SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Strade e autostrade

STRADE E AUTOSTRADE / Itinerario Autostradale Medio Padano / Raccordo autostradale della Cisa A15 – Autostrada del Brennero A22 Fontevivo (PR) – Nogarole Rocca (VR)

SCHEDA N. 37

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPESS o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/05/2022

Localizzazione
Cup
  • G61B04000060008
SISTEMA INFRASTRUTTURALE

Strade e autostrade

Soggetto titolare

SALT SpA

Descrizione

L’intervento consiste nella realizzazione del raccordo autostradale di collegamento tra l’autostrada A15 Parma - La Spezia (località Fontevivo) e l’autostrada A22 Brennero - Modena (località Nogarole Rocca), per uno sviluppo complessivo di circa km 84,350 (di cui km 2,886 di adeguamento dell’attuale tracciato dell’autostrada A15 a sud dell’intersezione con la A1, e km 81,464 di nuova realizzazione). Tale opera interessa per il 18,6% l’ Emilia Romagna, per il 62,1% la Lombardia e per il 19,3% il Veneto. La sezione trasversale adottata è quella prevista per le autostrade di categoria A con n. 3 corsie da 3,75m e corsia di emergenza di 3 m per senso di marcia e con spartitraffico di 4 m. Il progetto prevede la realizzazione degli svincoli di interconnessione con la A1 e la A22 e di n. 7 caselli autostradali. Le opere principali sono i ponti e i viadotti di attraversamento dei fiumi Taro, Po, Oglio, Mincio ed il viadotto di attraversamento dell’area industriale di Mozzecane. L'opera verrà realizzata per lotti e quello considerato prioritario riguarda la tratta Fontevivo (PR) - Terre Verdiane prolungamento per Mantova - Nogarole Rocca (VR). Tale lotto costituisce il primo tratto del Raccordo autostradale tra l’Autostrada A15 della Cisa e l’Autostrada A22 del Brennero per una lunghezza di circa 12 km, ha inizio a circa 2,5 km a sud dell’intersezione tra la medesima Autostrada della Cisa e l’Autostrada A1 Milano - Napoli e termina al casello di Trecasali/Terre Verdiane. Fanno parte del primo lotto anche opere complementari (variante S.P. 10 all’abitato di Viarolo e raccordo autostazione Trecasali/Terre Verdiane – rotatoria S.P. 10) nonché opere previste nel Protocollo di intesa con la Provincia di Parma siglato in data 11 luglio 2005.

Delibere CIPESS e/o ordinanze attuative

94/2004
132 /2006
2/2010

Dati storici

1999
In data 7 dicembre la Società Autocamionale della Cisa Spa stipula una convenzione con l’ente concedente ANAS che viene approvata con decreto interministeriale del 21 dicembre.
2001
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 121 tra i sistemi stradali ed autostradali del corridoio plurimodale Tirreno-Brennero.
2002
La Società Autocamionale della Cisa predispone il progetto preliminare e lo studio di impatto ambientale.
2003
Il 18 marzo ANAS approva il progetto preliminare che, corredato dal SIA, viene trasmesso al MIT ed alle altre Amministrazioni e alle Regioni interessate, nonché agli Enti interferiti.
L’intervento è compreso nelle Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Lombardia dell’11 aprile.
La Regione Lombardia esprime parere favorevole sul progetto con prescrizioni di ordine tecnico e ambientale, nonché con prescrizioni in merito alla localizzazione dell’opera, tra cui una variante di tracciato interessante i Comuni di Tornata Calvatone e Bozzolo.
La Regione Veneto evidenzia la necessità, emersa dal confronto con gli Enti locali, di perseguire una soluzione progettuale che preveda una alternativa di tracciato tra i Comuni di Valeggio sul Mincio e Nogarole Rocca.
In data 28 luglio viene trasmessa alle Amministrazioni, Regioni ed Enti interessati, l’edizione aggiornata del progetto preliminare e del SIA, che recepisce le varianti di tracciato prescritte dalla Regione Lombardia e dalla Regione Veneto.
La Regione Emilia Romagna esprime parere favorevole, con prescrizioni, con delibera del 22 settembre.
La Regione Veneto esprime parere favorevole con delibera del 23 ottobre.
L’intervento è inserito nell’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Veneto del 24 ottobre.
La Regione Lombardia esprime parere contrario sulla variante di tracciato proposta dalla Regione Veneto, proponendo che in sede di progetto definitivo venga elaborata una soluzione planimetrica che consenta di mantenere nel tratto lombardo l’originaria configurazione localizzativa.
L’intervento è compreso nelle Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Emilia Romagna del 19 dicembre.
2004
Con nota del 26 marzo la Regione Lombardia chiarifica che il parere contrario espresso nella delibera n. VII/14839 non è da intendersi in senso oppositivo al progetto in esame, bensì quale osservazione propositiva riferita unicamente alla porzione del tracciato che interessa il territorio lombardo.
Il Ministero dell’Ambiente, sulla base della valutazione effettuata dalla Commissione VIA esprime parere favorevole con prescrizioni e raccomandazioni.
Il Ministero per i Beni Culturali si esprime favorevolmente con prescrizioni.
Il MIT trasmette la relazione istruttoria sul progetto preliminare del “Raccordo autostradale della Cisa A15 – Autostrada del Brennero A22 Fontevivo (PR) – Nogarole Rocca (VR)”, proponendone l’approvazione, con raccomandazioni e prescrizioni.
Il MIT trasmette la scheda prevista dalla delibera n. 63/2003.
La delibera CIPE n. 94 prende atto che il soggetto aggiudicatore è l’ANAS e che la Società Autocamionale della Cisa è concessionaria dell’Autostrada della Cisa A15 Parma - La Spezia, con prolungamento per Mantova (Nogarole Rocca) e che la stessa società intende affidare ad imprese controllate e collegate l’esecuzione delle opere previste, nei limiti del 60% stabiliti dalla normativa. Le gare saranno esperite a progetto definitivo approvato. L’importo complessivo dell’opera, nel progetto preliminare trasmesso in data 21 marzo 2003, era di 1.530 Meuro; l’introduzione delle varianti richieste dalle Regioni Lombardia e Veneto fa salire il costo a 1.832,7 Meuro, al lordo del ribasso che si presume sia dell’ordine del 20%. La Autocamionale della Cisa sosterrà parte della spesa in parziale autofinanziamento. Il CIPE approva quindi il progetto preliminare con prescrizioni e raccomandazioni e rinvia l’assegnazione del contributo alla fase di approvazione del progetto definitivo, fermo restando che la quota assegnata non potrà superare quella indicata nella delibera n. 121/2001.
2005
Si apre il 5 ottobre la CdS.
2006
In data 20 febbraio l’ANAS approva il Piano Finanziario Autocamionale della Cisa Spa (scadenza al 2056 con subentro al 2044).
Il 1 marzo viene sottoscritto il 1° Atto Aggiuntivo alla vigente Convenzione tra Autocamionale della Cisa ed ANAS.
L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
Il CIPE, con delibera n. 132, valuta positivamente il progetto definitivo del raccordo autostradale “Fontevivo Parma-Nogarole Rocca, per un costo di 1.826,5 Meuro a totale carico della Società concessionaria Autocamionale della Cisa.
L’Autocamionale della Cisa riformula il progetto secondo le indicazioni del MIT: la realizzazione avverrà in due stralci dei quali il primo riguarda la tratta Fontevivo-Bozzolo.
2007
L’ANAS Spa e Autocamionale della Cisa sottoscrivono lo schema di convenzione unica che prevede, tra l'altro, che in funzione della realizzazione del completamento dell'autostrada da Parma (A1) a Nogarole Rocca (A22), la scadenza della Concessione sia fissata al 31 dicembre 2031.
Il 9 luglio il MIT, ANAS e Autocamionale della Cisa sottoscrivono un nuovo schema di convenzione.
Il 5 dicembre le Commissioni parlamentari competenti di Camera e Senato formulano un parere favorevole con condizioni sullo Schema di convenzione unica autostradale tra l’ANAS e la Società Autocamionale della Cisa.
2008
Il Raccordo autostradale Cisa Fontevivo-Autostrada Brennero-Nogarole Rocca (detta Tibre) viene confermato nell’ Atto Aggiuntivo alla Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Emilia Romagna.
2009
L’intervento è incluso nella delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS
Il 9 ottobre la Commissione Europea archivia la procedura di infrazione che aveva provocato la sospensione dell’efficacia della Convenzione.
La Società Concessionaria Autocamionale della Cisa Spa invia ad ANAS il progetto definitivo.
Nel 2° Atto aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro Regione del Veneto è compreso il "Raccordo autostradale Cisa – Verona (Corridoio TI – BRE), compreso nuovo ponte sull’Adige in Comune di Dolcè (VR)".
2010
Il CIPE, con delibera n. 2 del 22 gennaio, approva il “piano stralcio”della CISA il quale prevede – in autofinanziamento – la realizzazione di un primo lotto (di circa 15 km, inclusivi dei relativi svincoli) del collegamento autostradale “Parma-Autostrada del Brennero”, per un totale di 513 Meuro. Il CIPE altresì prende atto che il costo aggiornato dell’opera è di circa 2,7 miliardi di euro e che il piano finanziario di equilibrio necessita di un contributo pubblico di 900 Meuro, con un valore di subentro di circa 1,7 miliardi di euro, da garantirsi da parte del Fondo Garanzia per le Opere Pubbliche (FGOP).
Dall’audizione del Presidente dell’ANAS presso l’VIII Commissione della Camera dei Deputati del 3 febbraio, si rileva che si è in attesa della pubblicazione della delibera per l’aggiornamento del piano economico finanziario per poter procedere alla revisione della Convenzione unica vigente.
In data 3 marzo l’ANAS e la Società Autostradale Autocamionabile della Cisa sottoscrivono il nuovo schema di Convenzione unica, sostitutivo del precedente stipulato il 9 luglio 2007.
Il CIPE, con delibera n. 26 del 13 maggio, esprime parere con prescrizioni sullo schema di convenzione unica tra ANAS Spa e Società Autostradale Autocamionabile della Cisa. Lo schema presenta due ipotesi di piano economico-finanziario: la prima riferita, oltre che all’autostrada in esercizio, solo al 1° lotto da Parma a Trecasali /Terre Verdiane già approvato dal CIPE (con un investimento di 105,6 Meuro sulla tratta Parma - La Spezia e di 513,5 Meuro sulla tratta Parma – Nogarole Rocca, di cui 482,4 ancora da realizzare); la seconda relativa invece all’intera tratta di prosecuzione dell’autostrada fino a Nogarole – Rocca del costo di 2.730,9 Meuro e alle condizioni indicate nella «presa d’atto» della delibera n. 2/2010. Il CIPE limita la propria valutazione al piano economico-finanziario del primo lotto da Parma a Trecasali / Terre Verdine.
Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 è riportata l’opera " Raccordo autostradale della CISA A15 - autrostrada del Brennero A22: completamento tratta Fontevivo (PR) - Nogarole Rocca (VR)" e il “1° lotto tratta Fontevivo (PR) - Terre Verdine prolungamento per Mantova – Nogarole Rocca (VR)” nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
Il 12 novembre viene sottoscritto l’atto di recepimento delle prescrizioni di cui alla Delibera Cipe 26/2010 e da tale data decorre l’efficacia della Convenzione unica del 3 marzo 2010.
In data 23 dicembre, la Società Autostradale Autocamionabile della Cisa presenta ad ANAS il progetto definitivo del 1° lotto aggiornato per l’approvazione. Terminata l’istruttoria della Concedente, la Concessionaria avvierà le procedure per l’affidamento dei lavori e delle attività connesse.
Aprile 2011

Il 21 aprile ANAS approva il progetto definitivo del 1° lotto relativo al tratto Fontevivo-Trecasali e Terre Verdine.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 sono riportate l’opera " Raccordo autostradale della CISA A15 - autrostrada del Brennero A22: completamento tratta Fontevivo (PR) - Nogarole Rocca (VR)" e il “1° lotto tratta Fontevivo (PR) - Terre Verdine prolungamento per Mantova – Nogarole Rocca (VR)” nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011” ; “2: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere da avviare entro il 2013 ” ;“5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”; “6: Programma Infrastrutture Strategiche – Stato avanzamento lavori”.


Dicembre 2011

L’opera è riportata nell’Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Veneto, sottoscritta il 16 giugno, nell'elenco generale degli interventi.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è riportata nelle stesse tabelle di aprile.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, con riferimento al 1° lotto tratta Fontevivo (PR) - Terre Verdiane prolungamento per Mantova - Nogarole Rocca (VR) risulta pubblicato il bando di gara per l'affidamento dei lavori con il sistema dell'appalto integrato in data 10/8/2011.


Settembre 2012

L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
L'opera, suddivisa in due lotti, è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche. Inoltre, il lotto "Racc. Autostradale ClSA Autostr. Brennero tratta 1" è riportato nella Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS, e nel "Documento uno" due diligence, e il lotto "Racc. Autostradale ClSA Autostr. Brennero tratta 2" nella Tabella 2, Opere in fase di progettazione del PIS, e  nel documento due "due diligence".
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


Dicembre 2012

Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


Giugno 2013

In data 19 aprile, viene sottoscritto un nuovo atto aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Emilia Romagna che include tra le infrastrutture strategiche il progetto “Raccordo autostradale della CISA A15 – autostrada del Brennero A22: 1° lotto tratta Fontevivo (Pr)-Terre Verdiane prolungamento per Mantova-Nogarole Rocca (Vr)”.
L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato – ”Racc. Autostradale CISA Autostrada Brennero tratta 1”; Tabella 2 - Le opere in progettazione del deliberato CIPE – ”Racc. Autostradale CISA Autostrada Brennero tratta 2”.


Ottobre 2013

L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo, tratte 1 e 2 ; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS)  - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione, tratta 1; 1B - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in istruttoria, tratta 2.
Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, con riferimento al 1° lotto tratta Fontevivo (PR) - Terre Verdiane prolungamento per Mantova - Nogarole Rocca (VR), risulta aggiudicato l'appalto integrato, in data 11/07/2013, all’impresa Pizzarotti & C. Spa.


Giugno 2014

L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-5 Opere Comprehensive; Tabella A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche, articolata in 2 interventi (tratta 1 e tratta 2).
Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.


Dicembre 2014

Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla nota di aggiornamento al DEF 2013.
L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche, articolata in 2 interventi; Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione (Tratta 1); Tabella 0.1 Il programmatico: le opere in progettazione (Tratta 2).
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2014, risulta sottoscritto, in data 12/11/2013, il contratto per la realizzazione del 1° lotto tratta Fontevivo (PR) - Terre Verdiane prolungamento per Mantova - Nogarole Rocca (VR). L’avvio dei lavori è programmato per aprile 2015 e la loro ultimazione, dopo 2 anni, ad aprile 2017.


Marzo 2016

La Regione del Veneto, con DGR n. 159 del 13 febbraio 2015, approva l'elenco aggiornato delle opere infrastrutturali ritenute strategiche ed indifferibili per la Regione del Veneto da proporre al MIT per l'inserimento nel prossimo DEF - XII° Allegato infrastrutture. In particolare nell’allegato 1 sono riportati gli "interventi da confermare", nell’allegato 2 gli "interventi da inserire” e nell’allegato 3 gli "interventi da stralciare". L’opera “Raccordo autostradale tra Autostrada della Cisa e Autostrada del Brennero – Tratta 2”, è inserita nell’allegato 1.
La Regione Emilia-Romagna, con DGR n. 1617/2015 del 26 ottobre 2015, approva il quadro complessivo delle opere infrastrutturali prioritarie per la Regione Emilia Romagna nell'ambito del programma infrastrutture strategiche e coerenti con il PRIT 98-2010. Tale quadro si articola su due livelli di priorità come dettagliato nell’allegato A. L’opera “Racc. Autostradale CISA Autostr. Brennero”, articolata in lotti, è inserita nell’allegato A con livello di priorità 1 (lotti tratta 1) e 2 (lotto tratta 2).
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risulta posticipato l’avvio dei lavori a giugno 2016.


Dicembre 2016

Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, con riferimento al 1° lotto tratta Fontevivo (PR) - Terre Verdine prolungamento per Mantova - Nogarole Rocca (VR), risulta approvato il progetto esecutivo, con prescrizioni, in data 21 luglio 2016 con decreto n.12647 del MIT (subentrato quale Concedente ad ANAS in virtù di quanto previsto dal DM n. 341 del 1° ottobre 2012). In data 26 settembre 2016 hanno avuto inizio i lavori e la loro ultimazione è posticipata a febbraio 2020.


Maggio 2018

Il CIPE, con delibera n. 23 del 3 marzo 2017, esprime parere favorevole in ordine allo schema di atto aggiuntivo alla convenzione unica sottoscritta il 3 marzo 2010 tra ANAS SpA e la Società' Autocamionale della Cisa SpA e sul relativo PEF e PFR.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2017, appendice 2 – Interventi, tabella Interventi prioritari – strade e autostrade, sono riportati gli interventi: “Itinerario Autostradale Medio Padano - Raccordo Autostradale A15-A22 - TiBre 1° lotto” identificato dal codice 7 e classificato “invariante”; Itinerario Autostradale Medio Padano - Nuovo collegamento Tibre – Cispadana” identificato dal codice 7 e classificato “project review”.
In data 10 ottobre 2017, a seguito dell’ottenimento dell’autorizzazione da parte del MIT, le società Autocamionale della Cisa SpA e Società Autostrada Ligure Toscana SpA hanno stipulato l’atto di fusione per incorporazione della società Autocamionale della Cisa SpA in Società Autostrada Ligure Toscana SpA; tale atto di fusione ha avuto efficacia giuridica dal 1° novembre 2017. L’efficacia contabile e fiscale della fusione è retroattiva al 1° gennaio 2017. A seguito della soprariportata fusione, la società SALT SpA gestisce sia la tratta A15 La Spezia-Parma, sia la tratta A12 Sestri Levante –Livorno, Viareggio-Lucca e Fornola-La Spezia.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2018, capitolo IV. Lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo IV. 3 Strade e autostrade, sono riportati: nella tabella Interventi prioritari invarianti – modalità: strade e autostrade, l’intervento “Itinerario Autostradale Medio Padano - Raccordo Autostradale A15 - A22 - TiBre 1° lotto” identificato da codice 7.1 e con un costo di 423,86 milioni di euro; nella tabella Interventi prioritari in project review - modalità: strade e autostrade, l’intervento “Itinerario Autostradale Medio Padano - Nuovo collegamento Tibre-Cispadana”, identificato da codice 7.2 e con obiettivo della project review “Verifica di soluzioni alternative e relative necessità/opportunità di completamento dell'itinerario”.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, con riferimento al 1° lotto tratta Fontevivo (PR) - Terre Verdine prolungamento per Mantova - Nogarole Rocca (VR), risultano in corso i lavori e la loro ultimazione è prevista entro febbraio 2020.


Ottobre 2019

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2019, “capitolo III. Appendice: lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo III. 3 Strade e autostrade, figura 0.6 Interventi prioritari – Autostrade”, sono riportati i costi, le risorse disponibili e il fabbisogno residuo articolati per ambito geografico. Per gli interventi sulla rete autostradale del nord, tra i quali rientra il Raccordo Autostradale A15 - A22 - TiBre 1° lotto, si rileva un costo complessivo di 10.473,03 milioni, un ammontare di risorse disponibili di 6.997,63 milioni di euro e un fabbisogno residuo di 3.475,40 milioni di euro.
Il CIPE, con delibera n. 38 del 24 luglio 2019, approva un criterio generale per l’accertamento e per la definizione dei rapporti economici riferibili alle società concessionarie autostradali, limitatamente al periodo intercorrente tra la data di scadenza della concessione e la data di effettivo subentro del nuovo concessionario (periodo transitorio). Lo stesso giorno il CIPE è informato sugli aggiornamenti quinquennali dei piani economico-finanziari delle concessionarie autostradali nell’ambito del nuovo regime tariffario dell’Autorità di regolazione dei trasporti.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2019, con riferimento al 1° lotto tratta Fontevivo (PR) - Terre Verdine prolungamento per Mantova - Nogarole Rocca (VR), risultano in corso i lavori con un avanzamento del 62,60% al 30 settembre 2019. Il termine di ultimazione lavori è prorogato al 18 novembre 2020 in conseguenza di impedimenti causati da enti terzi e da eccezionali eventi meteorologici.


Dicembre 2020

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2020 - denominato “#italiaveloce - L’Italia resiliente progetta il futuro: nuove strategie per trasporti, logistica e infrastrutture” - Capitolo V. Il sistema integrato dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture: interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, paragrafo V.3 Le strade e le autostrade, tabella V.3.4: costo e finanziamenti disponibili per la realizzazione degli interventi prioritari – modalità strade e autostrade,  è inserito l’intervento “6 Itinerario Autostradale Medio Padano”, con un costo di 1.731,86 milioni di euro, un ammontare di risorse disponibili di 1.431,86 milioni di euro e un fabbisogno residuo di 300,00 milioni di euro. Lo stesso intervento è presente nella  tabella “V.3.5: interventi prioritari” articolato in 3 sub-interventi di cui uno relativo al “Raccordo Autostradale A15 - A22 - TiBre 1° lotto” del costo di 423,86 milioni di euro con risorse interamente disponibili.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2020, con riferimento al 1° lotto tratta Fontevivo (PR) - Terre Verdine prolungamento per Mantova - Nogarole Rocca (VR), risultano in corso i lavori con un avanzamento del 78,68% al 30 novembre 2020.  Il termine di ultimazione lavori è prorogato al 1° luglio 2021 in conseguenza di impedimenti causati da enti terzi, eccezionali eventi meteorologici e per l’emergenza epidemiologica da COVID-19.


Maggio 2022

Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2021 - denominato “Dieci anni per trasformare l’Italia – Strategie per infrastrutture, mobilità e logistica sostenibili e resilienti – Per il benessere delle persone e la competitività delle imprese, nel rispetto dell’ambiente” - Appendice: dettaglio degli interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, parte A.2 Le strade e le autostrade, Tabella A.2.2. Interventi prioritari strade e autostrade è inserito l’intervento “7 Itinerario Autostradale Medio Padano - Raccordo Autostradale Parma – Terre Verdiane (TiBre 1° lotto)”, del costo di 423,86 milioni di euro interamente finanziato.
Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2022 - denominato “Dieci anni per trasformare l’Italia – Strategie per infrastrutture, mobilità e logistica sostenibili e resilienti – Per il benessere delle persone e la competitività delle imprese, nel rispetto dell’ambiente” – capitolo III. Gli interventi e i programmi prioritari per lo sviluppo del paese, punto 3 Le strade e le autostrade, Tabella III.3.2. Interventi prioritari è inserito l’intervento “7 Itinerario Autostradale Medio Padano - Raccordo Autostradale Parma – Terre Verdiane (TiBre 1° lotto)”, del costo di 423,86 milioni di euro interamente finanziato.
Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2022, con riferimento al 1° lotto tratta Fontevivo (PR) - Terre Verdiane prolungamento per Mantova - Nogarole Rocca (VR), risultano in corso i lavori con un avanzamento del 92%. Il termine di ultimazione lavori è prorogato al 31 ottobre 2022 in conseguenza, tra l’altro, di impedimenti causati da enti terzi, varianti per il miglioramento dell’opera e della sua funzionalità,  eccezionali eventi meteorologici, emergenza epidemiologica da COVID-19 e indisponibilità di materiale.


COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
Costo al 21 dicembre 2001
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 121/2001
Previsione al 30 aprile 2004
1.267,000
- Fonte: CNEL
Previsione al 30 aprile 2005
1.832,719
- Fonte: Delibera CIPE 94/2004
Costo al 06 aprile 2006
0,000
- Fonte: Delibera CIPE 130/2006
Previsione al 30 aprile 2007
1.826,470
- Fonte: Delibera CIPE 132/2006
Costo al 30 giugno 2008
0,000
- Fonte: DPEF 2009-2013
Previsione al 30 aprile 2009
1.832,719
- Fonte: Delibera CIPE 10/2009
Previsione al 30 aprile 2010
2.730,000
- Fonte: Autocamionale della Cisa Spa
Costo ad aprile 2011
2.730,970
- Fonte: DEF 2011
Previsione al 30 aprile 2011
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Costo al 30 giugno 2011
2.730,970
- Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
Previsione al 31 dicembre 2011
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Costo al 01 giugno 2012
2.730,960
- Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
Previsione al 30 giugno 2012
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Previsione al 30 settembre 2012
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Costo al 01 dicembre 2012
2.730,970
- Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
Previsione al 30 giugno 2013
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Costo al 01 settembre 2013
2.730,970
- Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
Previsione al 31 ottobre 2013
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Costo al 01 aprile 2014
2.730,970
- Fonte: DEF 2014
Previsione al 30 giugno 2014
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Costo agosto 2014
2.730,970
- Fonte: Delibera CIPE 26/2014
Costo al 01 settembre 2014
2.730,970
- Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
Previsione al 31 dicembre 2014
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Previsione al 31 marzo 2016
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Previsione al 31 dicembre 2016
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Previsione 31 maggio 2017
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Costo al 26 aprile 2018
423,860
- Fonte: DEF 2018
Previsione al 31 maggio 2018
2.730,966
- Fonte: Delibera CIPE 2/2010
Costo al 30 aprile 2019
423,860
- Fonte: DEF 2019
Previsione al 31 ottobre 2019
423,860
- Fonte: DEF 2019
Costo al 06 luglio 2020
423,860
- Fonte: DEF 2020
Previsione al 31 dicembre 2020
423,860
- Fonte: DEF 2020
Costo al 29 luglio 2021
423,860
- Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2021
Costo al 20 maggio 2022
423,860
- Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2022
Previsione al 31 maggio 2022
423,860
- Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2022
QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
Risorse disponibili al 31 maggio 2022
423,860

Fondi Privati
423,860
Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2022

Fabbisogno residuo al 31 maggio 2022
0,000

STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione definitiva
Conferenza servizi
Conclusa
Note
{AGGIORNAMENTO AL 31.10.2021} 1) Il costo sostenuto è riferito alla sola progettazione definitiva e ricomprende il costo per gli studi geologici (€ 61.200,00) affidati esternamente. 2) I costi sostenuti per progettazione preliminare e Studio di Impatto Ambientale ammontano complessivamente ad € 1.958.847,65. 3) Il CIPE con Delibera n° 132/2006 ha espresso valutazione positiva sul Progetto Definitivo, rinviando l'approvazione dello stesso al completamento dell'iter di approvazione dell'atto aggiuntivo alla Convenzione Autocisa ANAS. 4) L'importo lavori indicato in progetto comprende gli oneri per la sicurezza ed un ipotetico ribasso d'asta del 20%. L'importo indicato è aggiornato a Novembre 2009 anche in base alla Delibera CIPE n° 132/2006. Dell'importo indicato ha preso atto la Delibera CIPE n° 2/2010.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione definitiva Interno 11.708.879,31 1.627.170.065,90 20/12/2004 09/08/2005
Raccordo Autostradale Parma-Terre Verdiane (TiBre 1° lotto tratta Fontevivo PR - Terre Verdiane prolungamento per Mantova - Nogarole Rocca VR)
STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione definitiva
Conferenza servizi
Conclusa
Note
{AGGIORNAMENTO AL 31.10.2021} - 1) Il costo sostenuto è riferito all'aggiornamento dell'intero progetto alla Delibera CIPE n° 132/2006 e ricomprende il costo per l'aggiornamento degli studi geologici (€ 45.900,00) affidati esternamente. Il costo comprende anche l'importo per l'aggiornamento del progetto relativo al 1° lotto (€ 878.037,50) a seguito della Delibera CIPE n° 2/2010 e le relative somme a titolo di success fee per approvazione CIPE e ANAS e ulteriori integrazioni(€ 299.934,54). 2) Il CIPE con Delibera n° 132/2006 ha espresso valutazione positiva sul Progetto Definitivo, rinviando l'approvazione dello stesso al completamento dell'iter di approvazione dell'atto aggiuntivo alla Convenzione Autocisa ANAS. 3) La Delibera CIPE n° 2/2010 del 22/01/2010, pur richiamando l'opera nella sua interezza e prendendo atto del costo complessivo della stessa (€ 2.730.965.654,50) ha approvato il 1° lotto. 4) L'importo lavori indicato in progetto comprende gli oneri per la sicurezza ed un ipotetico ribasso d'asta del 20%. L'importo indicato è aggiornato a novembre 2009 anche in base alla Delibera CIPE n° 132/2006. L'importo indicato è stato approvato con Delibera CIPE n° 2/2010.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione definitiva Interno 8.834.857,04 302.788.160,40 20/12/2004 09/11/2009

AFFIDAMENTO LAVORI
Soggetto aggiudicatore
ANAS SpA
Modalità di selezione
Affidamento con bando
Procedura
Procedura ristretta
Sistema di realizzazione
Appalto integrato
Criterio di aggiudicazione
Offerta economicamente più vantaggiosa
Fase progettuale a base di gara
Definitivo
Tempi di esecuzione
Progettazione
120 giorni
Lavori
1460 giorni
Data bando
10/08/2011
CIG/CUI
307068161E
Data aggiudicazione
11/07/2013
Tipo aggiudicatario
IMPRESA SINGOLA
Nome
PIZZAROTTI & C. S.p.A.
Codice fiscale
01755470158
Data stipula contratto
12/11/2013
Quadro economico
Importo a base di gara(1)
305.142.660,89
Importo oneri per la sicurezza
16.680.000,00
Importo complessivo a base di gara
321.822.660,89
Importo di aggiudicazione(2)
254.666.864,08
Somme a disposizione
Importo totale
254.666.864,08
% Ribasso di aggiudicazione
22,01
% Rialzo di aggiudicazione
Note
{AGGIORNAMENTO AL 31.10.2021} - Autocamionale della Cisa S.p.A. (Concessionaria) ha avviato le procedure di affidamento a seguito dell’approvazione del Progetto Definitivo con Provvedimento prot. CDG-0074756-P del 24.05.2011 da parte di ANAS S.p.A. (allora Concedente) in forza della Convenzione 03.03.2010, resa esecutiva con atto di recepimento del 12.11.2010. Con decreto n. 12647 in data 21.07.2016 il MIT (subentrato quale Concedente ad ANAS in virtù di quanto previsto dal D.M. 01.10.2012 n. 341) ha approvato, con prescrizioni, il Progetto Esecutivo redatto dall'aggiudicatario. L’esito finale dell’istruttoria ha comportato una riduzione dell’importo totale dei lavori appaltati, che risulta modificato in complessivi € 253.295.739,22. Al fine di formalizzare il recepimento di tali prescrizioni, Autocamionale della Cisa e l'aggiudicatario, in data 23.09.2016, hanno sottoscritto apposito atto aggiuntivo al Contratto n. 01/11 del 12.11.2013. Con decorrenza dal 1 novembre 2017 Autocamionale della Cisa S.p.a. è stata incorporata, per fusione, nella società Salt p.a.

1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
ESECUZIONE LAVORI
Stato avanzamento lavori
In corso
Data presunta inizio lavori
Data effettiva inizio lavori
26/09/2016
Stato avanzamento (importo)
240.129.799,53
Stato avanzamento (percentuale)
92,00
Data presunta fine lavori
01/07/2021
Data effettiva fine lavori
Data presunta fine lavori x varianti
31/10/2022
Tempi realizzazione
Descrizione ritardo
Data collaudo statico
Data collaudo tecnico-amministrativo
Note
{AGGIORNAMENTO AL 31.10.2021} - In sede di offerta l’aggiudicatario ha dichiarato un tempo di esecuzione lavori di 730 giorni. Successivamente, in sede di elaborazione del progetto esecutivo, l'entrata in vigore del D.M. 161/2012 in tema di "Utilizzo terre e rocce da scavo", ha comportato l'esecuzione di nuove attività e l'adeguamento di alcune già previste. Tale sopravvenienza ha indotto l'aggiudicatario ad effettuare un ricalcolo del programma lavori, adeguato a complessivi 1046 giorni naturali e consecutivi. Il MIT, tramite decreto di approvazione del Progetto Esecutivo n. 12647 in data 21.07.2016, ha confermato il tempo utile contrattuale, per i lavori appaltati, in 1046 giorni naturali e consecutivi. In attesa del perfezionamento di alcune delle Convenzioni atte a disciplinare i rapporti con i Soggetti terzi ed Enti interferiti, Autocamionale della Cisa ha proceduto, in data 26.09.2016, ad una prima consegna parziale dei lavori. L'ultima delle consegne parziali è intervenuta il 15.03.2017. Con atto aggiuntivo in data 24/06/2021 è stata recepita la Perizia di Variante n. 02 concernente alcune modifiche alle originarie previsioni di progetto resesi necessarie per l’accoglimento di prescrizioni impartite da Enti terzi (Concedente, ASL, ASPI), il miglioramento dell’opera e della sua funzionalità (inserimento di cordolo bituminoso), il riconoscimento di maggiori oneri motivati da obiettive esigenze derivanti da circostanze sopravvenute e imprevedibili (indisponibilità di materiale, emergenza Covid), derivandone l'aumento dell'importo contrattuale, fissato in € 260.492.656,10. In conseguenza di detta perizia (e degli eventi imprevisti e sopravvenuti nel frattempo intercorsi) tutte le opere previste in Contratto troveranno compimento entro il 31.12.2021, con la sola eccezione delle attività connesse al ponte sul Taro che, con riferimento alla sola carreggiata sud, verrà concluso entro il 31.10.2022, nuovo Termine di Ultimazione dei Lavori. I dati relativi all'avanzamento riportati nella presente scheda si riferiscono al SAL n. 59 per lavori a tutto il 31.08.2021. Per il completamento del Lotto ed ai fini dell'esercizio sono necessari ulteriori lavori relativi agli impianti tecnologici.

Contenzioso
Totale riserve definite
84
Importo complessivo riserve definite
6.936.017,13
Totale riserve da definire
17
Importo complessivo riserve da definire
5.546.592,86
Note
{AGGIORNAMENTO AL 31.10.2021} - Sussistendone le condizioni e i presupposti di legge, in data 15.07.2021 è intervenuta tra le Parti la sottoscrizione di Verbale di Accordo Bonario ex art. 240 D.Lgs. 163/06, originato dall’adesione alla proposta avanzata dalla apposita Commissione costituita ex lege (chiamata ad esprimersi su un monte di n. 84 riserve per totali € 68.536.610,52, iscritte a tutto il SAL n. 48 per lavori al 30/09/2020). Oltre alle 84 riserve già trattate sul Registro di contabilità al SAL 59 per lavori a tutto il 31.08.2021 ne risultano iscritte ulteriori 17 per un valore complessivo di € 5.546.592,86.

Sospensione lavori
Numero totale
6
Giorni di sospensione totali
409
Note
{AGGIORNAMENTO AL 31.10.2021} - Sospensione parziale lavori n. 1 tra il 12.12.2017 ed il 05.02.2018 (forza maggiore); Sospensione parziale lavori n. 2 tra il 29.10.2018 ed il 21.01.2019 (forza maggiore); Sospensione parziale lavori n. 3 tra il 01.02.2019 ed il 25.03.2019 (forza maggiore); Sospensione parziale n. 4 tra il 03.11.2019 ed il 26.02.2020 (forza maggiore); Sospensione totale n.5 con verbale in data 12.03.2020 (forza maggiore: pandemia da Covid-19). Ripresa (parziale) dei lavori in data 27.04.2020 e definitiva in data 06/05/2020; Sospensione totale n.6 con verbale in data 26.08.2021 (forza maggiore: ritrovamento idrocarburi). Ripresa (parziale) dei lavori in data 13.10.2021.

Varianti
Numero totale
2
Giorni proroga totali
790
Motivi
  • Art. 132 c. 1. lett. a) D.Lgs. 163/2006
Altri motivi
Art. 132 c. 1 lett. a) e lett. b), Art. 132 c. 3 D.Lgs. 163/2006
Importo
241.842.814,63
Importo oneri sicurezza
18.649.841,47
Somme a disposizione
170.958.245,57
Totale
Note
{AGGIORNAMENTO AL 31.10.2021} - Con atto aggiuntivo in data 24/06/2021 è stata recepita la Perizia di Variante n. 02 concernente alcune modifiche alle originarie previsioni di progetto resesi necessarie per l’accoglimento di prescrizioni impartite da Enti terzi (Concedente, ASL, ASPI), il miglioramento dell’opera e della sua funzionalità (inserimento di cordolo bituminoso), il riconoscimento di maggiori oneri motivati da obiettive esigenze derivanti da circostanze sopravvenute e imprevedibili (indisponibilità di materiale, emergenza Covid), derivandone l'aumento dell'importo contrattuale, fissato in € 260.492.656,10 (in aumento per € 7.285.770,18). In conseguenza di detta perizia (e degli eventi imprevisti e sopravvenuti nel frattempo intercorsi) tutte le opere previste in Contratto troveranno compimento entro il 31.12.2021, con la sola eccezione delle attività connesse al ponte sul Taro che, con riferimento alla sola carreggiata sud, verrà concluso entro il 31.10.2022, nuovo Termine di Ultimazione dei Lavori.
Completamento tratta Fontevivo PR - Nogarole Rocca VR (Completamento TiBre)
STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
PROGETTAZIONE
Livello di progettazione raggiunto
Progettazione definitiva
Conferenza servizi
Conclusa
Note
{AGGIORNAMENTO AL 31.10.2021} - 1) Il costo sostenuto è riferito all'aggiornamento dell'intero progetto alla Delibera CIPE n° 132/2006 e ricomprende il costo per l'aggiornamento degli studi geologici (€ 45.900,00) affidati esternamente. 2) Il CIPE con Delibera n° 132/2006 ha espresso valutazione positiva sul Progetto Definitivo, rinviando l'approvazione dello stesso al completamento dell'iter di approvazione dell'atto aggiuntivo alla Convenzione Autocisa ANAS. 3) La Delibera CIPE n° 2/2010 del 22/01/2010, pur richiamando l'opera nella sua interezza e prendendo atto del costo complessivo della stessa (€ 2.730.965.654,50) ha approvato il 1° lotto. 4) L'importo lavori indicato in progetto comprende gli oneri per la sicurezza ed un ipotetico ribasso d'asta del 20%. L'importo indicato è aggiornato a novembre 2009 anche in base alla Delibera CIPE n° 132/2006. Dell'importo indicato ha preso atto la Delibera CIPE n° 2/2010.
Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
Progettazione definitiva Interno 7.756.581,84 1.324.381.905,50 20/12/2004 09/11/2009
NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
Decreto interministeriale n.611/Segr. Dicoter /1999 del 1999
Convenzione ANAS Spa/ Società Autocamionale della Cisa Spa del 7 dicembre 1999
Intesa Generale Quadro tra Governo e la Regione Lombardia dell'11 aprile 2003
Delibera di Giunta Regione Lombardia n. VII/13323/2003 del 13 giugno 2003
Delibera di Giunta Regione Emilia Romagna n.1824 del 22 settembre 2003
Delibera di Giunta Regione Veneto n.3136/2003 del 23 ottobre 2003
Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Veneto del 24 ottobre 2003
Delibera di Giunta Regione Lombardia n. VII/14839/2003 del 31 ottobre 2003
Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Emilia Romagna del 19 dicembre 2003
Delibera CIPE 94/2004 del 20 dicembre 2004
Delibera CIPE 132/2006 del 9 maggio 2006
Atto Aggiuntivo alla Intesa Generale Quadro Regione Emilia Romagna del 1° agosto 2008
2° Atto aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro Regione del Veneto del 6 novembre 2009
Delibera CIPE 2/2010 del 22 gennaio 2010
Bilancio 2009 Gruppo SIAS – Società Iniziative Autostradali e Servizi Spa del 23 marzo 2010
Delibera CIPE 26/2010 del 13 maggio 2010
Bilancio 2010 Autocamionale della Cisa Spa del 28 marzo 2011
Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Veneto del 16 giugno 2011
Bando di gara Autocamionale della CISA Spa del 10 agosto 2011
Nuovo atto aggiuntivo Intesa Generale Quadro Governo e Regione Emilia Romagna del 19 aprile 2013
Delibera Regione del Veneto n. 159 del 13 febbraio 2015
Delibera Regione Emilia-Romagna n. 1617 del 26 ottobre 2015
Delibera CIPE 23/2017 del 3 marzo 2017
Gruppo SIAS - Relazione di bilancio 2017 del mese di aprile 2018
Delibera CIPE 38/2019 del 24 luglio 2019
Siti internet ufficiali
http://www.autocisa.com