
CONSORZIO IMPRESE RIUNITE (capogruppo)
Codice fiscale
09530091009
Data stipula contratto
19/12/2012
Quadro economico
Importo a base di gara(1)
51.983.171,38
Importo oneri per la sicurezza
2.362.608,38
Importo complessivo a base di gara
54.345.779,76
Importo di aggiudicazione(2)
34.552.844,06
Somme a disposizione
22.477.017,44
Importo totale
57.029.861,50
% Ribasso di aggiudicazione
33,53
% Rialzo di aggiudicazione
Note
Lavori affidati a: ATI - CONSORZIO IMPRESE RIUNITE (capogruppo) - CONSORZIO ACQUA E AMBIENTE (mandante) - SOC. COOP. EDILE MOLISANA ( mandante cooptata). Contratto in data 19/12/2012, registrato a Campobasso in data 28/12/2012 al n. 4543 - serie 1T.

1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori
In corso
Data presunta inizio lavori
Data effettiva inizio lavori
01/02/2013
Stato avanzamento (importo)
23.415.025,80
Stato avanzamento (percentuale)
59,83
Data presunta fine lavori
13/08/2015
Data effettiva fine lavori
Data presunta fine lavori x varianti
15/04/2023
Tempi realizzazione
in ritardo
Descrizione ritardo
I lavori sono attualmente sospesi a far data dal 05/11/2018.
Data collaudo statico
Data collaudo tecnico-amministrativo
Note
I lavori sono attualmente sospesi.

Contenzioso
Totale riserve definite
Importo complessivo riserve definite
Totale riserve da definire
9
Importo complessivo riserve da definire
43.836.452,13
Note
La definizione delle riserve ed il componimento delle dispute tecniche insorte per la redazione della Perizia di Variante sono state demandate al costituito Collegio Consultivo Tecnico (art.6 D.L. 76/2020 convertito in Legge n.120/2020) - il Collegio si è espresso con determinazione n.1 del 15/12/2020 con cui è stato definito l'importo da riconoscere all'Appaltatore in relazione alle riserve formulate, pari a € 4.300.000, nonché definiti alcuni aspetti tecnici della Perizia. E' stato acquisito il richiesto parere dell'Avvocatura dello Stato sulla proposta di transazione, ed al momento si è in attesa di precise indicazioni da parte della Regione Molise in merito a questioni tecniche relative alla Perizia di Variante n.4 per la definitiva approvazione e la consequenziale ripresa dei lavori.

Sospensione lavori
Numero totale
2
Giorni di sospensione totali
Note
Prima sospensione parziale (già segnalata). Seconda sospensione lavori in data 05/11/2018.

Varianti
Numero totale
3
Giorni proroga totali
90
Motivi
Altri motivi
con la Variante n.3 si è avuta una novazione dei termini contrattuali per l'ultimazione dei lavori fissata in data 30/06/2018.
Importo
36.771.308,00
Importo oneri sicurezza
2.362.608,38
Somme a disposizione
18.997.676,74
Totale
58.131.593,12
Note
E' stata predisposta una nuova Perizia di Variante n. 4 (da approvata ai sensi dell’art. 132 comma 1 lett. b) e art. 132 comma 3 – secondo periodo del D.Lgs. 163/2006 e con riferimento alle modalità, per l’accelerazione degli interventi infrastrutturali, di cui all’ art. 1, comma 15, del D.L. 18 aprile 2019 n. 32, convertito, con modificazioni, nella legge 14 giugno 2019 n. 55, da ultimo applicabili fino al 31.12.2023 in forza di quanto disposto dall’art. 52 comma 1 del D.L. 31 maggio 2021 n. 77, convertito, con modificazioni, nella legge 29 luglio 2021 n. 108), nonché l’Atto transattivo per il componimento bonario del contezioso instauratosi con l’Impresa appaltatrice (attualmente pendente dinanzi al Tribunale di Campobasso). E' stata conclusa l’istruttoria tecnico-amministrativa per l’eventuale approvazione definitiva della Perizia di Variante n. 4 e si è in attesa di un formale provvedimento da parte dalla Regione Molise che, di fatto, fornisca a questo Ente gli atti di indirizzo e le “precise indicazioni” sulle questioni attinenti alla richiamata Perizia, conformemente a quanto indicato con nota prot. 12531 del 18/06/2021 del Direttore della D.G. per le dighe e le infrastrutture idriche, del Ministero delle Infrastrutture e della Mobilità Sostenibili.
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Molise del 4 giugno 2004
Delibera CIPE 19/2004 del 29 settembre 2004
Delibera CIPE 21/2004 del 29 settembre 2004
Pre-CIPE del 20 ottobre 2004
Delibera CIPE 98/2005 del 29 luglio 2005
Delibera CIPE 153/2005 del 2 dicembre 2005
Delibera CIPE 75/2006 del 29 marzo 2006
Delibera CIPE 99/2006 del 29 marzo 2006
Delibera CIPE 147/2006 del 17 novembre 2006
1° Atto aggiuntivo Intesa Generale Quadro Governo e Regione Molise del 23 gennaio 2009
Relazione del Consorzio di Bonifica Integrale Larinese sullo stato del Procedimento dell’opera “Irrigazione del Basso Molise con le Acque dei Fiumi Biferno e Fortore - 1° Intervento” del 30 dicembre 2009
Bando di gara Consorzio di Bonifica Integrale Larinese del 24 febbraio 2011
Delibera Regione Molise n. 563 del 26 luglio 2011