SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Infrastrutture Idriche

INFRASTRUTTURE IDRICHE / Sardegna - Interconnessione dei sistemi idrici Tirso, Flumendosa-Campidano e Sulcis-Iglesiente - 1°, 2°, 3° e 4° lotto

SCHEDA N. 170

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPESS o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/05/2022

Localizzazione
Cup
    SISTEMA INFRASTRUTTURALE

    Infrastrutture Idriche

    Soggetto titolare

    ENAS - Ente Acque della Sardegna

    Descrizione

    Il progetto per la realizzazione della interconnessione dei sistemi idrici Tirso e Flumendosa-Campidano e migliore utilizzazione dei bacini vallivi Tirso-Fluminimannu di Pabillonis-Mogoro si compone di 2 interventi: - 1° e 2° lotto - linea di adduzione principale e opere di derivazione del Rio Mogoro e adeguamento di prese irrigue esistenti - 3° lotto – completamento funzionale e collegamento dei distretti irrigui di Pabillonis e Zeppara - 4° lotto – interconnessione del sistema Tirso - Flumendosa con il sistema Sulcis - Iglesiente L’analisi di dettaglio è stata, pertanto, condotta anche in modo distinto per ciascuno di essi. L’opera assolve la funzione di trasferimento di risorsa dal bacino del Tirso all’area del Flumendosa Campidano, caratterizzata da un gravoso deficit idrico. Il progetto delle opere è articolato in 4 lotti: - gli interventi relativi ai lotti 1 e 2 sono stati realizzati e sono in esercizio. Le opere consentono di trasferire dal sistema Tirso al sistema Flumendosa, e a ritroso dal sistema Flumendosa al sistema Tirso, i deflussi non utilizzati dei bacini del Fluminimannu di Pabillonis, Mogoro e Tirso a valle della diga di Cantoniera. - con il 3° lotto sono invece previste opere finalizzate a: migliorare l’efficienza funzionale e la flessibilità gestionale, anche dal punto di vista energetico, del trasferimento idrico bi-direzionale tra i sistemi Tirso e Flumendosa realizzato con le opere di 1° e 2° lotto; collegare al sistema Tirso i distretti irrigui già attrezzati di Zeppara, Pabillonis e San Gavino attualmente alimentati dal sistema Medio Flumendosa, liberando risorse del sistema Flumendosa che potranno essere destinate all’irrigazione della Marmilla meridionale; collegare alla linea di trasferimento Tirso-Flumendosa e, in senso inverso, in pressione dall’invaso di Sa Forada la presa per uso potabile della vasca di carico di Zeppara a servizio dell’impianto di potabilizzazione di Sant’Antonio di Santadi; collegare i distretti irrigui di Zeppara, San Gavino e Pabillonis e il potabilizzatore di Sant’Antonio di Santadi alla linea Sa Forada – Sardara, con la possibilità di disconnettere il canale nord-ovest dell’Ente autonomo Flumendosa, attualmente la sola linea di vettoriamento di tali utenze, che presenta un notevolissimo valore di perdita delle portate convogliate in relazione alla vetustà ed al precario stato di conservazione. - con il 4° lotto sono previste opere che consentiranno l'interconnessione del sistema Tirso-Flumendosa con il sistema Sulcis-Iglesiente

    Delibere CIPESS e/o ordinanze attuative

    60/2003
    8/2007
    62/2011
    93/2012

    Dati storici

    2000
    L’opera è compresa nel documento di base per la definizione dell’accordo di programma quadro Stato-Regione sulle risorse idriche, sottoscritto il 26 febbraio.
    2001
    L’intervento è incluso nella delibera CIPE n. 121 tra gli “Interventi per l’emergenza idrica nel Mezzogiorno continentale e insulare”.
    2002
    Il Piano d’Ambito viene approvato con ordinanza del Commissario per l’emergenza idrica del 30 settembre.
    L’Assessorato ai beni culturali della provincia di Cagliari autorizza la realizzazione dell’intervento con prescrizioni.
    Il Piano stralcio di bacino è approvato con ordinanza del Commissario per l’emergenza idrica del 31 dicembre.
    Il Comitato Tecnico Amministrativo Regionale (CTAR esprime parere favorevole sul progetto definitivo, indicando le prescrizioni per le opere di derivazione.
    2003
    La Soprintendenza per i beni archeologici di Cagliari conferma parere favorevole con prescrizioni.
    L’Assessorato ai beni culturali della provincia di Oristano autorizza la realizzazione con prescrizioni.
    L’ordinanza del Commissario per l’emergenza idrica del 20 marzo approva il progetto definitivo e disciplina il rapporto di affidamento dell'intervento: “Interconnessione dei sistemi idrici del Tirso e Flumendosa - Campidano e migliore utilizzazione dei bacini vallivi del Tirso-Fluminimannu di Pabillonis - Mogoro 1° e 2° lotto“. Il progetto prevede un costo di 71,5 Meuro comprensivo di un premio di accelerazione di 4,4 Meuro per ridurre i tempi di realizzazione da 18 a 12 mesi.
    Viene pubblicato il bando di gara dell’Ente Autonomo del Flumendosa (EAF) progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori relativi alla linea di adduzione principale. Viene indicato un costo di 44,7 Meuro.
    I lavori vengono aggiudicati alla Opere Pubbliche Spa per 30,7 Meuro.
    Il Commissario per l’emergenza idrica, con ordinanza n. 353, per accelerare i tempi di esecuzione, utilizza, a titolo di anticipazione, i fondi commissariali, con l’intento di reintegrare la dotazione con un finanziamento a valere sulle risorse di cui alla legge n. 166/2002. La stessa ordinanza dispone che la valutazione delle prescrizioni del progetto preliminare delle opere di derivazione di Rio Mogoro venga effettuata prima dell’approvazione del relativo progetto definitivo.
    Il MIT trasmette al CIPE la relazione istruttoria aggiornata e propone un finanziamento di 67,1 Meuro a carico delle risorse della legge n. 166/2002.
    Il CIPE, con delibera n. 60, prende atto che l’iter autorizzativo è stato espletato a cura dell’EAF in tempi precedenti alla presentazione del progetto al MIT e che le opere non sono state ritenute da assoggettare a VIA nazionale o regionale.
    L’EAF invia copia del progetto definitivo alle amministrazioni interessate e ai gestori di opere interferenti e le amministrazioni interessate rilasciano regolare concessione edilizia (il Comune di Pabillonis rilascia il nulla osta e il Comune di Terralba parere favorevole al progetto).
    Per l’iter autorizzativo del progetto preliminare delle opere complementari di derivazione, le autorizzazioni delle amministrazioni interessate, nonché quelle relative alle interferenze vengono acquisite insieme al progetto della linea di adduzione principale. Il progetto definitivo delle opere di derivazione del Rio Mogoro dovrà essere approvato previa la verifica di incidenza.
    Il CIPE, per l’“Interconnessione dei sistemi idrici Tirso e Flumendosa - Campidano e migliore utilizzazione dei bacini vallivi Tirso - Fluminimannu di Pabillonis - Mogoro 1° e 2° lotto”, per il biennio 2003-2004, assegna un contributo complessivo di 67,1 Meuro a valere sui fondi della legge n. 166/2002, di cui 50,6 per l’anno 2002 e 16,5 per il 2003.
    2004
    La Cassa depositi e prestiti, con nota del 29 settembre, comunica all’Ente autonomo Flumendosa la concessione, a valere sui limiti di impegno della legge n. 166/2002, di un importo max di 6,1 Meuro, del mutuo di euro 66,45 Meuro decorrente dall’1 gennaio 2005.
    L’OPCM n. 3386 conferma il Presidente della Regione Sardegna Commissario delegato per l’emergenza idrica fino al 31 dicembre 2006, con potere di provvedere, in regime ordinario, al completamento degli interventi del programma commissariale definito per il superamento dell’emergenza stessa.
    2006
    L’opera è compresa nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
    Il Commissario Governativo per l’emergenza idrica, con ordinanza n. 437, approva il programma di opere per il superamento dell’emergenza-fse di completamento n. 2, comprensivo, del “cofinanziamento del completamento dell’interconnessione Tirso-Flumendosa-3° tto” per un importo di euro 5 Meuro.
    Il Sub Commissario governativo per l’emergenza idrica approva il progetto definitivo dei “lavori di completamento funzionale e collegamento dei distretti irrigui di Pabillonis e Zeppara – 3° lotto”.
    2007
    Il MIT, con nota del 16 febbraio,trasmette al CIPE la relazione istruttoria relativa alla “proposta di assegnazione di finanziamento al progetto definitivo” relativa alla “Interconnessione dei sistemi idrici Tirso e Flumendosa-Campidano e migliore utilizzazione dei bacini vallivi Tirso-Fluminimannu di Pabillonis-Mogoro. Lavori di completamento funzionale e collegamento dei distretti irrigui di Pabillonis e Zeppara- 3° otto”.
    Il CIPE con delibera n. 8, approva il progetto definitivo del 3° lotto e autorizza l’utilizzo della disponibilità finanziaria residua di euro 13,6 Meuro corrispondente alle economie realizzate sulle risorse assegnate con la delibera n. 60/2003, quale cofinanziamento del progetto definitivo del 3° lotto.
    Ente Acque della Sardegna (E.N.A.S.) pubblica il bando di gara per l’affidamento dell’appalto integrato per i lavori di completamento funzionale e collegamento dei distretti irrigui di Pabillonis e Zeppara-3° lotto.
    I lavori vengono aggiudicati alla Opere Pubbliche Spa ad un prezzo di 30,7 Meuro.
    2008
    E.N.A.S. aggiudica l’appalto integrato per i lavori di completamento funzionale e collegamento dei distretti irrigui di Pabillonis e Zeppara - 3° lotto.
    2009
    L’intervento è compreso nella delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.
    2010
    Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera “Interconnessione sistemi idrici Tirso e Flumendosa/Campidano (Pabillonis-Mogoro-Zeppara), divisa in due interventi “1°e 2° lotto” e “3° lotto” è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
    Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
    Aprile 2011

    Nell’Allegato Infrastrutture allDEF 2011 l’opera “Interconnessione sistemi idrici Tirso e Flumendosa/Campidano (Pabillonis-Mogoro-Zeppara), divisa in due interventi “1°e 2° lotto” e “3° lotto” è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”; “6: Programma Infrastrutture Strategiche – Stato avanzamento lavori”.
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risultano completati nel 2006 i lotti 1 e 2, mentre i lavori del lotto 3 risultano in corso. L'avanzamento lavori è del 22% e l'ultimazione è prevista entro novembre 2011.


    Dicembre 2011

    Il CIPE, con delibera n. 62 del 3 agosto, individua gli interventi strategici prioritari per l’attuazione del Piano Nazionale per il Sud. L'intervento "Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso-Flumendosa 4° lotto. Collegamento Sulcis Iglesiente" è inserito nell'allegato "Elenco infrastrutture strategiche interregionali e regionali", con un'assegnazione di 50 Meuro.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera “Interconnessione sistemi idrici Tirso e Flumendosa/Campidano (Pabillonis-Mogoro-Zeppara), divisa in due interventi: "1° e 2° lotto” e "3° e 4° lotto", è riportata nelle tabelle: “1: Programma Infrastrutture Strategiche- Aggiornamento Giugno 2011" e "5: Stato attuativo dei progetti approvati al CIPE 2002-2011”. I lotti 3° e 4° sono inseriti anche nella tabella” 2: Quadro Programmatico Prioritario 2011–2013 Programma Nazionale di Riforma”. Il lotto 4° è inoltre presente nella tabella: “F: Piano Nazionale per il Sud: le opere di legge obiettivo confluite nella delibera CIPE 62/2011” con la dicitura “Nuovo inserimento acquisito nel presente allegato Infrastrutture”.
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 dicembre 2011, risulta che l'avanzamento lavori del 3° lotto è al 56,84% e l'ultimazione è prevista per il 30 aprile 2012


    Settembre 2012

    Il CIPE, con delibera n. 93 del 3 agosto, approva la Programmazione delle risorse residue del Fondo per lo sviluppo e la coesione (FSC) regione Sardegna e la rimodulazione delle coperture finanziarie di alcuni interventi del Piano nazionale per il Sud di cui alla delibera n. 62/2011. Le risorse assegnate all’intervento “Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso- Flumendosa 4° lotto. Collegamento Sulcis Iglesiente” con delibera 62/2011, pari a 50 Meuro, sono rimodulate in 31 Meuro a carico delle “Risorse liberate” e 19 a carico “Economie FSC 2000/2006”.
    L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
    L'opera, suddivisa in tre interventi, è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS; Documento uno "due diligence".
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, risulta che l'avanzamento lavori del 3° lotto è al 73,3 %. Per il 4° lotto è disponibile lo studio di fattibilità.


    Dicembre 2012

    Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
    Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


    Giugno 2013

    Il CIPE, con delibera n. 14 dell’8 marzo 2013, dispone, tra l’altro, la proroga al 31 dicembre 2013 del termine per l’assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti (OGV) con riferimento agli interventi finanziati con la delibera CIPE 62/2011.
    L'opera, articolata in tre interventi, è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato – Lotti 1 e 2 e Lotto 3; Tabella A Documento due diligence 1 – Lotti 1 e 2, Lotto 3 e Lotto 4.


    Ottobre 2013

    L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo, lotti 1-2, 3 e 4; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS)  - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione, lotti 1-2 e 3.
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, risultano sospesi i lavori del lotto 3.


    Giugno 2014

    Il CIPE, con delibera n. 94 del 17 dicembre 2013, dispone, tra l’altro, la proroga al 30 giugno 2014 del termine per l’assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti - già stabilito al 31 dicembre 2013 dalla delibera CIPE 14/2013 - con riferimento agli interventi finanziati con la delibera CIPE 62/2011.
    Il Ministero dello Sviluppo Economico, sulla base di quanto stabilito dalla delibera CIPE 94/2013, con circolare del Direttore Generale per la politica regionale unitaria del gennaio 2014, ha chiesto alle Regioni, per gli interventi per i quali non sia possibile rispettare le scadenze sopraccitate, di confermare la rilevanza strategica degli stessi e di formalizzare le date previste per l’assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti (OGV).
    La Regione Sardegna, con DGR n. 4/35 del 5 febbraio 2014, approva l’aggiornamento della bozza della Nuova Intesa Generale Quadro (IGQ) di cui alla legge n. 443/2001. L’opera “Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso Flumendosa 4° lotto. Collegamento Sulcis Iglesiente”, articolata in due interventi, è inclusa tra gli interventi della componente storica. Il primo intervento, relativo alla fase di progettazione, è classificato tra le opere strategiche cantierabili, con un costo di 1 Meuro interamente disponibili, e, trattandosi di un intervento finanziato con la delibera CIPE 62/2011, risulta in fase di inserimento in APQ rafforzato. Il secondo intervento, relativo alla fase di realizzazione dell’opera, invece è classificato tra le opere strategiche non immediatamente cantierabili, con un costo di 59 Meuro, una disponibilità di 18 Meuro e un fabbisogno di 41 Meuro.
    IL CIPE, nella seduta del 14 febbraio 2014, acquisisce un’informativa concernente l’interconnessione dei sistemi idrici Tirso e Flumendosa – Campidano 3° lotto.
    La Regione Sardegna, con DGR n. 5/48 del 11 febbraio 2014, individua e definisce, nell’ambito del “Piano straordinario per il Sulcis”, gli interventi di competenza dell’Assessorato dei Lavori Pubblici. In tale piano risulta compreso l’intervento “Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso Flumendosa 4° lotto. Collegamento Sulcis Iglesiente”, con un costo dell’opera incrementato di circa 10 Meuro, rispetto ai 50 Meuro stimati in precedenza e per i quali era stata definita la copertura finanziaria con la deliberazione CIPE n. 62/2011 e la deliberazione CIPE n. 93/2012.
    L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-7 Opere esterne al Core ed al Comprehensive Network Schemi Idrici Mezzogiorno; A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche, articolata in 3 interventi (1° e 2° lotto, 3° lotto e 4° lotto).
    Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.
    La Regione Sardegna, con DGR n. 16/1 del 6 maggio 2014 conferma la rilevanza strategica degli interventi programmati dalle delibere CIPE 62/2011, 78/201187/2012, 60/2012 e 8/2012 e dispone, tra l’altro, una ricognizione delle economie rinvenienti dalla programmazione FSC 2000-2006 al fine di reperire le risorse pari a 19 Meuro per finanziare gli interventi "Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso- Flumendosa 4° lotto. Collegamento Sulcis-Iglesiente" (1 Meuro) e "S.S.131 dal km 146,800 al km 209,462 - 3°lotto omogeneo" (18 Meuro).
    Il CIPE, con delibera n. 21 del 30 giugno 2014, dispone, tra l’altro, la proroga al 31 marzo 2016 del termine per l’assunzione delle obbligazioni giuridicamente vincolanti per il complesso delle risorse assegnate alle Amministrazioni centrali e regionali per l’intero ciclo di programmazione del FSC 2007-2013.


    Dicembre 2014

    Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla Nota di aggiornamento del DEF 2013.
    L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche, articolata in 3 interventi (1° e 2° lotto, 3° lotto e 4° lotto); Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.
    La Regione Sardegna, con DGR n. 44/23 del 7 novembre 2014, approva la riprogrammazione delle economie FSC 2000-2006 dell’Accordo di Programma Quadro “Risorse Idriche e Opere Fognario Depurative” per un totale di 1 Meuro in favore dell’Intervento “Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso-Flumendosa 4° lotto. Collegamento Sulcis Iglesiente”.
    L'Assessorato ai Lavori Pubblici della Regione Autonoma Sardegna, con nota 43925 del 12 dicembre 2014 comunica all'ENAS la necessità dell’attivazione della Convenzione che regola il finanziamento di 1 Meuro in favore dell’Intervento “Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso-Flumendosa 4° lotto. Collegamento Sulcis Iglesiente”, al fine di attivarne l'impegno giuridicamente vincolante necessario ai sensi della delibera CIPE 21/2014.
    ll Commissario Straordinario dell’ENAS - nominato con decreto del Presidente della Regione n. 123 del 29.10.2014 su conforme deliberazione della Giunta Regionale n. 43/29 del 28 ottobre 2014 - con determinazione n. 13 del 18 dicembre 2014, approva lo schema di convenzione tra l'Assessorato dei Lavori Pubblici della Regione Autonoma della Sardegna e l'Ente Acque della Sardegna (ENAS) per l'attuazione, con l'impiego delle risorse di cui alla DGR n. 5/48 del 11.02.2014, dell’intervento “Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso-Flumendosa 4° lotto. Collegamento Sulcis Iglesiente”.
    La Commissione Europea, in data 29 ottobre 2014, adotta l’Accordo di Partenariato con l’Italia per l'impiego dei fondi strutturali e di investimento europei per la crescita e l’occupazione nel periodo 2014-2020.
    L’articolo 1, comma 703, della Legge 23 dicembre 2014, n. 190 (legge di stabilità 2015), definisce le nuove procedure di programmazione delle risorse del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020.


    Marzo 2016

    Il CIPE, con delibera n. 8 del 28 gennaio 2015, prende atto dell’Accordo di Partenariato Italia 2014-2020, adottato con decisione esecutiva in data 29 ottobre 2014 dalla Commissione Europea e relativo alla programmazione dei Fondi SIE (Fondi strutturali e di investimento europei) per il periodo 2014-2020.
    In data 2 luglio 2015, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti pubblica l’aggiornamento dell’Anagrafe delle Opere pubbliche Incompiute di interesse nazionale al 31 dicembre 2014. Tra le 67 opere incompiute della Sardegna vi è l’intervento “Interconnessione dei sistemi idrici Tirso-Flumendosa-Campidano e migliore utilizzazione dei bacini vallivi Tirso e Fluminimannu di Pabillonis e Mogoro. Lavori di completamento funzionale e collegamento dei distretti irrigui di Pabillonis e Zeppara, 3° lotto”, dell’importo complessivo di 18,583 Meuro.
    Con DPCM 25 febbraio 2016 è istituita la Cabina di Regia, di cui all’articolo 1, comma 703, lettera c), della legge 23 dicembre 2014, n. 190, che, per la programmazione del Fondo sviluppo e coesione 2014-2020, costituisce la sede di confronto tra lo Stato, le Regioni e le Province autonome di Trento e Bolzano nonché le Città metropolitane e assicura il raccordo politico, strategico e funzionale per facilitare un’efficace integrazione tra gli investimenti promossi, imprimere l’accelerazione e garantirne una più stretta correlazione con le politiche governative per la coesione territoriale.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risultano ancora sospesi i lavori del lotto 3 e in fase di progettazione quelli del lotto 4. 


    Dicembre 2016

    In data 1° luglio 2016, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti pubblica l’aggiornamento dell’Anagrafe delle Opere pubbliche Incompiute di interesse nazionale al 31 dicembre 2015. Tra le 80 opere incompiute della Sardegna vi è l’intervento “Interconnessione dei sistemi idrici Tirso-Flumendosa-Campidano e migliore utilizzazione dei bacini vallivi Tirso e Fluminimannu di Pabillonis e Mogoro. Lavori di completamento funzionale e collegamento dei distretti irrigui di Pabillonis e Zeppara, 3° lotto”, dell’importo complessivo di 18,583 Meuro.
    In data 29 luglio 2016 è sottoscritto, tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Sardegna, il Patto per lo sviluppo della regione Sardegna “Attuazione degli interventi prioritari e individuazione delle aree di intervento strategiche per il territorio” che prevede interventi per un importo complessivo di 2,905 miliardi di euro di cui 1,510 miliardi di euro da finanziare con risorse FSC 2014-2020. Il costo totale degli interventi dell’area “infrastrutture” ammonta a 1,338 miliardi di euro di cui 313,600 Meuro da finanziare con risorse FSC 2014-2020. Nell’allegato A, in cui sono identificati gli interventi prioritari e gli obiettivi da conseguire entro il 2017, tra gli interventi dell’area “Ambiente” è riportata l’opera “Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso-Flumendosa 4° lotto - Collegamento Sulcis Iglesiente”, con un costo di 60 Meuro, finanziato con 1 Meuro di risorse FSC 2007-2013 e 59 Meuro di risorse FSC 2014-2020 già assegnate al Patto, e con obiettivo Patto al 2017 “Progettazione definitiva”.
    Il CIPE, con delibera n. 25 del 10 agosto 2016, approva le aree tematiche, la dotazione finanziaria e le regole di funzionamento del Fondo per lo Sviluppo e la Coesione (FSC) 2014-2020. La dotazione finanziaria complessiva del Fondo FSC è pari a 38,716 miliardi di euro di cui 23,441 miliardi relativi a preallocazioni disposte con legge e ad assegnazioni disposte con delibere CIPE (comprese, tra le altre, le risorse assegnate con le delibere 26/2016 e 27/2016) e 15,275 miliardi di euro destinati ai Piani operativi, da adottarsi ai sensi della lettera c) del comma 703 della legge n. 190/2014. La quasi totalità della risorse destinate a Piani operativi afferiscono alle seguenti aree tematiche: Infrastrutture, 11,500 miliardi di euro; Ambiente, 1,900 miliardi di euro; Sviluppo economico e produttivo, 1,400 miliardi di euro; Agricoltura, 400 Meuro. Tali Piani operativi sono approvati dal CIPE nella seduta del 1 dicembre 2016.
    Il CIPE, con delibera n. 26 del 10 agosto 2016, assegna le risorse a valere sul Fondo FSC 2014-2020, alle Regioni e alle Città metropolitane del Mezzogiorno (o Comuni capoluogo dell’Area metropolitana) per l’attuazione di interventi da realizzarsi mediante appositi Accordi inter-istituzionali denominati “Patti per il Sud”. La dotazione finanziaria del Patto con la Regione Sardegna è determinata in 1,510 miliardi di euro. Con la delibera 26/2016 sono altresì approvati i contenuti dei Patti per il Sud e le modalità di attuazione (regole procedurali, criteri di ammissibilità, modalità di riprogrammazione, casi di revoca e modalità di trasferimento delle risorse).
    La Regione Sardegna, con DGR n. 46/5 del 10 agosto 2016, prende atto del Patto per lo sviluppo della Regione Sardegna sottoscritto, tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Sardegna, il 29 luglio 2016 e approva gli interventi da finanziare con le risorse FSC del periodo di programmazione 2014-2020.


    Maggio 2018

    Le Linee d’Azione del Patto per lo Sviluppo della Regione Sardegna sono definite con DGR n. 5/16 del 24 gennaio 2017, come modificata dalla DGR n. 37/9 dell'1 agosto 2017.
    In data 3 luglio 2017, il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti pubblica l’aggiornamento dell’anagrafe delle opere pubbliche incompiute di interesse nazionale al 31 dicembre 2016. Tra le 99 opere incompiute della Sardegna vi è l’intervento “Interconnessione dei sistemi idrici Tirso-Flumendosa-Campidano e migliore utilizzazione dei bacini vallivi Tirso e Fluminimannu di Pabillonis e Mogoro. Lavori di completamento funzionale e collegamento dei distretti irrigui di Pabillonis e Zeppara, 3° lotto”, dell’importo complessivo di 18,583 milioni di euro.
    In data 27 luglio 2017 è stipulata la Convenzione Regione Sardegna e ENAS per l’attuazione dell’intervento “Interconnessione dei sistemi Idrici: Collegamento Tirso Flumendosa Campidano 4° lotto. Collegamento Sulcis Iglesiente – Progettazione definitiva, esecutiva e realizzazione opere”. Tale Convenzione è stata approvata in data 8 agosto 2017 con Determinazione del Direttore del Servizio Opere Idriche e Idrogeologiche della Regione Sardegna, prot. n. 32062 rep. n. 1174.
    L’ENAS, in data 27 ottobre 2017, pubblica sulla Gazzetta ufficiale nazionale il bando di gara n. 136SG/2017, per l’affidamento dei servizi di progettazione relativi al 1° lotto funzionale delle infrastrutture necessarie per la realizzazione dell’intervento “Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso Flumendosa 4° lotto. Collegamento Sulcis - Iglesiente”.
    La Regione Sardegna, con DGR n. 52/26 del 22 novembre 2017, approva la riprogrammazione delle risorse disponibili all’interno del Patto per lo Sviluppo della Sardegna, di cui alla Delibera CIPE n. 25 del 10 agosto 2016, al fine dell’accelerazione della spesa.
    In data 12 dicembre 2017, il Ministro per la Coesione Territoriale e il Presidente della Regione Sardegna sottoscrivono il I° Atto Modificativo del Patto per lo Sviluppo della Regione Sardegna.
    Il 17 maggio 2018, si conclude la nuova riprogrammazione del Patto, con la sottoscrizione di un II° Atto Modificativo.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risulta previsto il riavvio dei lavori del 3° lotto entro il 1° semestre 2018 ed in corso di affidamento i servizi di progettazione relativi al 1° lotto funzionale delle infrastrutture necessarie per la realizzazione dell’intervento “Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso Flumendosa 4° lotto. Collegamento Sulcis - Iglesiente”.
    L’ENAS, con determinazione n° 644 del 5 luglio 2018, aggiudica i servizi di progettazione relativi al 1° lotto funzionale delle infrastrutture necessarie per la realizzazione dell’intervento “Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso Flumendosa 4° lotto. Collegamento Sulcis - Iglesiente” al RTP composto da SGI Studio Galli Ingegneria Srl, STECI Srl, Sardegna Ingegneria Scarl, Criteria Srl e MCE The Milan Company Srl.


    Ottobre 2019

    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2019, relativamente al 3° lotto risulta in corso di definizione una transazione economica con l’impresa Vittadello SpA. Per il 4° lotto risulta invece che, con atto aggiuntivo del 19 aprile 2019, l'incarico dei servizi di progettazione relativi al 1° lotto funzionale della linea di intervento A è stato esteso alla linea di intervento C. Il progetto definitivo, relativo al 1° lotto funzionale esteso, risulta ultimato in data 27 maggio 2019.


    Dicembre 2020

    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2020, si riporta il seguente stato di avanzamento per lotti:
    -        1° e 2° lotto - Collegamento Tirso e Flumendosa-Campidano – Lavori ultimati nel 2006;
    -        3° lotto - Collegamento Tirso e Flumendosa-Campidano - In corso di definizione una transazione economica con l’impresa Vittadello SpA;
    -        4° lotto - Collegamento Sulcis-Iglesiente – In corso di esecuzione il servizio di caratterizzazione ambientale delle terre e rocce da scavo; avviata in data 11 dicembre 2020 la procedura di Valutazione di Impatto Ambientale nazionale; avvio dei lavori programmato per luglio 2022.


    Maggio 2022

    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2022, si riporta il seguente stato di avanzamento per lotti:
    -        1° e 2° lotto - Collegamento Tirso e Flumendosa-Campidano, lavori ultimati nel 2006;
    -        3° lotto - Collegamento Tirso e Flumendosa-Campidano, sottoscritto in data 26 gennaio 2022 l’Atto di Transazione tra l’ENAS e l’impresa appaltatrice COGEVI SpA (era Intercantieri Vittadello Spa) che prevede, tra l’altro, la ripresa dei lavori fino a conclusione ed il riconoscimento dell’importo transattivo. I tempi stimati per la conclusione delle opere ed il collaudo sono di circa 18 mesi;
    -        4° lotto - Collegamento Sulcis-Iglesiente, servizio di caratterizzazione ambientale delle terre e rocce da scavo in corso; avvio dei lavori riprogrammato a gennaio 2023.


    COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
    Costo al 21 dicembre 2001
    0,000
    - Fonte: Delibera CIPE 121/2001
    Previsione al 30 aprile 2004
    0,000
    - Fonte: Delibera CIPE 60/2003
    Previsione al 30 aprile 2005
    0,000
    - Fonte: Delibera CIPE 60/2003
    Costo al 06 aprile 2006
    0,000
    - Fonte: Delibera CIPE 130/2006
    Previsione al 30 aprile 2007
    74,095
    - Fonte: Delibera CIPE 8/2007
    Costo al 30 giugno 2008
    0,000
    - Fonte: DPEF 2009-2013
    Previsione al 30 aprile 2009
    69,829
    - Fonte: Delibera CIPE 10/2009
    Previsione al 30 aprile 2010
    73,790
    - Fonte: DPEF 2010-2013
    Costo ad aprile 2011
    68,970
    - Fonte: DEF 2011
    Previsione al 30 aprile 2011
    68,970
    - Fonte: DEF 2011
    Costo al 30 giugno 2011
    118,970
    - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
    Previsione al 31 dicembre 2011
    118,970
    - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
    Costo al 01 giugno 2012
    122,470
    - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
    Previsione al 30 giugno 2012
    118,970
    - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
    Previsione al 30 settembre 2012
    122,470
    - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
    Costo al 01 dicembre 2012
    122,470
    - Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
    Previsione al 30 giugno 2013
    122,470
    - Fonte: DEF 2013
    Costo al 01 settembre 2013
    122,470
    - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
    Previsione al 31 ottobre 2013
    122,470
    - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
    Costo al 01 aprile 2014
    122,470
    - Fonte: DEF 2014
    Previsione al 30 giugno 2014
    132,473
    - Fonte: Delibera Regione Sardegna n. 4/35 del 05/02/2014
    Costo agosto 2014
    122,470
    - Fonte: Delibera CIPE 26/2014
    Costo al 01 settembre 2014
    122,470
    - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
    Previsione al 31 dicembre 2014
    132,473
    - Fonte: Delibera Regione Sardegna n. 4/35 del 05/02/2014
    Previsione al 31 marzo 2016
    132,473
    - Fonte: Delibera Regione Sardegna n. 4/35 del 05/02/2014
    Previsione al 31 dicembre 2016
    132,473
    - Fonte: Delibera Regione Sardegna n. 4/35 del 05/02/2014
    Previsione 31 maggio 2017
    132,473
    - Fonte: Delibera Regione Sardegna n. 4/35 del 05/02/2014
    Previsione al 31 maggio 2018
    132,473
    - Fonte: Delibera Regione Sardegna n. 4/35 del 05/02/2014
    Previsione al 31 ottobre 2019
    174,573
    - Fonte: ENAS - Ente Acque della Sardegna
    Previsione al 31 dicembre 2020
    132,473
    - Fonte: ENAS - Ente Acque della Sardegna
    Previsione al 31 maggio 2022
    132,473
    - Fonte: ENAS - Ente Acque della Sardegna
    QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
    Risorse disponibili al 31 maggio 2022
    133,143

    Fondi Legge Obiettivo
    51,910
    Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
    Fondi Pubblici
    2,650
    Fonte: Delibera CIPE 10/2009
    Fondi Legge Obiettivo
    13,583
    Fonte: Delibera CIPE 10/2009
    Fondi Pubblici
    5,000
    Fonte: Delibera CIPE 10/2009
    Fondi FSC 2000-2006
    1,000
    Fonte: Patto per lo sviluppo della regione Sardegna del 29 luglio 2016
    Fondi FSC 2014-2020
    59,000
    Fonte: Patto per lo sviluppo della regione Sardegna del 29 luglio 2016

    Fabbisogno residuo al 31 maggio 2022
    -0,670

    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione preliminare
    Conferenza servizi
    Conclusa
    Note
    il progetto preliminare approvato dal C.G.E.I. con ordinanza n. 314 del 28.08.2002 comprendeva i tre lotti dell'intervento: I lotto € 50.000.000,00; II lotto 11.430.000,00 e III lotto € 15.000.000,00 per complessivi 76,43 mln. Successivamente, sulla base di separati progetti definitivi, i lavori del I e II lotto (scheda 170 R.P. Sanna) sono stati realizzati e collaudati mentre quelli del III lotto sono in fase di attuazione (scheda 170 R.P. Loffredo). Nello specifico, per quanto riguarda il III lotto, con Nota n.2442 del 02/05/2012 l'impresa appaltatrice dichiara risolto il contratto e di conseguenza abbandona il cantiere; tale situazione permane allo stato attuale (Marzo 2016) ed è in corso la ricerca di definizione di un accordo che consenta il completamento dei lavori.
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Progettazione preliminare Interno 14/08/2002 28/08/2002
    1° e 2° lotto - Collegamento Tirso e Flumendosa-Campidano
    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione definitiva
    Conferenza servizi
    Conclusa
    Note
    il quadro economico del progetto definitivo comportava un costo complessivo di 71,7 mln euro di cui 50,34 mln di euro per lavori ed 21,36 mln per somme a disposizione
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Progettazione definitiva Interno 50.345.888,20 01/10/2002 20/03/2003

    AFFIDAMENTO LAVORI
    Soggetto aggiudicatore
    Ente Autonomo del Flumendosa
    Modalità di selezione
    Affidamento con bando
    Procedura
    Procedura aperta
    Sistema di realizzazione
    Appalto integrato
    Criterio di aggiudicazione
    Prezzo più basso
    Fase progettuale a base di gara
    Definitivo
    Tempi di esecuzione
    Progettazione
    60 giorni
    Lavori
    305 giorni
    Data bando
    27/03/2003
    CIG/CUI
    CUI 20200350500
    Data aggiudicazione
    26/05/2003
    Tipo aggiudicatario
    IMPRESA SINGOLA
    Nome
    Opere Pubbliche Spa
    Codice fiscale
    00600890925
    Data stipula contratto
    24/06/2003
    Quadro economico
    Importo a base di gara(1)
    43.708.367,38
    Importo oneri per la sicurezza
    272.452,40
    Importo complessivo a base di gara
    43.980.819,78
    Importo di aggiudicazione(2)
    30.675.608,80
    Somme a disposizione
    27.519.180,22
    Importo totale
    58.194.789,02
    % Ribasso di aggiudicazione
    32,06
    % Rialzo di aggiudicazione
    0,00
    Note
    Nel luglio del 2004 veniva concesso all'Ente tramite Cassa D.P. mutuo di complessivi € 66.660.884,43, poi ridotto a € 66.445.638,01 con ammortamento a carico dello Stato, ad eccezione del premio di accelerazione che restava a carico delle risorse del C.G.E.I.

    1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
    2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
    ESECUZIONE LAVORI
    Stato avanzamento lavori
    Conclusi
    Data presunta inizio lavori
    Data effettiva inizio lavori
    01/12/2003
    Stato avanzamento (importo)
    35.068.463,58
    Stato avanzamento (percentuale)
    100,00
    Data presunta fine lavori
    Data effettiva fine lavori
    13/01/2006
    Data presunta fine lavori x varianti
    14/01/2006
    Tempi realizzazione
    secondo previsione
    Descrizione ritardo
    Data collaudo statico
    22/03/2006
    Data collaudo tecnico-amministrativo
    22/03/2006
    Note
    il collaudo tecnico-amm.vo dei lavori principali (compresa 1a perizia) è stato completato in data 08.11.2005; il collaudo dei lavori della 2a perizia è stato completato in data 22.03.2006. L'intervento è da ritenersi completato in tutte le sue fasi.

    Contenzioso
    Totale riserve definite
    7
    Importo complessivo riserve definite
    7.095.090,61
    Totale riserve da definire
    0
    Importo complessivo riserve da definire
    0,00
    Note
    E' stato stipulato in data 20.11.2006 con l'appaltatore un atto di accordo bonario per la definizione stragiudiziale della vertenza che ha comportato il riconoscimento ed il pagamento della somma di 1,6 mln euro a saldo e transazione di tutte le richieste

    Sospensione lavori
    Numero totale
    0
    Giorni di sospensione totali
    0
    Note
    Nessuna sospensione accordata

    Varianti
    Numero totale
    4
    Giorni proroga totali
    381
    Motivi
    Altri motivi
    Tra le perizie si è incluso il premio accelerazione riconosciuto per € 2208097,56
    Importo
    35.071.052,73
    Importo oneri sicurezza
    Somme a disposizione
    Totale
    Note
    3° lotto - Collegamento Tirso e Flumendosa-Campidano
    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione definitiva
    Conferenza servizi
    Conclusa
    Note
    la data di ottobre 2001 si riferisce alla data di inizio della fase di progettazione preliminare; quella di dicembre 2006 si riferisce alla data di approvazione del progetto definitivo da parte della Regione Sardegna (Commissario Emergenza Idrica Sardegna)
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Progettazione definitiva Interno 11.503.153,07 01/10/2001 15/12/2006

    AFFIDAMENTO LAVORI
    Soggetto aggiudicatore
    ENAS - Ente Acque della Sardegna
    Modalità di selezione
    Affidamento con bando
    Procedura
    Procedura aperta
    Sistema di realizzazione
    Appalto integrato
    Criterio di aggiudicazione
    Prezzo più basso
    Fase progettuale a base di gara
    Definitivo
    Tempi di esecuzione
    Progettazione
    240 giorni
    Lavori
    360 giorni
    Data bando
    26/11/2007
    CIG/CUI
    0086978084
    Data aggiudicazione
    21/07/2008
    Tipo aggiudicatario
    IMPRESA SINGOLA
    Nome
    Intercantieri Vittadello Spa
    Codice fiscale
    00222300287
    Data stipula contratto
    18/11/2008
    Quadro economico
    Importo a base di gara(1)
    11.249.153,07
    Importo oneri per la sicurezza
    254.000,00
    Importo complessivo a base di gara
    11.503.153,07
    Importo di aggiudicazione(2)
    8.023.452,55
    Somme a disposizione
    7.079.920,40
    Importo totale
    15.103.372,95
    % Ribasso di aggiudicazione
    30,93
    % Rialzo di aggiudicazione
    0,00
    Note

    1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
    2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
    ESECUZIONE LAVORI
    Stato avanzamento lavori
    In corso
    Data presunta inizio lavori
    Data effettiva inizio lavori
    08/04/2010
    Stato avanzamento (importo)
    6.035.243,10
    Stato avanzamento (percentuale)
    73,28
    Data presunta fine lavori
    28/02/2023
    Data effettiva fine lavori
    Data presunta fine lavori x varianti
    28/02/2023
    Tempi realizzazione
    in ritardo
    Descrizione ritardo
    L'impresa ha rescisso unilateralmente il contratto d'appalto nel 2012.
    Data collaudo statico
    Data collaudo tecnico-amministrativo
    Note
    In data 02/05/2012 l'impresa aggiudicataria Società Intercantieri Vittadello S.p.A., in seguito a diffida ad ENAS di riconoscimento di pretese economiche ha notificato all'Ente l'atto di significazione della risoluzione del contratto d'appalto abbandonando il cantiere, previa messa in sicurezza dello stesso. Con DCS n.33 del 03/07/2013 il Commissario Straordinario di ENAS ha approvato lo schema di atto transattivo autorizzando il D.G. alla sua sottoscrizione, divenuta esecutiva in data 24/07/2013. In data 04/10/2013 il RUP ha informato gli Enti finanziatori (MIT - Struttura Tecnica di Missione, Ass.to LL.PP. RAS) in merito alla controversia con l'Impresa, ai fini dell'ottenimento dell'autorizzazione a liquidare la transazione. Nel corso dei primi mesi del 2019, l'impresa Vittadello ha chiesto all'ENAS, visto il lungo periodo trascorso (circa 6 anni), una revisione economica dell'importo transattivo per un maggiore importo di € 4 milioni. L'ENAS, coinvolgendo sia il MIT che l'ADS di Cagliari che curò la transazione, ha respinto la richiesta ritenuta incongrua e non dovuta, proponendo, se compatibile con le superiori autorizzazioni del MIT e dell'ADS, una somma integrativa di € 150 mila. L'impresa ha respinto la proposta esprimendo diffida con minaccia di prosecuzione della causa. Successivamente in data 25.05.2020 si è tenuta presso ENAS una riunione tecnica per analizzare le motivazioni per cui l'impresa richiedeva una revisione dell’importo transattivo e in tale riunione l’ENAS si è dichiarato disponibile ad esaminare proposte di adeguamento dell’importo che, partendo dalla transazione 2013, contenessero variazioni giustificate tecnicamente o da sopraggiunte esigenze normative o da motivi economici inconfutabili e fortemente motivati. Nei mesi successivi l’Appaltatore ha affidato ai propri tecnici, in contradditorio con il personale della Direzione dei lavori la valutazione dello stato di conservazione delle opere già realizzate e dei costi necessari al ripristino e/o sostituzione delle parti di opere e/o apparecchiature danneggiate per il tempo trascorso. Con nota prot. 21527 del 23.11.2020 il MIT – Direzione generale per le dighe e le infrastrutture idriche ed elettriche DIVISIONE III ha evidenziato che non competeva ai propri Uffici alcuna forma di autorizzazione in merito alla proposta di transazione del 2013, segnalando al contempo che in base all’art. 1, comma 15, del D.L. 18 2 aprile 2019, n. 32 come innovato dall’art. 42 comma 1 lettera a del decreto-legge 16 luglio 2020, n. 76, per gli interventi ricompresi – come quello in argomento – tra le infrastrutture strategiche di cui alla disciplina prevista dall’articolo 163 e seguenti del Dlgs n. 163/2006, era stata introdotta una modifica al codice dei contratti pubblici per cui: "Per gli anni dal 2019 al 2022, per gli interventi di cui all'articolo 216, comma 1-bis, del decreto legislativo 18 aprile 2016, n. 50, le varianti da apportare al progetto definitivo approvato dal Comitato interministeriale per la programmazione economica (CIPE), sia in sede di redazione del progetto esecutivo sia in fase di realizzazione delle opere, sono approvate esclusivamente dal soggetto aggiudicatore qualora non superino del 50 per cento il valore del progetto approvato; in caso contrario sono approvate dal CIPE”. Nel mese di Febbraio 2021 l'Enas ha quindi ha comunicato all'impresa Vittadello una proposta di revisione della bozza transattiva del 2013 che conntempla il riconoscimento di € 110 mila a titolo di attualizzazione dell'importo di cui alla citata DCS n°33/2013 e € 210 mila a titolo di riconoscimento degli oneri derivanti dal riefficientamento delle opere già eseguite, corrispondente ai lavori e forniture necessari al ripristino sia delle aree (vegetazione, discariche, alterazione dei terreni già scavati, etc.) e sia delle opere e/o apparecchiature danneggiate per il tempo trascorso e per l’ammaloramento dovuto ai fattori esterni cui le opere non completate sono state sottoposte nel periodo dal maggio 2012 al 31.12.2020. Sull’accordo transattivo aggiornato e rielaborato, che prevede riconoscimento dell’importo transattivo per un totale di € 3.180.000 + IVA, in data 30.11.2021 l’Avvocatura Distrettuale dello Stato di Cagliari ha espresso parere di legalità positivo alla traduzione in atto definitivo. Il Commissario Straordinario dell’ENAS con Delib. n. 68 del 03.12.2021, immediatamente esecutiva, ai sensi degli artt. 3 e 4 della LR n. 14 del 15.05.1995 ha approvato la bozza dell’accordo transattivo autorizzando il DG alla sua definitiva sottoscrizione. In data 26.01.2022 è stato assunto al Rep. 2383 l’Atto di Transazione tra l’ENAS e l’impresa appaltatrice COGEVI SpA (era Intercantieri Vittadello Spa) che prevede – tra l’altro – la ripresa dei Lavori sino a conclusione ed il riconoscimento dell’importo transattivo per un totale di € 3.180.000 + IVA. I tempi stimati per la conclusione delle opere ed il collaudo sono di circa 18 mesi.

    Contenzioso
    Totale riserve definite
    14
    Importo complessivo riserve definite
    3.180.000,00
    Totale riserve da definire
    0
    Importo complessivo riserve da definire
    Note
    In data 26.01.2022 è stato assunto al Rep. 2383 l’Atto di Transazione tra l’ENAS e l’impresa appaltatrice COGEVI SpA (era Intercantieri Vittadello Spa) che prevede – tra l’altro – la ripresa dei Lavori sino a conclusione ed il riconoscimento dell’importo transattivo per un totale di € 3.180.000 + IVA

    Varianti
    Numero totale
    1
    Giorni proroga totali
    154
    Motivi
    Altri motivi
    Si tratta dell'incremento dell'importo contrattuale a seguito dell'approvazione del progetto esecutivo che comporta migliorie
    Importo
    7.878.277,86
    Importo oneri sicurezza
    356.079,88
    Somme a disposizione
    Totale
    Note
    € 210.905,19 costituisce l'incremento dell'importo contrattuale come indicato nell'atto aggiuntivo del 18/03/2010
    4° lotto - Collegamento Sulcis-Iglesiente
    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione definitiva
    Conferenza servizi
    In corso
    Note
    Con convenzione del 22 dicembre 2016 l’Assessorato dei Lavori Pubblici della RAS ha incaricato l’Ente Acque della Sardegna di redigere lo Studio di Fattibilità e, successivamente alla approvazione dello stesso, il Progetto preliminare dell’intervento denominato “Interconnessione dei sistemi Idrici: Collegamento Tirso Flumendosa Campidano 4° lotto. Collegamento Sulcis Iglesiente”. Con DGR n.44/23 del 07/11/2014, per l’attuazione di detta progettazione la RAS ha assegnato risorse finanziarie per € 1.000.000,00, a valere su economie FSC 2000-2006 (fase 1). Lo studio di fattibilità dell’intervento, concluso in data 28/03/2016, prevede sostanzialmente tre linee d’intervento: Linea d’intervento A “Collegamenti infrastrutturali”: prevede il collegamento tra bacini mediante la realizzazione di: circa 63 Km di condotte, di diametro compreso tra 800 e 1000 mm (suddivisi in due rami: ramo Sulcis e ramo Iglesiente); due centrali di sollevamento di potenza pari a 1,9 MW e 2,4 MW; una nuova opera di presa dalla diga di Bau Pressiu; due vasche di carico e le opere d’arte lungo linea. Linea d’intervento B “Perdite dall'invaso di Monte Pranu”: linea dedicata alle rilevanti perdite sotterranee dall’invaso di Monte Pranu (dell’ordine della decina di milioni di metri cubi all’anno) che si sono manifestate sin dalla inaugurazione della diga, nei primi anni ’50. Linea d’intervento C “Valorizzazione idroelettrica dello schema di collegamento Tirso-Flumendosa-Campidano-Sulcis”: prevede la realizzazione di un impianto per la valorizzazione energetica del trasferimento verso il Sulcis che consente il recupero del significativo potenziale energetico associato al trasferimento della risorsa idrica verso Monte Pranu che andrebbe altrimenti in gran parte perso. In particolare prevede la realizzazione di un impianto energetico integrato (idroelettrico - solare fotovoltaico – accumulo) per la produzione e autoconsumo di energia in ambito locale. Con Determinazione n. 29553 rep 919 de 01/08/2016 la RAS ha approvato lo Studio di Fattibilità tecnica-economica redatto dalla struttura tecnica dell'ENAS con la collaborazione di specialisti ed esterni. Detto studio è stato sottoposto allo procedura di Scoping (nota del 13/06/2016 prot. Assessoriale n. 11539 del 14/06/2016) che si è conclusa, a seguito dell’incontro svolto in data 25/10/2016. L’importo finanziario complessivo per la realizzazione delle tre linee di intervento, risultante dallo studio di fattibilità, è pari a € 107.500.000, di cui € 75.890.000 per lavori a base d’appalto e € 31.610.000 per somme a disposizione dell’amministrazione. Con la Deliberazione n° 46/5 del 10/08/2016 la Giunta Regionale, preso atto del “Patto per lo sviluppo della Sardegna” stipulato in data 29/07/2016 tra la regione Sardegna e la presidenza del Consiglio dei Ministri, che ripartisce le risorse destinate alla regione nell’ambito della programmazione FSC 2014-2020, ha finanziato il 1° Lotto funzionale dell’intervento citato, per l’importo di € 59.000.000,00, relativo alla progettazione definitiva del primo lotto funzionale (limitatamente alle parti necessarie ai fini del provvedimento unico ambientale ex art 27 D. Lgs. N 152/2006) e la progettazione esecutiva e coordinamento della sicurezza in progettazione relativo al primo lotto funzionale (linea di intervento A). In data 02/08/2017 è stata quindi stipulata la Convenzione LL.PP. RAS – ENAS, n. 31161, Serie n.21, per l’attuazione dell’intervento “Interconnessione sistemi idrici: collegamento Tirso Flumendosa 4° Lotto. Collegamento Sulcis – Iglesiente; progettazione definitiva, esecutiva e realizzazione delle opere” (fase 2), relative al 1° Lotto funzionale, per l’importo di € 59.000.000,00. Con determinazione n. 644 del 05.07.2018, l’Ente, a seguito di gara pubblica, ha affidato la progettazione di fattibilità tecnico-economica e SIA delle infrastrutture necessarie per la realizzazione del collegamento tra i sub – sistemi idrici Tirso – Flumendsa – Campidano e Sulcis – Iglesiente; progettazione definitiva del primo lotto funzionale (limitatamente alle parti necessarie ai fini del provvedimento unico ambientale ex art 27 D. Lgs. N 152/2006) e la progettazione esecutiva e coordinamento della sicurezza in progettazione relativo al primo lotto funzionale (linea di intervento A) al Raggruppamento temporaneo di professionisti (RTP): SGI Studio Galli. In data 12.12.2018 l’ENAS ha acquisito al prot. n. 25811 la nota con la quale l’Ass.to dei Lavori Pubblici autorizza l’ente, a seguito dell’incontro avvenuto in data 07.12.2018, a procedere all’inserimento nel Progetto di fattibilità tecnico-economica anche la linea d’intervento C – “Valorizzazione energetica” dello Studio di Fattibilità. Il servizio relativo al Progetto di Fattibilità tecnico-economica e allo Studio d’Impatto Ambientale (SIA) è stato attivato in data 27.09.2018; in data 19/04/2019 è stato stipulato l’atto aggiuntivo rep. 1901,con il RTP per la progettazione di Fattibilità tecnico-economica e lo SIA anche della linea di intervento C “Valorizzazione energetica”, inizialmente esclusa dall’affidamento. A seguito di detto aggiuntivo l'importo dell'affidamento risulta incrementato di €87.290,14 e quindi l'importo complessivo dell'affidamento risulta rideterminato in € 1.070.553,96. In data 24.02.2020 si è conclusa la progettazione di Fattibilità tecnico-economica e lo SIA delle due Linee d’Intervento A e C. Con determinazione n. 323 del 16.04.2019, l’Ente, a seguito di gara pubblica, ha aggiudicato il servizio tecnico di ingegneria relativo alla verifica della progettazione di fattibilità tecnico-economica e SIA delle Linee d’intervento A, finanziate nell'ambito dell'APQ per la I fase del progetto FSC 2007-2013, e la progettazione definitiva/esecutiva del primo lotto funzionale alla Società Rina Check. Contratto Rep n. 26709 Racc. 11194 registrato a Cagliari il 20.06/2019 al num 338. In data 17.04.2019 è stata disposta l’attivazione della prima fase del servizio che prevede la verifica della progettazione di fattibilità tecnico-economica e SIA della Linea d’intervento A “Collegamenti infrastrutturali” (successivamente integrato, atto aggiuntivo autorizzato dal Direttore SPC con determina n. 1813 del 24.12.2019, con la verifica della Linea d’intervento C “Valorizzazione energetica”). In data 21.02.2020, a seguito dell’emissione del giudizio di conformità sul progetto da parte dei verificatori, giudizio acquisito al prot dell’Ente col n. 3330 del 21/02/2020, si è conclusa la prima fase del servizio in parola. Con determinazione n 190 in data 04.03.2020, l’Ente ha adottato il Progetto di Fattibilità tecnico-economica e lo SIA che sono stati trasmessi al Servizio opere idriche e idrogeologiche della RAS in data 05/03/2020. In data 01/07/2020 (con nota prot. n. 11902) l’Ente ha inviato l’istanza di procedura di VIA (Valutazione di Impatto Ambientale) nell’ambito del PUA (Procedura Unica Ambientale) al Ministero dell’Ambiente e al Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e per il Turismo - Direzione generale archeologia, belle arti e paesaggio. In data 11/12/2020, a seguito del perfezionamento dell’istanza e delle integrazioni richieste, (nota n.104292 - ID istanza: 5410), il Ministero ha definitivamente avviato la procedura attraverso la pubblicazione sul sito Ministeriale. In data 30/03/2021 si è svolta la Conferenza di Servizi di cui all’art. 27, comma 8, del D.Lgs.152/2006. Essendo decorsi i termini previsti dalla norma per il rilascio del provvedimento ministeriale richiesto a fine ottobre 2021, l’Ente ha inviato due richieste d’informazioni sullo stato della procedura al Ministero dell’Ambiente (note prot. 25392 del 04.11.2021 e prot. n. 29712 del 20.12.2021) che sono tutt’ora prive di riscontro. Nell’ambito dello SIA i progettisti hanno redatto il “Piano preliminare di utilizzo delle terre e rocce da scavo” di cui al D.P.R. 120/2017, Art. 24, comma 3 . L’Ente al fine di acquisire anticipatamente i dati relativi alle terre e rocce da scavo, rispetto al momento di redazione del progetto esecutivo, con determinazione n. 1215 del 14/14/2019, ha affidato il servizio di caratterizzazione ambientale delle terre e rocce da scavo alla Ditta RISANASARDA – (contratto d’appalto rep. N° 2098 del 22.10.2020). Il servizio è stato attivato in data 27.11.2020 e prevedeva l’esecuzione delle attività suddivisa in due fasi. La prima si è conclusa in data 29.01.2021, la seconda (integrata con le ulteriori indagini previste dall’atto aggiuntivo Rep. N. 2319 del 03/11/2021), attivata in data 16/12/2021, dovrebbe concludersi, salvo imprevisti, entro febbraio 2022
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Studio di fattibilità Interno 300.000,00 42.346.080,00 20/04/2015 28/03/2016
    Progettazione definitiva Esterno 43.530.354,46 1.927.968,28 983.263,82 RTP SGI srl- STECI srl - Sardegna Ingegneria scarl- CRITERIA srl- MCE srl 27/09/2018 24/02/2020

    ESECUZIONE LAVORI
    Stato avanzamento lavori
    Non disponibile
    Data presunta inizio lavori
    02/01/2023
    Data effettiva inizio lavori
    Stato avanzamento (importo)
    Stato avanzamento (percentuale)
    Data presunta fine lavori
    30/06/2025
    Data effettiva fine lavori
    Data presunta fine lavori x varianti
    Tempi realizzazione
    Descrizione ritardo
    Data collaudo statico
    Data collaudo tecnico-amministrativo
    Note
    NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
    DPR n. 357 dell'8 settembre 1997
    Accordo di Programma Quadro Risorse idriche del 26 febbraio 2000
    DPCM del 13 dicembre 2001
    Piano stralcio di Bacino del 2002
    Piano d’Ambito Regione Sardegna del mese di settembre 2002
    Ordinanza del Commissario per l’emergenza idrica n. 321 del 30 settembre 2002
    Ordinanza del Commissario per l’emergenza idrica n. 334 del 31 dicembre 2002
    Bando di gara Ente Autonomo Flumendosa del mese di marzo 2003
    Ordinanza Commissario per l’emergenza idrica n.347 del 20 marzo 2003
    Avviso di aggiudicazione del mese di maggio 2003
    Ordinanza Commissario per l’emergenza idrica n.353 del 20 giugno 2003
    Delibera CIPE 60/2003 del 25 luglio 2003
    Delibera CIPE 8/2007 del 16 marzo 2007
    Bando di gara E.N.A.S. - Ente Acque della Sardegna del mese di dicembre 2007
    Avviso di aggiudicazione E.N.A.S. - Ente Acque della Sardegna del mese di ottobre 2008
    Delibera CIPE 62/2011 del 3 agosto 2011
    Delibera CIPE 93/2012 del 3 agosto 2012
    Delibera CIPE 14/2013 dell'8 marzo 2013
    Delibera CIPE 94/2013 del 17 dicembre 2013
    Regione Sardegna - DGR n. 4/35 del 5 febbraio 2014
    Regione Sardegna - DGR n. 5/48 dell'11 febbraio 2014
    Seduta CIPE del 14 febbraio 2014
    Regione Sardegna - DGR n. 16/1 del 6 maggio 2014
    Delibera CIPE 21/2014 del 30 giugno 2014
    Regione Sardegna - DGR n. 3/29 del 28 ottobre 2014
    Decreto Presidente Regione Autonoma Sardegna n. 123 del 29 ottobre 2014
    Regione Sardegna - DGR n. 44/23 del 7 novembre 2014
    Delibera CIPE 8/2015 del 28 gennaio 2015
    SIMOI - Elenco – anagrafe delle Opere Incompiute Anno 2014 del 2 luglio 2015
    DPCM del 25 febbraio 2016
    SIMOI - Elenco – anagrafe delle Opere Incompiute Anno 2015 del 1° luglio 2016
    Patto per lo sviluppo della regione Sardegna “Attuazione degli interventi prioritari e individuazione delle aree di intervento strategiche per il territorio” tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Sardegna del 29 luglio 2016
    Delibera CIPE 25/2016 del 10 agosto 2016
    Delibera CIPE 26/2016 del 10 agosto 2016
    Regione Sardegna - DGR n. 46/5 del 10 agosto 2016
    Legge n. 190 del 23 dicembre 2016
    Regione Sardegna - DGR n. 5/16 del 24 gennaio 2017
    MIT - Elenco opere pubbliche incompiute di interesse nazionale al 31 dicembre 2016 del 3 luglio 2017
    Regione Sardegna - DGR n. 37/9 del 1° agosto 2017
    ENAS - Bando di gara n. 136SG/2017 del 27 ottobre 2017
    Regione Sardegna - DGR n. 52/26 del 22 novembre 2017
    I° Atto Modificativo del Patto per lo Sviluppo della Regione Sardegna del 12 dicembre 2017
    II° Atto Modificativo del Patto per lo Sviluppo della Regione Sardegna del 17 maggio 2018
    ENAS - Determinazione n° 644 del 5 luglio 2018