SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Strade e autostrade

STRADE E AUTOSTRADE / Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19: adeguamento a quattro corsie della SS 640 di Porto Empedocle (Strada degli scrittori)

SCHEDA N. 56

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPESS o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/05/2022

Localizzazione
Cup
    SISTEMA INFRASTRUTTURALE

    Strade e autostrade

    Soggetto titolare

    ANAS SpA

    Descrizione

    L’opera riguarda l'adeguamento a 4 corsie (categoria B) della S.S. 640 "di Porto Empedocle" mediante: - la realizzazione di una nuova infrastruttura nel tratto compreso fra il Km 9+800 esistente, nella zona dello svincolo Petrusa, ed il Km 44+400 nella zona della Contrada Grotta Rossa, con un tracciato che ha uno sviluppo complessivo di circa 34 Km. Le opere principali sono costituite da venti viadotti, tre gallerie artificiali e otto svincoli, di cui due di nuova costruzione e sei di adeguamento di quelli già esistenti; - la realizzazione di una nuova infrastruttura nel tratto compreso fra il Km 44+000 della Contrada Grotta Rossa, ed il Km 74+300 svincolo con la A19, con un tracciato che in buona parte riutilizza il sedime esistente ed ha uno sviluppo complessivo di circa 34,300 Km. Le opere principali riguardano la realizzazione di sedici viadotti, cinque gallerie artificiali, quattro gallerie naturali, di cui la galleria Caltanissetta a doppio fornice di circa 4050 m. di sviluppo, e sei svincoli, di cui tre di nuova costruzione e tre di adeguamento di quelli già esistenti

    Delibere CIPESS e/o ordinanze attuative

    156/2005
    37/2009
    6/2012
    63/2016

    Dati storici

    2000
    La Provincia di Agrigento, in base alla convenzione con l’ANAS sottoscritta il 6 novembre, affida l'incarico per la redazione del progetto definitivo e lo studio sulla VIA.
    2001
    L’intervento è tra gli quelli in corso di progettazione nell’Accordo di programma quadro 2001 sottoscritto dall’ANAS con il Ministero dell’economia e la Regione Siciliana.
    L’opera è presente nella delibera n. 121 nell’ambito del “Corridoio plurimodale tirrenico-nord Europa”.
    2003
    L’opera non è esplicitamente compresa nell’Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Siciliana del 14 ottobre.
    2004
    L’ANAS approva il progetto definitivo della tratta tra il Km 9+800 ed il Km 44+400 per l’importo di 594 Meuro.
    Le delibera CIPE n. 19 e n. 21 ripartiscono le risorse per le aree sottoutilizzate recate dalla legge n. 350/2003, finalizzandole all’accelerazione del PIS.
    L’ANAS, con nota del 12 novembre, trasmette il progetto definitivo della tratta tra il Km 9+800 ed il Km 44+400 al MIT, alle Amministrazioni interessate ed ai gestori di opere interferenti.
    2005
    La Regione Siciliana esprime parere favorevole con prescrizioni.
    Il 9 febbraio si tiene la CdS. La Regione Siciliana esprime parere favorevole con prescrizioni e suggerimenti.
    Con l’art. 5 del decreto legge n. 35/2005, si dispone che il CIPE finanzi prioritariamente gli interventi inclusi nel PIS di cui alla legge n. 443/2001.
    La Regione Siciliana destina all’opera 389 Meuro delle risorse della delibera CIPE n. 20/2004.
    Il CIPE, con delibera n. 34, ripartisce le risorse per interventi nelle aree sottoutilizzate per il quadriennio 2005-2008, quantificando in 637,5 Meuro la quota attribuita al Mezzogiorno per l'accelerazione del PIS.
    Il Presidente della Regione Siciliana chiede al MIT di attivarsi per il reperimento dell'integrazione del finanziamento dell'opera. In tale richiesta il Ministero individua il perfezionamento dell'intesa Stato-Regione per progetti di interesse concorrente.
    Il CIPE, con delibera n. 98, quantifica le risorse di cui alla delibera n. 21/2004 non ancora allocate e ritiene finanziabili gli interventi elencati nell’allegato 1 a partire dalla seconda postazione; la ”SS 640 AG-CL” è inclusa al n. 3 della graduatoria.
    Il Ministero dell’ambiente, che aveva formulato in luglio richiesta di integrazioni, trasmette parere favorevole con prescrizioni e raccomandazioni, chiedendo successivamente di destinare una percentuale compresa tra il 2,5%-3% dell'importo complessivo dell'opera per compensazioni ambientali.
    Il MIT trasmette le relazioni istruttorie “Itinerario Agrigento–Caltanissetta-A19: adeguamento a quattro corsie della SS 640 “di Porto Empedocle”, tratto dal Km 9+800 al Km 44+400” proponendo l’approvazione, con prescrizioni e raccomandazioni, del progetto definitivo ed il parziale finanziamento dell'opera a carico del FAS, nonché l'autorizzazione all'utilizzo delle "economie di gara".
    Il CIPE, con delibera n. 156, approva il progetto definitivo della tratta tra il Km 9+800 ed il Km 44+400 e concede un contributo di 205,6 Meuro, a completamento del finanziamento dell’opera, a valere sulle disponibilità del Fondo per le aree sottoutilizzate relative al 2008.
    2006
    L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 130 di rivisitazione del PIS.
    L’ANAS pubblica il bando di gara per l’affidamento unitario a contraente generale della realizzazione dell’opera “SS 640 di Porto Empedocle - Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19. Adeguamento a quattro corsie della SS 640 di Porto Empedocle - Tratto dal Km 9+800 al Km 44+400”.
    2007
    L’ ANAS , con nota del 2 agosto, trasmette al MIT e alle Amministrazioni interessate ed ai gestori di opere interferenti il progetto definitivo del tratto compreso fra il Km 44+000 ed il Km 74+300.
    Con il 1° Atto Aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro, sottoscritto il 4 ottobre tra il Governo e la Regione Siciliana, l’intero itinerario del 1° e 2° tratto viene inserito nelle opere delle Legge Obiettivo.
    Il 14 dicembre l’ANAS aggiudica l’appalto “affidamento unitario a contraente generale della realizzazione dell’opera “SS 640 di Porto Empedocle-Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19. Adeguamento a quattro corsie della SS 640 di Porto Empedocle-Tratto dal Km 9+800 al Km 44+400” al raggruppamento temporaneo di imprese composto da CMC di Ravenna e Consorzio Cooperative Costruzioni.
    2008

    In data 4 febbraio si tiene la CdS relativa al tratto fra il Km 44+000 ed il Km 74+300.
    La Regione Siciliana, con nota del 10 marzo, trasmette il parere favorevole con prescrizioni e raccomandazioni sul tratto fra il Km 44+000 ed il Km 74+300.
    In data 27 maggio 2008 è stipulato il contratto tra ANAS SpA e la Società Empedocle SCPA, per la realizzazione del 1° lotto dell’Itinerario Agrigento-Caltanissetta.
    Il Ministero per i beni culturali esprime parere favorevole con prescrizioni e raccomandazioni, sul tratto fra il Km 44+000 ed il Km 74+300.
    L’intervento relativo al tratto fra il Km 44+000 ed il Km 74+300 è inserito nell’Accordo di programma quadro l’APQ Trasporto stradale del 23 settembre.
    Il Ministero dell’ambiente esprime parere favorevole con prescrizioni e raccomandazioni sul progetto relativo al tratto fra il Km 44+000 ed il Km 74+300.
    La Regione Siciliana, con nota dell’11 dicembre, esprime parere favorevole all’intesa sulla localizzazione dell’intervento relativo al tratto fra il Km 44+000 ed il Km 74+300.
    Il 17 dicembre l’ANAS approva il progetto esecutivo del tratto dal Km 9+800 al Km 44+400.
    Il Presidente dell’ANAS comunica al CIPE l’aggiornamento dell’elenco prezzi, per cui il costo complessivo del progetto relativo al tratto fra il Km 44+000 ed il Km 74+300 è di 990 Meuro.


    2009

    In data 25 febbraio l’ANAS consegna i lavori del tratto dal Km 9+800 al Km 44+400.
    L’opera è inserita nella delibera CIPE n. 10 sullo stato di attuazione del PIS.
    Il MIT trasmette le relazioni istruttorie del tratto dal Km 44+000 al Km 74+300 (svincolo A19).
    Il MIT, con nota del 23 giugno, integra la relazione istruttoria.
    La Regione Siciliana chiede al MIT di proporre al CIPE l’approvazione dell’intero progetto definitivo del tratto dal Km 44+000 al Km 74+300, comprensivo del 2° stralcio funzionale del costo di 195,00 Meuro e si dichiara disponibile ad assicurare la copertura del fabbisogno residuo di 99,98 Meuro a valere sulle risorse FAS 2007-2013 .
    Il CIPE, con delibera n. 37, approva il progetto definitivo dell’“Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19: adeguamento a 4 corsie della SS 640, tratto dal Km 44+000 al Km 74+300 Svincolo A 19” e assegna all’ANAS un contributo di 209, 1 Meuro a valere sul Fondo infrastrutture.Il contributo è finalizzato al completamento della copertura finanziaria di un 1° stralcio funzionale di circa 20,30 Km (Canicattì - Svincolo Caltanissetta Sud incluso), del valore di 795 Meuro. Per quanto riguarda il 2° stralcio, il CIPE prende atto che il ribasso della gara del primo lotto (dal Km. 9+800 al Km. 44+400) ha reso disponibili 95 Meuro, di cui 32,8 concessi con la delibera n. 156/2005 a valere sulle disponibilità del Fondo FAS e 62,2 relativi al contributo concesso dalla Regione Siciliana a valere sui fondi FAS regionali. La Regione Siciliana si impegna ad assicurare la copertura del fabbisogno residuo di 99,98 Meuro a valere sulle risorse FAS 2007-2013 di sua pertinenza, chiedendo che l’eventuale ribasso d’asta sia utilizzato a restituzione totale o parziale delle risorse messe a disposizione. Il CIPE quindi, per il secondo tratto 2° stralcio funzionale, delibera l’ assegnazione all’ANAS di un contributo di 32,8 Meuro recuperati dai ribassi d’asta.
    Il 13 luglio l'ANAS pubblica il bando di gara per l'affidamento unitario a contraente generale per l'esecuzione dei lavori di ammodernamento del II tratto, dal km 44,000 allo svincolo con la A19, dell'Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19. Il progetto definitivo a base di gara è redatto dall’ATI Technital Spa (mandataria), Progin, Delta Ingegneria Srl, S.I.S. Studio di Ingegneria Stradale, Infratec Srl Consulting Engineering, aggiudicatario per servizi di progettazione, con l’indirizzo e la verifica del gruppo di lavoro della Direzione Centrale Progettazione, a supporto del Responsabile del procedimento.
    In data 27 luglio 2009 è stipulato l’Atto aggiuntivo al Contratto del 27 maggio 2008, tra ANAS SpA e la Società Empedocle SCPA, per la realizzazione del 1° lotto dell’Itinerario Agrigento-Caltanissetta. 


    2010
    Il 30 marzo ANAS aggiudica, in via definitiva, i lavori per l’adeguamento a 4 corsie della strada statale 640 “Di Porto Empedocle”, tratto compreso tra il km 44 della strada esistente, località Grottarossa, e svincolo di Imera dell’autostrada A19 “Palermo-Catania”, sottopassando in galleria l’abitato di Caltanissetta, all’Associazione Temporanea di Imprese costituita dalla mandataria C.M.C. Cooperativa Muratori e Cementisti di Ravenna, dalla C.C.C. Società Cooperativa, con sede a Bologna, e da Tecnis SpA, con sede a Tremestieri Etneo, in provincia di Catania. Il Contraente Generale avrà a disposizione, per l’esecuzione dei lavori, 1.550 giorni, 180 dei quali per lo sviluppo del progetto esecutivo e per le prestazioni propedeutiche ai lavori e successivi 1.370 giorni per l’esecuzione dei lavori.
    Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera " Agrigento - Caltanissetta - A19" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
    Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.
    Aprile 2011

    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera " Agrigento - Caltanissetta - A19", articolata in due interventi (Agrigento-Caltanissetta A19: Agrigento Canicattì (Porto Empedocle) lotto 1 tratto Km9+800 al Km 44+400; Agrigento-Caltanissetta A19: Canicattì - Caltanissetta tratto 2, dal Km 44+000 allo svincolo con l'A19) è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”; “6: Programma Infrastrutture Strategiche – Stato avanzamento lavori” (lotto 1 tratto Km9+800 al Km 44+400).
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, risulta che l'avanzamento lavori del lotto1 tratto Km9+800 al Km 44+400 è pari al 33,88%, mentre non sono ancora stati avviati i lavori del tratto 2.


    Dicembre 2011

    Nell’aggiornamento di settembre dell'Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l'opera, articolata in due interventi, è riportata nelle stesse tabelle di aprile. E' inoltre inserita nella tabella "6 Programma delle Infrastrutture Strategiche Rendicontazione Fondi FAS Accelerazione e Infrastrutture"
    La regione Siciliana, con Decreto n. 3251 del 21 novembre 2011, ammette a rendicontazione, nell’ambito della Linea d’Intervento 1.1.2.1 del PO FESR 2007/2013, le spese ammissibili, afferenti il Grande Progetto “Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19: Adeguamento a quattro corsie della SS.640 - 1° tratto dal Km. 9+800 al Km. 44+400”, sostenute dalla data d’inizio dell’ammissibilità della spesa (1 gennaio 2007).
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, risulta che l’avanzamento dei lavori del lotto 1 “Tratto dal Km 9+800 al Km 44+400” ha raggiunto il 51,61%, ed è prevista la fine dei lavori per l’agosto 2012. I lavori del lotto 2 “Tratto dal Km 44 al Km 74+300”, aggiudicati ad aprile 2010, non risultano avviati.


    Marzo 2012

    Il CIPE, con delibera n. 6 del 20 gennaio, ridefinisce il quadro finanziario complessivo del Fondo per lo sviluppo e la coesione per il periodo 2012-2015. L'opera è inserita nella tabella "1 - Quadro delle riduzioni di spesa sul Fondo Infrastrutture", con una riduzione di 209,142 Meuro pari all'intero importo assegnato con delibera CIPE 37/2009, e nella tabella "4 - Assegnazioni a interventi indifferibili e provvisti di titoli giuridici perfezionati (art. 33, comma 3, legge n. 183/2011)", con una assegnazione di importo pari alla riduzione. 
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2012, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


    Settembre 2012

    L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 2, opere indifferibili (lotto 2 “Tratto dal Km 44 al Km 74+300”); allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
    Il 2 luglio 2012 è costituita la “Empedocle2 Società Consortile per Azioni” tra la Cooperativa Muratori e Cementisti - CMC di Ravenna, il Consorzio Cooperativo Costruzioni – CCC Società Cooperativa e la Tecnis SpA.
    L'opera, suddivisa in due lotti, è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 1, Opere in realizzazione e/o completate del PIS; documento due "due diligence".
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, risulta il seguente stato di avanzamento:
    - lotto 1 “Tratto dal Km 9+800 al Km 44+400”, avanzamento lavori del 72,04%;
    - lotto 2 “Tratto dal Km 44 al Km 74+300”, lavori iniziati il 26/01/2012  con un avanzamento dello 0,95% alla data di monitoraggio.


    Dicembre 2012

    Con decisione della Commissione Europea n. 8127 C(2012) del 14 novembre 2012 è approvato il contributo finanziario del FESR al Grande Progetto “Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19: Adeguamento a quattro corsie della SS.640 - 1° tratto dal Km.9+800 al Km .44+400”.
    Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
    Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


    Giugno 2013

    La Regione Siciliana, con Decreto n. 290 del 5 febbraio 2013, approva la Convenzione tra la Regione Siciliana e ANAS SpA, sottoscritta in data 4 febbraio 2013, per l’attuazione dell’intervento “Itinerario Agrigento- Caltanissetta-A19: Adeguamento a quattro corsie della SS.640 - 1° tratto dal Km. 9+800 al Km. 44+400”.
    L'opera, articolata in due lotti, è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 1 - Le opere in realizzazione del Programma Infrastrutture Strategiche nel perimetro del deliberato CIPE il patrimonio infrastrutturale consolidato.


    Ottobre 2013

    La Regione Siciliana, con DGR n. 284 del 7 agosto 2013, approva la bozza della Nuova Intesa Generale Quadro (2a fase) di cui alla legge n. 443/2001.
    L'art. 18, comma 1, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito con modificazioni dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, al fine di consentire nell'anno 2013 la continuità dei cantieri in corso ovvero il perfezionamento degli atti contrattuali finalizzati all'avvio dei lavori istituisce presso il MIT un Fondo con una dotazione complessiva pari a 2.069 milioni di euro, di cui 335 Meuro per l'anno 2013, 405 Meuro per l'anno 2014, 652 Meuro per l'anno 2015, 535 Meuro per l'anno 2016 e 142 Meuro per l'anno 2017. L’asse di collegamento tra la strada statale 640 e l’autostrada A19 Agrigento – Caltanissetta fa parte degli interventi da finanziare ai sensi del comma 2 con uno o più decreti del Ministro delle infrastrutture e dei trasporti, di concerto con il Ministro dell'economia e delle finanze, da emanarsi entro trenta giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto.
    Con decreto interministeriale n. 268 del 2013 sono stati assegnati all'opera Asse di collegamento tra la SS 640 e l'autostrada A19 Agrigento-Caltanissetta 90 Meuro a condizione che entro il 31 dicembre 2013 vengano presentati stati di avanzamento lavori pari al 10% della quota lavori.
    L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo, lotti 1 e 2; 1A - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) - Perimetro interventi deliberati dal CIPE (2002-2013 settembre) Opere in fase di realizzazione, lotti 1 e 2.
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


    Giugno 2014

    In data 2 dicembre 2013, ANAS SpA dispone l'approvazione della perizia di variante n. 1 al progetto del 2° lotto dell’Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19, dell'importo complessivo di 990.000.000,00 euro.
    In data 19 marzo 2014 è stipulato il 1° Atto aggiuntivo al Contratto del 30 giugno 2010, tra ANAS SpA e la Società Consortile per Azioni “Empedocle 2”, per la realizzazione del 2° lotto dell’Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19.
    La Regione Siciliana, con Decreto n. 513 del 26 marzo 2014, cofinanzia per l’importo complessivo di 326.822.923,94 euro (Quota Regione Siciliana) il Grande Progetto “Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19: Adeguamento a quattro corsie della SS.640 - 1° tratto dal Km. 9+800 al Km. 44+400”. La restante somma, a totale copertura finanziaria dell'opera, pari a 172.727.865,60 euro è posta carico del contributo statale di cui alla delibera CIPE n. 156/2005 (FAS Nazionale).
    L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-5 Opere Comprehensive; Tabella A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche, articolata in 2 interventi (lotto 1 e lotto 2).
    Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.
    La Regione Siciliana, con DGR n. 110 del 20 maggio 2014, approva la rimodulazione delle risorse del PO FESR 2007/2013, assegnando al Grande Progetto “Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19: Adeguamento a quattro corsie della SS.640 - 1° tratto dal Km. 9+800 al Km. 44+400” ulteriori risorse comunitarie per un ammontare di 88.573.220,06 euro. Tale rimodulazione è approvata dalla Commissione Europea con decisione C(2014) 6446 dell'11 settembre 2014.


    Dicembre 2014

    Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla nota di aggiornamento al DEF 2013.
    L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella delle revoche e delle riassegnazioni di legge Obiettivo; Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche, articolata in 2 interventi (lotto 1 e lotto 2); Tabella 0.1 Il consolidato: le opere in realizzazione.
    L’art. 3, comma 8, del decreto-legge 1 settembre 2014, n. 133, convertito con modificazioni dalla legge 11 novembre 2014, n. 164, per consentire la continuità dei  cantieri  in  corso, assegna definitivamente a Anas SpA, per il completamento dell’intervento «Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19 – Adeguamento a quattro corsie della SS 640 tra i km 9+800 e 44+400», 3 Meuro a valere sulle risorse destinate al CdP 2013 e 42,5 Meuro a valere sulle risorse destinate al CdP 2012.
    In base ai dati riportati sul sito di ANAS Spa, aggiornati a novembre 2014, risulta il seguente stato di avanzamento:
    - lotto 1 “Tratto dal Km 9+800 al Km 44+400”, lavori in corso con ultimazione programmata per il mese di luglio 2015;
    - lotto 2 “Tratto dal Km 44 al Km 74+300”, lavori in corso con ultimazione programmata per il mese di luglio 2016.
    La Regione Siciliana, con deliberazione n. 345 del 10 dicembre 2014, autorizza l'inserimento del progetto “Itinerario Agrigento- Caltanissetta- A19 - Adeguamento a quattro corsie della SS 640 “di Porto Empedocle” - secondo tratto fino al Km. 74+300 (svincolo A19)” nell'elenco indicativo dei grandi progetti del PO FESR 2007/2013.
    In data 16 dicembre 2014 la documentazione relativa al Grande Progetto “Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19 Adeguamento a quattro corsie della SS 640 di Porto Empedocle - secondo tratto fino al Km. 74+300 (svincolo A19)” è trasmessa alla Commissione Europea.


    Marzo 2016

    In data 2 marzo 2015 la Commissione Europea avanza specifiche osservazioni sul Grande Progetto “Itinerario Agrigento– Caltanissetta-A19 - Adeguamento a quattro corsie della SS 640 di Porto Empedocle - secondo tratto fino al Km. 74+300 (svincolo A19)”.
    L'opera è riportata nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2015 (aprile e novembre 2015), Allegato 3 Opere prioritarie del Programma Infrastrutture Strategiche.
    In data 7 luglio 2015 è inviata alla Commissione Europea la scheda del Grande Progetto revisionata.
    Con decisione della Commissione Europea C(2015) 5819 final del 13 agosto 2015 è approvato il contributo finanziario del FESR al Grande Progetto “Itinerario Agrigento– Caltanissetta-A19 - Adeguamento a quattro corsie della SS 640 di Porto Empedocle - secondo tratto fino al Km. 74+300 (svincolo A19).
    Il CIPE, con delibera n. 93 del 6 novembre 2015, approva la riprogrammazione delle risorse FSC 2000-2006 e 2007-2013 a favore della Regione Siciliana per un importo complessivo di 901,448 Meuro di cui 87,9Meuro sono destinati al finanziamento di interventi per la continuità delle attività di difesa del patrimonio boschivo; a tale finalità sono destinate le risorse FSC 2000-2006 resesi disponibili a seguito della rendicontazione sul POR FESR del «Grande Progetto Itinerario Agrigento Caltanissetta. Adeguamento a quattro corsie della SS 640 di Porto Empedocle – secondo tratto sino al km 74+300 (svincolo con la A19)».
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risulta il seguente stato di avanzamento:
    - lotto 1 “Tratto dal Km 9+800 al Km 44+400”, avanzamento lavori del 93,13%, ultimazione dicembre 2016;
    - lotto 2 “Tratto dal Km 44 al Km 74+300”, avanzamento lavori del 41,70%, ultimazione gennaio 2018.


    Dicembre 2016

    L'opera “A19 Agrigento Caltanissetta” è riportata nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2016, Appendice - Stato avanzamento delle 25 opere del PIS.
    La Regione Siciliana, con Decreto n. 796 del 27 aprile 2016, approva il seguente nuovo quadro di ripartizione delle fonti finanziarie assegnate al Grande Progetto “Itinerario Agrigento-Caltanissetta-A19: Adeguamento a quattro corsie della SS.640 - 1° tratto dal Km. 9+800 al Km. 44+400”, del costo di 499.550.789,54 euro: 172.727.865,60 euro a valere sulle risorse di cui alla delibera CIPE 156/2005; 290.743.078,56 euro a valere sulle risorse PO FESR 2007/2013: 36.079.845,38 euro a valere sulle risorse di cui alla delibera CIPE 20/2004.
    La Regione Siciliana, con Decreto n. 2559 del 25 ottobre 2016, approva la Convenzione di Servizio, sottoscritta il 28 settembre 2016 tra la Regione Siciliana e la società Anas SpA, per la realizzazione del Grande Progetto “Itinerario Agrigento – Caltanissetta: adeguamento a 4 corsie della SS.640 di Porto Empedocle - secondo tratto fino al Km. 74+300-Svincolo A19” a valere sul Programma Operativo FESR Sicilia 2007/2013, Obiettivo specifico 1.1, Obiettivo operativo 1.1.2, Linea d’intervento 1.1.2.1”. In tale Convenzione sono riportate nel dettaglio le fonti di finanziamento tra le quali risultano risorse PO FESR 2007/2013 – Obiettivo Operativo 1.1.2. per un ammontare di 87,900 Meuro.
    Il CIPE, con delibera n. 63 del 1° dicembre 2016, dispone la proroga della dichiarazione di pubblica utilità del tratto dal km 44+000 allo svincolo con la A19 dell’Itinerario Agrigento-Caltanissetta.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risulta il seguente stato di avanzamento:
    - lotto 1 “Tratto dal Km 9+800 al Km 44+400”, avanzamento lavori del 94,50%, ultimazione posticipata a marzo 2017.
    - lotto 2 “Tratto dal Km 44 al Km 74+300”, avanzamento lavori del 57,42%, ultimazione gennaio 2018.


    Maggio 2018

    In data 28 marzo 2017 Anas SpA comunica l’apertura al traffico del primo lotto della SS 640 “Strada Degli Scrittori”. Il tracciato è compreso tra Agrigento e Grottarossa, al confine con la provincia di Caltanissetta e precede il secondo lotto dei lavori di ammodernamento della statale, in corso di realizzazione.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2017, appendice 2 – Interventi, tabella Interventi prioritari – strade e autostrade, è riportato l’intervento “Agrigento-Caltanissetta SS640 - Potenziamento collegamento SS 640 Agrigento-Caltanissetta” identificato dal codice 19 e classificato “invariante”.
    Il CIPE, con delibera n. 65 del 7 agosto 2017, approva lo schema di Contratto di programma 2016-2020 tra MIT e Anas SpA. Nell’allegato "A", Piano pluriennale degli investimenti 2016-2020, sono riportati gli interventi “SS 640 - Agrigento - Caltanissetta - A19. Tratto dal km 9+800 al km 44+400”, identificato dal codice PA115, e “SS 640 - Agrigento - Caltanissetta - A19. Tratto dal km 44 al km 74+300”, identificato dal codice UP10, nella sezione A.1, contenente l’elenco degli interventi suddivisi tra quelli a valere sulle risorse annualmente corrisposte a titolo di corrispettivo, ai sensi dell’art. 1, comma 870, della Legge di Stabilità 2016, e quelli finanziati con contributo in conto impianti.
    Con decreto interministeriale MIT-MEF del 27 dicembre 2017, n. 588, è approvato il Contratto di Programma 2016–2020 tra il MIT e l’ANAS SpA, sottoscritto in data 21 dicembre 2017, che recepisce le prescrizioni indicate nella delibera CIPE n. 65 del 7 agosto 2017 di approvazione dello schema di contratto, che ha recepito, a sua volta, le osservazioni di cui al parere del NARS n. 3 del 4 agosto 2017.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2018, capitolo IV. Lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo IV. 3 Strade e autostrade, tabella Interventi prioritari invarianti – modalità: strade e autostrade, è riportato l’intervento “Agrigento-Caltanissetta SS640 - Potenziamento collegamento SS 640 Agrigento-Caltanissetta” identificato dal codice 19 e con un costo di 1.535,10 milioni di euro.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, per il lotto 2 “Tratto dal Km 44 al Km 74+300”, risulta un avanzamento dei lavori del 81,52% e la loro ultimazione è posticipata a dicembre 2018.


    Ottobre 2019

    L’articolo  4, comma 1, del DL 32/2019, convertito con modificazioni dalla Legge 14 giugno 2019, n. 55, prevede l’individuazione, mediante decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, degli interventi infrastrutturali caratterizzati da un elevato grado di complessità progettuale, da una particolare difficoltà esecutiva o attuativa, da complessità delle procedure tecnico-amministrative ovvero che comportano un rilevante impatto sul tessuto socio-economico a livello nazionale, regionale o locale e la contestuale nomina di Commissari straordinari per la realizzazione degli interventi medesimi.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2019, “capitolo III. Appendice: lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo III. 3 Strade e autostrade, figura 0.6 Interventi prioritari – Autostrade”, sono riportati i costi, le risorse disponibili e il fabbisogno residuo articolati per ambito geografico. Per gli interventi sulla rete autostradale del sud, tra i quali rientra l’intervento “Potenziamento collegamento SS 640 Agrigento-Caltanissetta”, si rileva un costo complessivo di 5.800,176 milioni, un ammontare di risorse disponibili di 5.092,838 milioni di euro e un fabbisogno residuo di 707,338 milioni di euro.
    Con l’art. 47, commi da 1-bis a 1-septies, del decreto-legge del 30 aprile 2019 n. 34, recante "Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi", convertito dalla legge 28 giugno 2019 n. 58, al fine di garantire il rapido completamento delle opere pubbliche e di tutelare i lavoratori, è istituito nello stato di previsione del MIT un fondo denominato “Fondo salva-opere”.
    Il CIPE, con delibera n. 36 del 24 luglio 2019, approva l’aggiornamento del CdP ANAS 2016-2020, il quale prevede 36 miliardi di investimenti complessivi (inclusi i 2,9 miliardi della legge 145/2018 e i 3,2 miliardi di produzione residua di interventi in fase di attivazione e in corso di esecuzione), di cui 31,2 miliardi finanziati e 4,7 miliardi da finanziare. L’aggiornamento prevede risorse aggiuntive da allocare per circa 12,5 miliardi di euro e include un piano per la manutenzione straordinaria di ponti, viadotti e gallerie per 2,7 miliardi di euro.
    Al 31 ottobre 2019 l’iter per l’approvazione dell’aggiornamento del CdP ANAS 2016-2021 non risulta concluso. Riguardo ai contenuti, nella versione del documento inviato informalmente dal MIT nel mese di settembre 2019, nell’Allegato "A", Piano pluriennale degli investimenti 2016-2020, sezione A.1, contenente l’elenco degli interventi suddivisi tra quelli a valere sulle risorse annualmente corrisposte a titolo di corrispettivo ai sensi dell’art. 1, comma 870, della Legge di Stabilità 2016, e quelli finanziati con contributo in conto impianti, tabella “Aggiornamento Piano Pluriennale 2016-2020 – Interventi in corso - Adeguamento e messa in sicurezza, Completamenti Itinerari e Nuove Opere” è riportato l’intervento “SS 640 Agrigento - Caltanissetta - A19. Tratto dal km 44 al km 74+300”, identificato dal codice UP10, con un costo di 990 milioni e un avanzamento dei lavori dell’83,9%.
    In data 1 agosto 2019 ANAS SpA comunica che è stato raggiunto l'accordo per risolvere il contezioso tra Anas e il contraente generale Empedocle-CMC. L'accordo consentirà la stabile prosecuzione dei lavori sia sui cantieri del secondo lotto della statale 640 “Strada degli Scrittori”, facente parte dell’itinerario “Agrigento-Caltanissetta-Autostrada A19” che del cantiere per l’adeguamento del tratto Bolognetta - Bivio Manganaro, lungo l’itinerario Palermo Agrigento.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2019, relativamente al tratto dal km 9+800 al km 44+400 risultano ultimati i lavori in data 30 giugno 2017, con apertura al traffico avvenuta in data 28 marzo 2017. Riguardo al tratto dal km 44+400 al km 74+300 risulta un avanzamento dei lavori dell’85% al 30 settembre 2019 (percentuale riferita al QE così come modificato dalla PV approvata il 22 settembre 2017) e la loro ultimazione è prevista per giugno 2020. Per quest’ultima tratta il RUP segnala inoltre che la commessa presenta delle criticità legate alle difficoltà finanziarie dell’appaltatore (CMC).


    Dicembre 2020

    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2020 - denominato “#italiaveloce - L’Italia resiliente progetta il futuro: nuove strategie per trasporti, logistica e infrastrutture” - Capitolo V. Il sistema integrato dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture: interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, paragrafo V.3 Le strade e le autostrade, tabella V.3.4: costo e finanziamenti disponibili per la realizzazione degli interventi prioritari – modalità strade e autostrade,  è inserito l’intervento “17 Agrigento-Caltanissetta SS640”, con un costo di 1.535,10 interamente finanziata. Lo stesso intervento è presente nella  tabella “V.3.5: interventi prioritari”.
    L’aggiornamento del CdP ANAS 2016-2020 è divenuto operativo in data 18 ottobre 2020 con la registrazione alla Corte dei Conti del decreto interministeriale MIT/MEF n. 399 del 17 settembre 2020.
    Nel documento “Memoria Anas sulle infrastrutture nel mezzogiorno”, acquisito  in occasione  della seduta del 4 novembre 2020 delle Commissioni riunite VIII Ambiente e IX Trasporti dedicata alla discussione congiunta delle “risoluzioni 7-00516 Bruno Bossio, 7-00546 Furgiuele, 7-00548 Mulè e 7-00559 Foti: Piano di investimenti per il potenziamento, l'ammodernamento e lo sviluppo delle grandi infrastrutture del Mezzogiorno”, si riporta, tra l’altro, che i lavori procedono a rilento a causa della crisi dell'impresa CMC/Empedocle2 e che gli stessi sono stati sospesi per circa 30 giorni a causa dall’emergenza sanitaria da COVID-19.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2020, relativamente al tratto dal km 9+800 al km 44+400 risultano ultimati i lavori nel 2017. Riguardo al tratto dal km 44+400 al km 74+300 risultano in corso i lavori e la loro ultimazione è prevista per giugno 2021.


    Maggio 2022

    Le competenti Commissioni di Camera e Senato, nelle sedute dell’11 marzo 2021, approvano pareri favorevoli, con condizioni e osservazioni, sullo schema di DPCM recante l'individuazione degli interventi infrastrutturali ai sensi dell’articolo 4 del DL 32/2019 come modificato dall’articolo 9 del DL 76/2020 (Atto del Governo n. 241). L’intervento “SS 640 Strada degli Scrittori dal Km 0,550 al Km 74,50” è inserito nell’elenco 1 delle opere ex art. 4, DL 32/2019, tra le “Infrastrutture stradali”, con un costo stimato di 990 milioni. Il Commissario straordinario individuato e indicato nell’elenco 2 è Raffaele Celia Responsabile nuove opere Area Centro ANAS.
    Con DPCM del 16 aprile 2021 l’Ing. Raffaele Celia, dirigente di ANAS SpA, è nominato, ai sensi dell’articolo 4 del decreto-legge 18 aprile, n. 32, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 giugno 2019, n. 55, Commissario straordinario dell’intervento “SS 640 Strada degli Scrittori – Adeguamento a quattro corsie del tratto dal Km 44+400 allo svincolo con lA19”.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2021 - denominato “Dieci anni per trasformare l’Italia – Strategie per infrastrutture, mobilità e logistica sostenibili e resilienti – Per il benessere delle persone e la competitività delle imprese, nel rispetto dell’ambiente” - Appendice: dettaglio degli interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, parte A.2 Le strade e le autostrade, Tabella A.2.2. Interventi prioritari strade e autostrade è inserito l’intervento “19 Agrigento-Caltanissetta SS640 - Potenziamento collegamento SS 640 Agrigento-Caltanissetta”, con un costo di 1.535,05 milioni di euro interamente finanziato.
    Il CIPESS, con delibera n. 44 del 27 luglio 2021, approva lo schema di aggiornamento 2020 del CdP 2016-2020 fra il MIMS e ANAS. L’intervento “S.S. 640 "Strada degli scrittori" AgrigentoCaltanissetta-A19 Tratto dal km 44 al km 74+300” è riportato nella Tabella 2 - Interventi finanziati legge 160 del 2019 (legge di bilancio 2020), Fondo unico ANAS - con un costo di 1.025.000.000 euro e un’assegnazione di 35.000.000 euro.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2022 - denominato “Dieci anni per trasformare l’Italia – Strategie per infrastrutture, mobilità e logistica sostenibili e resilienti – Per il benessere delle persone e la competitività delle imprese, nel rispetto dell’ambiente” – capitolo III. Gli interventi e i programmi prioritari per lo sviluppo del paese, punto 3 Le strade e le autostrade, Tabella III.3.2. Interventi prioritari è inserito l’intervento “19 Agrigento-Caltanissetta SS640 - Potenziamento collegamento SS 640 Agrigento-Caltanissetta” con un costo di 1535,05 milioni di euro interamente finanziato.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2022, relativamente al tratto dal km 44+400 al km 74+300 risultano in corso i lavori e la loro ultimazione è posticipata ad ottobre 2023.


    COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
    Costo al 21 dicembre 2001
    619,748
    - Fonte: Delibera CIPE 121/2001
    Previsione al 30 aprile 2004
    619,748
    - Fonte: ANAS Spa
    Previsione al 30 aprile 2005
    619,748
    - Fonte: Corte dei Conti
    Costo al 06 aprile 2006
    619,748
    - Fonte: Delibera CIPE 130/2006
    Previsione al 30 aprile 2007
    1.412,583
    - Fonte: ANAS Spa
    Costo al 30 giugno 2008
    1.311,690
    - Fonte: DPEF 2009-2013
    Previsione al 30 aprile 2009
    1.508,591
    - Fonte: Delibera CIPE 10/2009
    Previsione al 30 aprile 2010
    1.489,560
    - Fonte: DPEF 2010-2013
    Costo ad aprile 2011
    1.425,470
    - Fonte: DEF 2011
    Previsione al 30 aprile 2011
    1.425,470
    - Fonte: DEF 2011
    Costo al 30 giugno 2011
    1.425,470
    - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
    Previsione al 31 dicembre 2011
    1.425,470
    - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
    Costo al 01 giugno 2012
    1.269,760
    - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
    Previsione al 30 giugno 2012
    1.425,470
    - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
    Previsione al 30 settembre 2012
    1.269,760
    - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
    Costo al 01 dicembre 2012
    1.269,760
    - Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
    Previsione al 30 giugno 2013
    1.269,760
    - Fonte: DEF 2013
    Costo al 01 settembre 2013
    1.489,550
    - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
    Previsione al 31 ottobre 2013
    1.489,550
    - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
    Costo al 01 aprile 2014
    1.489,550
    - Fonte: DEF 2014
    Previsione al 30 giugno 2014
    1.489,550
    - Fonte: DEF 2014
    Costo agosto 2014
    1.489,550
    - Fonte: Dlibera CIPE 26/2014
    Costo al 01 settembre 2014
    1.489,550
    - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
    Previsione al 31 dicembre 2014
    1.489,550
    - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
    Previsione al 31 marzo 2016
    1.535,060
    - Fonte: Anas Spa
    Previsione al 31 dicembre 2016
    1.489,551
    - Fonte: Regione Siciliana - D.D.G. n. 796/2016 e D.D.G. n. 2559/2016
    Previsione 31 maggio 2017
    1.489,551
    - Fonte: Regione Siciliana - D.D.G. n. 796/2016 e D.D.G. n. 2559/2016
    Costo al 26 aprile 2018
    1.535,100
    - Fonte: DEF 2018
    Previsione al 31 maggio 2018
    1.535,100
    - Fonte: DEF 2018
    Costo al 30 aprile 2019
    1.535,100
    - Fonte: DEF 2019
    Previsione al 31 ottobre 2019
    1.535,051
    - Fonte: Aggiornamento CdP Anas 2016-2020
    Costo al 06 luglio 2020
    1.535,100
    - Fonte: DEF 2020
    Previsione al 31 dicembre 2020
    1.535,051
    - Fonte: Aggiornamento CdP Anas 2016-2020
    Costo al 29 luglio 2021
    1.535,100
    - Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2021
    Costo al 20 maggio 2022
    1.535,100
    - Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2022
    Previsione al 31 maggio 2022
    1.570,051
    - Fonte: Delibera CIPESS 44/2021 e CdP Anas 2016-2020 Aggiornamenti 2019 e 2020
    QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
    Risorse disponibili al 31 maggio 2022
    1.570,051

    PO FESR 2007/2013
    290,743
    Fonte: Regione Siciliana - D.D.G. n. 796/2016
    Fondi Pubblici
    831,868
    Fonte: DEF 2018; Regione Siciliana - D.D.G. n. 796/2016 e D.D.G. n. 2559/2016
    ANAS Spa
    113,300
    Fonte: Regione Siciliana - D.D.G. n. 2559/2016 e Delibera CIPE 37/2009
    FSC - Opere indifferibili (b)
    209,140
    Fonte: Delibera CIPE 6/2012
    Fondo "sblocca cantieri" (d)
    90,000
    Fonte: Decreto Interministeriale n. 268
    Fondo unico ANAS 2020
    35,000
    Fonte: Delibera CIPESS 44/2021

    Fabbisogno residuo al 31 maggio 2022
    0,000

    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Conferenza servizi
    Note

    ESECUZIONE LAVORI
    Stato avanzamento lavori
    In corso
    Data presunta inizio lavori
    Data effettiva inizio lavori
    Stato avanzamento (importo)
    Stato avanzamento (percentuale)
    Data presunta fine lavori
    Data effettiva fine lavori
    Data presunta fine lavori x varianti
    Tempi realizzazione
    Descrizione ritardo
    Data collaudo statico
    Data collaudo tecnico-amministrativo
    Note
    SS 640 di Porto Empedocle - Tratto dal km 9+800 al km 44+400 (UP115)
    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione esecutiva
    Conferenza servizi
    Conclusa
    Note
    La progettazione esecutiva è stata espletata dal CG tra le prestazioni anticipate pure a base di appalto per l'affidamento dei lavori in argomento. Importo Progettazione Esecutiva dedotto da Lista Offerta Prezzi in contratto.
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Progettazione esecutiva Esterno 341.863.374,88 6.302.830,05 7.000.000,00 Empedocle S.c.p.a. 24/01/2008 17/12/2008

    AFFIDAMENTO LAVORI
    Soggetto aggiudicatore
    ANAS SpA
    Modalità di selezione
    Affidamento con bando
    Procedura
    Procedura ristretta
    Sistema di realizzazione
    Contraente generale
    Criterio di aggiudicazione
    Offerta economicamente più vantaggiosa
    Fase progettuale a base di gara
    Definitivo
    Tempi di esecuzione
    Progettazione
    300 giorni
    Lavori
    1260 giorni
    Data bando
    14/09/2006
    CIG/CUI
    0921298727
    Data aggiudicazione
    14/12/2007
    Tipo aggiudicatario
    IMPRESA SINGOLA
    Nome
    Empedocle S.c.p.a
    Codice fiscale
    02297550390
    Data stipula contratto
    27/05/2008
    Quadro economico
    Importo a base di gara(1)
    467.184.989,29
    Importo oneri per la sicurezza
    14.335.459,16
    Importo complessivo a base di gara
    481.520.448,45
    Importo di aggiudicazione(2)
    390.891.547,57
    Somme a disposizione
    44.581.502,33
    Importo totale
    435.473.049,90
    % Ribasso di aggiudicazione
    22,27
    % Rialzo di aggiudicazione
    Note
    Contratto Rep. N. 61667 Racc. N. 13970 del 27.05.2008. Atto Aggiuntivo n° 1 del 27/07/2009 Rep. N. 62611. Atto Aggiuntivo n° 2 del 12/09/2013 Rep. n. 20966/5986 Atto Aggiuntivo n° 3 del 07/08/2015 Rep. N. 26.195 IMPORTO COMPLESSIVO DELL’AFFIDAMENTO AGGIORNATO : € 438.512.735,72 Così definito: LAVORI (A) Lavori a corpo: €.373'043'849.19 Lavori a misura: € 9'102'299.19 TOTALE LAVORI A CORPO E A MISURA: € 382'146'148.38 PRESTAZIONI (B) ULTERIORI PRESTAZIONI AFFIDATE AL CG : €. 56'366'587.34 TOTALE AFFIDAMENTO: A+B= €. 438'512'735.72 Il Progetto Esecutivo appprovato con delibera del CdA ANAS n.226 con investimento totale di € 499.550.789,54. Ammontare ribasso d'asta di € 95.032.434,69 (delibera CIPE 37/09). Con D.D.G n° 796 del 27/04/2016, registrato alla Corte dei Conti il 9/5/2016, Reg. 1, fg 24, è stato aggiornato il quadro di ripartizione delle fonti finanziarie assegnate al Grande Progetto in argomento, come sopra riportato.

    1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
    2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
    ESECUZIONE LAVORI
    Stato avanzamento lavori
    Conclusi
    Data presunta inizio lavori
    Data effettiva inizio lavori
    25/02/2009
    Stato avanzamento (importo)
    Stato avanzamento (percentuale)
    100,00
    Data presunta fine lavori
    10/10/2015
    Data effettiva fine lavori
    30/06/2017
    Data presunta fine lavori x varianti
    30/06/2017
    Tempi realizzazione
    in ritardo
    Descrizione ritardo
    Ritardi dovuti alla iniziale inerzia del Contraente Generale a far data dal 13/04/2015 di riconsegna dei lavori stralciati per i quali era stato concesso un tempo di 180 gg con scadenza a tutto il 10/10/15. Sono state mosse una serie di contestazioni sia dal DL che dalla AS al CG. Ferma restando l’attuale ultimazione contrattuale a tutto il 10/10/2015, l’Alta Sorveglianza ANAS, con note prot. CPA-0015312-P del 17/03/2016 e CPA-35517-P del 23/06/2016 in merito al cofinanziamento PO-FESR Sicilia 2007-2013 col quale è stata cofinanziata l’opera, ha più volte rappresentato al Contraente Generale il disposto di cui al punto 3.5 della decisione della C.E. sugli orientamenti di chiusura n° 2771 del 30/4/2015, che impone che l’intervento di che trattasi debba essere “completo ed in uso” al momento della presentazione dei documenti di chiusura. In ultimo, con nota prot. CPA-51876-P del 28/09/16 è stata notificata al CG lettera di “Diffida e Messa in Mora” ai sensi e per gli effetti dell’ex art. 1219 e ss. c.c. con la quale è stato intimato allo stesso di dotare il cantiere delle necessarie risorse in termini di manodopera e mezzi in modo di dare completo, percorribile ed in uso l’intervento oggetto del contratto e degli atti aggiuntivi sopra riepilogati entro il 31/03/2017, diffidando il CG per il risarcimento di tutti i danni a qualunque titolo cagionati ad ANAS S.p.A. dalla perdita della quota parte di finanziamento comunitario.
    Data collaudo statico
    Data collaudo tecnico-amministrativo
    Note
    Collaudo in corso d'opera: la commisione di collaudo è stata nominata con disp. anas n. CDG 0093780 P del 23/06/2009. Ad oggi ha effettuato n° 8 visite di collaudo in corso d'opera l'ultima delle quali in data 16/12/2016. La quasi totalità delle opere d'arte realizzate è stata oggetto di specifici collaudi statici, gli ultimi dei quali effettuati nella data indicata del 29/12/2016. La data di scadenza del 10/10/2015 è quella contrattuale. Aggiornamento al 30 ottobre 2019: l'intervento è stato ultimato in data 30/06/2017 con apertura al traffico avvenuta in data 28/03/2017.

    Contenzioso
    Totale riserve definite
    0
    Importo complessivo riserve definite
    0,00
    Totale riserve da definire
    58
    Importo complessivo riserve da definire
    3.184.512.498,22
    Note
    Componimento bonario ex art 240 Dlgs 163/06 fallito. Avviato contenzioso giudiziale per un petitum di € 408.243.040,36 aggiornato alla data del 21/06/2014 di ultimazione dei lavori principali non oggetto di stralcio, a fronte di un importo per n° 49 riserve di €. 1.593.500.011,52. Il suddetto contenzioso giudiziale è ancora pendente. A seguito della riconsegna dei lavori stralciati (13/04/2015) il Contraente Generale ha continuato a iscrivere riserve, ad oggi in numero di 58 complessive, per l'importo finale, aggiornato al SAL 23, ultimo emesso, come sopra indicato.

    Sospensione lavori
    Numero totale
    1
    Giorni di sospensione totali
    133
    Note

    Varianti
    Numero totale
    2
    Giorni proroga totali
    792
    Motivi
    Altri motivi
    Contraente Generale art. 176 D.Lgs 163/2006
    Importo
    45.871.162,61
    Importo oneri sicurezza
    1.750.025,54
    Somme a disposizione
    6.024.350,62
    Totale
    Note
    VARIANTI IN Corso d’Opera. 1.PERIZIA DI VARIANTE PER SOLE SOMME A DISPOSIZIONE Con dispositivo prot. CDG-0089475-P del 22.06.10, sulla base della Delibera del CDA n° 73 del 26.05.2010 è stata approvata la perizia di variante tecnica n° 1 del 17.05.2010 per sole somme a disposizione senza aumento di spesa riguardante: • il maggiore fabbisogno relativo alla voce “Interferenze” del quadro economico di progetto; • imputazione oneri IVA alla voce “Compensazioni Ambientali”, voce questa accorpata agli “Imprevisti”, in forza della stipula delle convenzioni con gli Enti Territoriali necessaria per l’utilizzo delle suddette somme. 2. PERIZIA DI VARIANTE TECNICA E SUPPLETIVA Il Contraente Generale, in fase di esecuzione dei lavori ha redatto una perizia di variante tecnica e suppletiva, dell’importo di 47,6 M€. derivante: 1. dall’applicazione del Protocollo di Legalità, per la quale è stato interdetto da parte della Prefettura di Agrigento l’uso di buona parte dei siti di cava e di deposito originariamente previsti in progetto esecutivo. Ciò ha comportato la necessità di rielaborare interamente il piano di gestione delle terre e di individuare nuovi siti di prelievo e di deposito, con conseguente ingente incremento di movimentazione dei materiali. 2. dalla necessità di procedere alla bonifica di maggiori quantitativi di materiale proveniente dai rilevati esistenti, a causa delle insufficienti caratteristiche meccaniche degli stessi riscontrate in corso d’opera, a seguito di una estesa campagna di indagini geotecniche eseguita durante l’ampliamento dei rilevati stessi, per consentire l’allargamento della piattaforma stradale da 2 a 4 corsie. 3. dalla necessità di maggiori fabbisogni economici per l’esecuzione di scavi e saggi per la documentazione e la conservazione di reperti ed evidenze archeologiche emerse durante il corso dei lavori. A tali importi si sono aggiunti gli oneri di Contraente Generale (prove di laboratorio, progettazione esecutiva, oneri relativi alla sicurezza, oneri diretti, indiretti ed utili del C.G., ecc.) nonché un trasferimento di alcune interferenze dalle somme a disposizione ai lavori principali per le quali gli Enti gestori hanno manifestato l’impossibilità ad eseguire tale attività. Poiché il maggior importo della suddetta Perizia non ha trovato completa copertura nell’importo già finanziato, si è reso necessario uno stralcio per soli lavori, pari ad € 373'435'849,19 – 343.312.798,61 = Euro 30.123.050,58, oltre ai conseguenti oneri di contratto, per un totale di € 33.668.251,14. Pertanto, si è reso necessario l’aggiornamento della Perizia con lo Stralcio di cui sopra, che è stata accettata dal Contraente Generale mediante la preventiva sottoscrizione di un apposito Schema d’Atto Aggiuntivo. La Perizia Stralcio, di importo pari ad € 499.550.789,54, ha mantenuto invariato il quadro economico. Il Contraente Generale ha sottoscritto un apposito atto di sottomissione nel quale ha accettato la ridefinizione dell’importo dell’affidamento pari ad € 404.844.484,58, congruente con il finanziamento disponibile. La restante parte dell’affidamento al Contraente Generale, pari ad un maggior importo contrattuale di € 33.668.251,14, avrebbe pertanto potuto essere eseguita solo all’avvenuta erogazione dei fondi necessari, pari al maggior finanziamento complessivo di Quadro Economico di €. 38.571.996,77 da reperire. L’Amministratore Unico dell’ANAS, con Determina n. 278 del 18.12.2012, ha emanato un’approvazione in linea tecnica della Perizia di Variante complessiva – dell’importo di € 538.122.786,31 di cui € 438.512.735,72 per affidamento al C.G. – mentre, in relazione alla disponibilità nel quadro economico dell’intervento, pari ad € 499.550.789,54 già impegnati con Delibera del C.d.A. n. 73 del 26.5.2010, ha previsto l’approvazione in linea tecnica ed economica di una perizia stralcio per lavori immediatamente eseguibili, che non ha comportato aumento di spesa – dell’importo complessivo pari a € 499.550.789,54 di cui € 404.844.484,58 per affidamento al C.G. Per la contrattualizzazione della suddetta variante stralcio in data 12.09.2013, è stato sottoscritto l’Atto Aggiuntivo n.2 Rep. n. 20966/5986. 3. SECONDA PERIZIA DI VARIANTE PER SOMME A DISPOSIZIONE A seguito dell’emanazione della sentenza della Corte Costituzionale n. 181 del 10/06/2011 che ha pronunciato l’illegittimità costituzionale del valore unitario tabellare (cd. VAM) ai fini della determinazione dell’indennizzo per i suoli agricoli, si è determinata la necessità di rivedere interamente le stime dei suoli oggetto di esproprio. Inoltre, per numerose pratiche di esproprio, le ditte espropriate hanno rifiutato l’indennità offerta ed hanno richiesto l’attivazione delle terne previste dall’art. 21 del DPR 327/2001. Anche in questi casi, si è registrato un sensibile incremento delle indennità rispetto alle previsioni di Progetto Esecutivo. A tutto ciò è da aggiungere una presumibile e ulteriore spesa determinata dalle sottostanti voci: • Indennità da depositare alla CDDPP perché non accettate dalle ditte; • Ulteriori indennità per ristoro di danni per soprassuoli e manufatti in genere; • Oneri per la completa definizione degli “arbitrati” ex art. 21 del DPR 327/2001 e dei contenziosi avverso le stime in genere; • Oneri dovuti, fino ad eventuale giudizio favorevole ad ANAS pendente presso la Commissione Tributaria territoriale, per imposte e tributi all’Agenzia delle Entrate/Territorio di competenza territoriale per registrazione/trascrizione e pubblicazione in gazzetta del decreto definitivo di esproprio. Per tali motivi, è stata redatta la PV3 per somme a disposizione per adeguare l’importo per espropri. 4. PERIZIA DI VARIANTE STRALCIO PER APERTURA TRATTA FUNZIONALE Al fine di dare fruibilità all'intera tratta entro il 31/07/2014, la Direzione Generale ANAS ha autorizzato la redazione di una perizia che prevedesse l'esecuzione di parte delle opere stralciate con la precedente perizia di variante tecnica mediante anticipazione di 6,5 a valere sugli oneri di investimento. Pertanto, è stato autorizzato l’incremento dell’importo contrattuale di 6,5 M€ attinti dagli Oneri d’investimento ANAS per completare un ulteriore tratto fra gli svincoli Aquilata e Vecchia Dama. I lavori di cui alla suddetta Perizia ed i tempi ad essi relativi sono stati ordinati dal Direttore dei Lavori al Contraente Generale con ods n. 166 del 10/04/2014, con nuovo termine di ultimazione fissato al 21 marzo 2014. ULTIMAZIONE LAVORI PRINCIPALI NON OGGETTO DI STRALCIO Tutti i lavori non oggetto di stralcio sono stati ultimati, giusto Verbale di Accertamento di Ultimazione dei Lavori, in data 20/06/2014, restando pertanto da eseguirsi i soli lavori oggetto di stralcio. FINANZIAMENTO CIPE INTEGRATIVO Con le Delibere CIPE n. 9 del 2013 e n. 55 del 2013 sono stati approvati rispettivamente i Contratti di Programma tra Ministero delle Infrastrutture e Trasporti ed ANAS S.p.A. per gli anni 2012 e 2013, a integrale finanziamento della maggiore spesa. Tale nuovo finanziamento è stato poi interamente concesso con la recente “Legge di Stabilità” n. 164 dello scorso 11.11.2014, che ha finanziato i Contratti di Programma ANAS 2012 e 2013. Sulla base della citata norma, con provvedimento del Presidente ANAS n. CDG-168309 del 24.12.2014, si è potuta accertare la spendibilità dell’intero importo complessivo di progetto (per come aggiornato con la Perizia di Variante Tecnica e suppletiva sopra richiamata) pari a € 438.512.735,72. LAVORI OGGETTO DI STRALCIO A seguito del suddetto nuovo finanziamento dell’opera si è proceduto a formalizzare l’affidamento di tutti i restanti lavori di cui alla Perizia di Variante Tecnica n. 2 approvata, in linea tecnica, con la Determina dell’Amministratore Unico dell’ANAS n. 278 del 18/12/2012, fino all’importo complessivo di 438.512.735,72. Nelle more della stipula del 3° Atto Aggiuntivo, i lavori a suo tempo stralciati, già oggetto dell’Atto Aggiuntivo n° 2 e rientranti nel quinto d’obbligo, sono stati definitivamente riaffidati mediante l’OdS n° 180 prot. 99/15/FG/gm/dl640 del 13/04/2015 agli stessi prezzi patti e condizioni degli atti contrattuali approvati e con l’assegnazione di un termine di gg 180. Per effetto del suddetto OdS 180, la scadenza definitiva di tutti i lavori è rimasta fissata a tutto il 10/10/2015. Il relativo ATTO AGGIUNTIVO N. 3 è stato stipulato il 07/08/2015 Rep. N. 26.195 Raccolta n. 12.160.
    SS 640 di Porto Empedocle - Tratto dal km 44+400 al km 74+300 (UP10)
    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione esecutiva
    Conferenza servizi
    Conclusa
    Note
    I tempi indicati vanno dalla stipula del contratto alla validazione del progetto definitivo prima della gara. Nell'intervallo sono quindi compresi i tempi di invio al Cipe, di Cds.
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Progettazione definitiva Esterno 990.000.000,00 7.325.000,00 5.396.000,00 A.T.I: TECHNITAL S.p.A. - Progin S.p.A. - DELTA INGEGNERIA S.r.l. - S.I.S. Studio di ingegneria Stradale S.r.l. - INFRATEC Consulting Engineering S.r.l. 05/07/2005 23/07/2009
    Progettazione esecutiva Esterno 990.000.000,00 787.552.957,09 567.767.445,82 EMPEDOCLE 2 S.C.P.A. 07/07/2010 30/12/2011

    AFFIDAMENTO LAVORI
    Soggetto aggiudicatore
    ANAS SpA
    Modalità di selezione
    Affidamento con bando
    Procedura
    Procedura ristretta
    Sistema di realizzazione
    Contraente generale
    Criterio di aggiudicazione
    Offerta economicamente più vantaggiosa
    Fase progettuale a base di gara
    Definitivo
    Tempi di esecuzione
    Progettazione
    180 giorni
    Lavori
    1520 giorni
    Data bando
    13/07/2009
    CIG/CUI
    0344600E9
    Data aggiudicazione
    13/04/2010
    Tipo aggiudicatario
    ATI
    Nome
    C.M.C. Cooperativa cementisti e muratori di Ravenna (mandataria) + C.C.C. Società Cooperativa + Tecnis S.p.A.
    Codice fiscale
    02379310390
    Data stipula contratto
    30/06/2010
    Quadro economico
    Importo a base di gara(1)
    761.964.646,15
    Importo oneri per la sicurezza
    25.588.310,94
    Importo complessivo a base di gara
    787.552.957,09
    Importo di aggiudicazione(2)
    567.767.445,82
    Somme a disposizione
    202.447.043,91
    Importo totale
    770.214.489,73
    % Ribasso di aggiudicazione
    28,84
    % Rialzo di aggiudicazione
    Note
    A seguito della redazione del Progetto Esecutivo, approvato con disposizione CDG-3788-P del 11/01/2012, gli importi affidati sono variati: Importo oneri per la sicurezza: € 41.383.031,76; Importo aggiudicazione: € 739.661.760,77; Somme disposizione: € 250.338.293,23; Importo Totale € 990.000.000,00.

    1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
    2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
    ESECUZIONE LAVORI
    Stato avanzamento lavori
    In corso
    Data presunta inizio lavori
    Data effettiva inizio lavori
    26/01/2012
    Stato avanzamento (importo)
    682.001.302,00
    Stato avanzamento (percentuale)
    84,00
    Data presunta fine lavori
    31/10/2023
    Data effettiva fine lavori
    Data presunta fine lavori x varianti
    31/10/2023
    Tempi realizzazione
    in ritardo
    Descrizione ritardo
    A partire dal mese di giugno 2018 si è constatato un progressivo rallentamento delle attività operative su tutta l’opera, che si è rapidamente trasformato in un sostanziale fermo generalizzato del cantiere. Successivamente è emerso che la situazione di fermo del cantiere era dovuta ad una grave crisi finanziaria della CMC Scpa, mandataria e componente di maggioranza dell’ATI che ha presentato domanda di concordato il 04.12.2018 presso il Tribunale di Ravenna. A questa è seguita analoga istanza della Società di progetto Empedocle 2. A seguito di successive interlocuzioni, non prive di una accesa dialettica confluita anche in atti finalizzati alla rescissione contrattuale, le lavorazioni sono state riavviate, ma con una produzione di cantiere non consona alla tipologia e alle dimensioni dell’appalto. L’emergenza sanitaria degli ultimi anni ha contribuito all’accumulo di ulteriori ritardi di esecuzione sebbene si registrino confortanti segnali di ripresa ed una riorganizzazione delle attività di cantiere dopo l’emissione dell’Ordine di Servizio n.29, prot. 094/CD/21 del 06.05.2021 e l’impegno formale assunto dal Contraente Generale nei confronti del Commissario Straordinario, con nota prot. 406562 del 28/06/2021, circa il completamento entro il 2023 di tutte le lavorazioni.
    Data collaudo statico
    Data collaudo tecnico-amministrativo
    Note

    Contenzioso
    Totale riserve definite
    Importo complessivo riserve definite
    Totale riserve da definire
    Importo complessivo riserve da definire
    Note
    In applicazione del combinato disposto delle vigenti norme e degli strumenti contrattuali, al contratto in oggetto non trova applicazione il disposto degli artt. 239 e 240 del D.Lgs. 163/06, pertanto la trattazione del contenzioso dell’affidamento è interamente demandato alla sede giudiziale. Il Contraente Generale, in sede di sottoscrizione del 2° Atto Aggiuntivo stipulato a seguito delle modifiche introdotte con la 3^ PVTS, ha dichiarato di rinunciare a gran parte delle riserve che aveva iscritto sul registro di contabilità a tutto il SAL N. 19, come poi ha in atto confermato nell’ambito del procedimento 47836/16 innanzi al Tribunale Civile di Roma attivato per le riserve al SAL 19. Le riserve a cui il Contraente Generale ha rinunciato sono le NN. 4, 5, 6, 8, 9, 10, 11, 12, 13, 14, 15, 16, 17, 18, 19, 20, 21, 22, 23, 25, 26, 27, 29, 30, 31, 32, 33, 35, 36, 38, 40, 41, 42, 44, 45, 46, 48, 49, per un controvalore di € 824.489.346,87 su ca. 912 milioni di euro di petitum complessivo (al sal 19); rimaneva pendente il giudizio per le riserve al SAL 19 non rinunciate, il cui petitum assommava ad €. 88.345.790,69. Le riserve non rinunciate riguardavano in gran parte l’adeguamento dei costi per la sicurezza e il riconoscimento di maggiori oneri per l’attivazione dei protocolli di legalità e di monitoraggio dei flussi finanziari. Nel merito con favorevole sentenza emessa dal Tribunale di Roma, n.17659 del 18/9/2019, resa a definizione del giudizio Empedocle 2 scpa c/ANAS il Tribunale, in parziale accoglimento delle pretese attrici, a fronte di un petitum ridottosi in corso di causa ad € 88.345.790,69, a seguito delle rinunce operate dal Contraente Generale in sede di Atto Aggiuntivo n. 2, ha condannato ANAS al pagamento di € 653.140,95 pari allo 0,7% del petitum, oltre interessi legali a decorrere dalla domanda.

    Varianti
    Numero totale
    3
    Giorni proroga totali
    764
    Motivi
    • Art. 132 c. 1. lett. a) D.Lgs. 163/2006
    Altri motivi
    Importo
    Importo oneri sicurezza
    Somme a disposizione
    Totale
    Note
    PVT n.1: variante migliorativa relativa alla galleria Caltanissetta per la quale il contraente prevedeva un minor tempo di esecuzione di 131 gg. PVT n.2: il Contraente Generale ha previsto di uniformare la tipologia costruttiva di tutti gli impalcati da realizzarsi nell’ambito dell’intervento, modificando quelli con struttura in c.a.p. in acciaio-cls., così da consentire anche una contrazione del tempo di costruzione delle opere ricadenti nella tratta di S.S. 640 chiusa al transito. PVT n.3: per risolvere problematiche di natura tecnica e/o derivanti da fatti imprevisti ed imprevedibili, da richieste e prescrizioni di Enti Terzi, ovvero da cause di forza maggiore emersi in corso d’opera. la PVT ha inoltre rideterminato anche il tempo contrattuale al 31.12.2018. Attualmente è in corso la conferenza di servizi in forma asincrona ai sensi dell’art. 14 bis della L. 241/1990 e D.P.R. 383/1994, per l’acquisizione di ogni autorizzazione, approvazione e parere comunque denominato necessario anche ai fini localizzativi per l’approvazione della Perizia di Variante Tecnica n. 4. E sono in fase di definizione gli ultimi aspetti di dettaglio in corso di approvazione.
    NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
    Convenzione tra la Provincia Regionale di Agrigento e l’ANAS del 6 novembre 2000
    Accordo di Programma Quadro 2001 sottoscritto dall’ANAS con il MEF e la Regione Siciliana del 2001
    Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Siciliana del 14 ottobre 2003
    Delibera ANAS n.49 del 13 maggio 2004
    Delibera CIPE 19/2004 del 29 settembre 2004
    Delibera CIPE 21/2004 del 29 settembre 2004
    Decreto-Legge n. 35 del 14 marzo 2005
    Delibera CIPE 34/2005 del 27 maggio 2005
    Delibera CIPE 98/2005 del 29 luglio 2005
    Delibera CIPE 156/2005 del 2 dicembre 2005
    Bando di gara ANAS Spa del mese di settembre 2006
    Avviso di aggiudicazione ANAS Spa del mese di febbraio 2008
    APQ Trasporto stradale del 23 settembre 2008
    Delibera CIPE 37/2009 del 26 giugno 2009
    Bando di gara ANAS Spa del mese di luglio 2009
    Avviso di aggiudicazione ANAS Spa del mese di marzo 2010
    Regione Siciliana - D.D.G. n. 3251 del 21 novembre 2011
    Delibera CIPE 6/2012 del 20 gennaio 2012
    Regione Siciliana - D.D.G. n. 290 del 5 febbraio 2013
    Decreto-Legge n. 69 del 21 giugno 2013
    Decreto Interministeriale n. 268 del 17 luglio 2013
    Delibera Regione Siciliana n. 284 del 7 agosto 2013
    Legge n. 98 del 9 agosto 2013
    Regione Siciliana - D.D.G. n. 513 del 26 marzo 2014
    Regione Siciliana - D.D.G. n. 110 del 20 maggio 2014
    Decreto-Legge n. 133 del 1° settembre 2014
    Regione Siciliana, DGR n. 345 del 10 dicembre 2014
    Delibera CIPE 93/2015 del 6 novembre 2015
    Regione Siciliana - D.D.G. n. 796 del 27 aprile 2016
    Regione Siciliana - D.D.G. n. 2559 del 25 ottobre 2016
    Delibera CIPE 63/2016 del 1° dicembre 2016
    Delibera CIPE 65/2017 del 7 agosto 2017
    Decreto interministeriale MIT-MEF n. 588 del 27 dicembre 2017
    DL 32/2019 del 18 aprile 2019
    Decreto-Legge n. 34 del 30 aprile 2019
    Legge 28 n. 58 del 28 giugno 2019
    Aggiornamento CdP ANAS 2016-2021 del mese di luglio 2019
    Delibera CIPE 36/2019 del 24 luglio 2019
    Decreto interministeriale MIT/MEF n. 399 del 17 settembre 2020
    Camera dei Deputati - Commissioni riunite 8^ e 9^ - Memoria ANAS sulle infrastrutture nel mezzogiorno del 4 novembre 2020
    Atto del Governo n. 241 - Schema di DPCM recante l'individuazione degli interventi infrastrutturali ai sensi dell’articolo 4 del DL 32/2019 come modificato dall’articolo 9 del DL 76/2020 del 20 gennaio 2021
    DPCM del 16 aprile 2021
    Delibera CIPESS 44/2021 del 27 luglio 2021
    Siti internet ufficiali
    http://www.stradeanas.it