SILOS Sistema Informativo Legge Opere Strategiche

Strade e autostrade

STRADE E AUTOSTRADE / Itinerario Ragusa-Catania - Collegamento viario compreso tra lo Svincolo della SS 514 di Chiaramonte con la SS 115 e lo Svincolo della SS 194 Ragusana

SCHEDA N. 57

| | |
Costo
  • Dati monitoraggio
  • Dati delibere CIPESS o Allegati infrastrutture ai DEF
Quadro finanziario

Quadro finanziario al 31/05/2022

Localizzazione
Cup
    SISTEMA INFRASTRUTTURALE

    Strade e autostrade

    Soggetto titolare

    ANAS SpA

    Descrizione

    Il progetto riguarda l’ammodernamento a quattro corsie della “SS 514 di Chiaramonte” e della “SS 194 Ragusana” nel tratto compreso fra lo svincolo con la SS 514, in prossimità di Comiso, e il nuovo svincolo di Lentini dell’asse autostradale Catania-Siracusa, e conferisce all’arteria le caratteristiche della categoria B extraurbana principale. Il tracciato, di circa 68 km complessivi, solo in alcuni tratti riutilizza il tracciato esistente e definisce un sistema di viabilità complementare e accessoria, in parte di nuova costruzione e in parte oggetto di adeguamento, per ulteriori 40 km circa. Tra le principali opere sono comprese 19 gallerie, di cui 15 naturali e 4 artificiali, 25 viadotti, 20 tra cavalcavia e sottovia per gli attraversamenti dell’asse principale da parte della viabilità interferente e 13 svincoli a livelli sfalsati.

    Delibere CIPESS e/o ordinanze attuative

    79/2006
    51/2007
    3/2010
    71/2010
    53/2011
    62/2011
    90/2017
    58/2019
    1/2020

    Dati storici

    1998
    Il progetto viene sviluppato dal Compartimento della viabilità della Sicilia, sezione di Catania, sulla base di un progetto preliminare di novembre 1998 nonché di documenti relativi ad uno studio di prefattibilità ambientale di giugno 2000.
    2000
    Viene predisposto un primo studio di prefattibilità ambientale.
    Il Compartimento della viabilità della Sicilia comunica l’avvio della procedura di ottenimento delle autorizzazioni di cui agli artt. 6 e 7 della legge regionale n. 65/1981 e successivamente acquisisce i pareri della Regione e dei Comuni competenti per territorio.
    2001
    L’opera è inclusa nella delibera CIPE n. 121 nell’ambito dei sistemi stradali e autostradali del “Corridoio Plurimodale Tirrenico – Nord Europa”, con un costo di 490,6 Meuro.
    2002
    L’ANAS, in data 11 dicembre, pubblica il bando di gara per i servizi di supporto al gruppo di progettazione ANAS per l'adeguamento e il completamento della redazione del progetto preliminare e del SIA.
    2003
    L’ANAS, in data 12 giugno, aggiudica i servizi di supporto al gruppo di progettazione ANAS per l'adeguamento e il completamento della redazione del Progetto Preliminare e del SIA al raggruppamento di imprese guidato da Technital Spa.
    L’opera non è esplicitamente compresa nell’Intesa Generale Quadro tra il Governo e la Regione Siciliana, sottoscritta il 14 ottobre.
    2004
    Il 3 marzo l’ANAS approva il progetto preliminare per un importo di 1.268,6 Meuro.
    L’ANAS, soggetto aggiudicatore trasmette il progetto preliminare al MIT, nonché ai competenti Ministeri ed alla Regione Siciliana.
    La Soprintendenza per i beni culturali e ambientali di Catania esprime parere favorevole con prescrizioni.
    2005
    La Soprintendenza per i beni culturali di Siracusa esprime parere favorevole con prescrizioni, mentre quella di Ragusa parere negativo limitatamente all’interferenza con l’area archeologica di Contrada Castiglione.
    La Commissione VIA del Ministero dell’ambiente esprime parere favorevole, con prescrizioni e raccomandazioni, sul progetto preliminare dell’opera.
    La Presidenza della Regione Siciliana esprime l’intesa sulla localizzazione dell’intervento alle condizioni e prescrizioni contenute nel parere del Consiglio regionale per l’urbanistica del 7 luglio.
    La Soprintendenza per i beni culturali di Ragusa si pronuncia favorevolmente con prescrizioni. La stessa, prendendo atto che l’ANAS effettuerà l’adeguamento a 4 corsie sul lato opposto all’area archeologica di Contrada Castiglione, modifica il parere esprimendosi favorevolmente.
    Il MIT trasmette la relazione istruttoria relativa all’“Itinerario Ragusa-Catania, ammodernamento a 4 corsie della SS 514 di Chiaramonte e della SS 194 Ragusana dallo svincolo con la SS 115 allo svincolo con la SS 114”, proponendo l’approvazione in linea tecnica del progetto preliminare.
    2006
    Il Ministero per i beni e le attività culturali esprime parere favorevole, con prescrizioni, sul progetto preliminare.
    Il CIPE, con delibera n. 79, approva il progetto preliminare, che prevede un costo complessivo dell’intervento pari a 1.268,6 Meuro e, in merito al finanziamento, fa presente che la parziale copertura finanziaria del progetto, pari a complessivi 149,2 Meuro, è ripartita tra ANAS, con 49,2 Meuro e Regione Siciliana con 100 Meuro a valere su risorse ex delibera CIPE n. 35/2005. L’assegnazione di contributi è rimandata a valere sulle risorse destinate all’attuazione del Programma alla fase di esame del progetto definitivo. Il CIPE fa inoltre presente che l'efficacia della delibera è subordinata alla stipula di atto integrativo con la Regione Siciliana che includa esplicitamente l'opera tra le infrastrutture dell'Intesa Generale Quadro.
    L’opera è presente nella delibera CIPE n. 130/di rivisitazione del PIS.
    Il 28 dicembre viene siglato l'Accordo di Programma Quadro tra la Regione Sicilia, MIT e ANAS, in cui è previsto che si possa valutare congiuntamente la fattibilità del nuovo intervento mediante cofinanziamento da parte di soggetto privato e conseguente tariffazione dell'intervento
    2007
    Il 10 maggio l’ANAS delibera la pubblicazione dell’avviso per la selezione del promotore al fine di realizzare l’opera mediante il ricorso alla finanza di progetto.
    L’ANAS, il 30 giugno, pubblica sulla GUCE un avviso indicativo per la selezione del promotore per l'affidamento in concessione delle attività di progettazione, realizzazione e successiva gestione del collegamento viario compreso tra lo svincolo della S.S. 514 “di Chiaramonte” con la S.S. 115 e lo svincolo della S.S. 194 “Ragusana” con la S.S. 114, mediante ricorso alla finanza di progetto, per un importo presunto come da progetto preliminare ANAS pari a 1.268,6 Meuro IVA inclusa.
    Il CIPE, con delibera n. 51, integra la delibera n. 79/2006 con il parere favorevole con prescrizioni espresso dal Ministero per i beni culturali. In sede di sottoposizione del progetto definitivo al CIPE, si dovrà specificare: se le raccomandazioni sono state rispettate, l'onere aggiuntivo che esse comportano, con riferimento al collegamento fra la SS 514 ed il nuovo aeroporto di Comiso e le relative fonti di copertura, che non possono derivare dalle risorse destinate all'attuazione del PIS. Il Ministero istruttore inoltre riferirà l'esito della "sollecitazione alla presentazione di proposte da parte di promotori".
    Il 4 ottobre, viene sottoscritto il 1° Atto Aggiuntivo all’Intesa Generale Quadro del 10 ottobre 2003. L’intervento viene inserito nelle opere di Legge Obiettivo, tra le “infrastrutture di preminente interesse nazionale per le quali concorre l’interesse regionale”.
    Viene presentata la proposta dell’Ati Silec, Egis Project, Tecnis e Maltauro Consorzio Stabile.
    2008
    Per l’itinerario Ragusa-Catania, il Rapporto “Infrastrutture Prioritarie” del MIT, indica il ricorso alla finanza di progetto. Il contributo pubblico non potrà superare il 50% del valore dell’investimento. E’ disponibile una parziale copertura finanziaria pari a 149,2 Meuro, così ripartita: ANAS 49, 2 Meuro, Regione Sicilia 100 Meuro a valere su risorse ex delibera CIPE n. 3/2006. Nell’atto ricognitivo del MIT del marzo 2007 è previsto un finanziamento dell’intervento per 250 Meuro a carico dei Programmi nazionali 2007-2013 per l’utilizzo dei fondi FAS e FESR.
    L’ANAS dichiara di pubblico interesse la proposta di project financing presentata dall’Ati Silec, Egis Project SA, Tecnis, Maltauro Consorzio Stabile, con il coordinamento esterno di MEC.
    2009
    L’opera è compresa nella delibera CIPE n. 10 di ricognizione sullo stato di attuazione del PIS.
    2010

    l CIPE, con delibera n. 3 del 22 gennaio, approva il progetto preliminare del Collegamento stradale Ragusa-Catania per un costo dell’opera pari a 815 Meuro, di cui 448 a carico dei privati e valuta favorevolmente la proposta del promotore.
    Il 30 marzo l’Anas pubblica il bando di gara per l’affidamento in concessione delle attività di progettazione, realizzazione e successiva gestione del collegamento viario compreso tra lo svincolo della SS 514 “di Chiaramonte” con la SS 115 e lo svincolo della “Ragusana” con la SS 114. Il collegamento prevede la riqualificazione dell’itinerario Ragusa-Catania, mediante l’adeguamento a 4 corsie della SS 514 “di Chiaramonte” e della SS 194 “Ragusana”. La procedura ristretta è finalizzata all’individuazione dei soggetti presentatori delle 2 migliori offerte che saranno invitati alla procedura negoziata da svolgere con il promotore ai sensi dell’art. 155 del d.lgs. 163/2006. A base di gara vi è la proposta formulata dalle società Silec, Egis Project SA, Maltauro Consorzio Stabile (ora Impresa Costruzioni Giuseppe Maltauro Spa) e Tecnis, dichiarata di pubblico interesse con deliberazione dell’ANAS del 23 aprile 2008. In relazione a quanto previsto e disposto nell’avviso pubblicato sulla GU n. 79/2007 è riconosciuto al promotore il diritto di prelazione e, pertanto, egli potrà adeguare la proposta alla migliore offerta della procedura negoziata, risultando aggiudicatario della concessione. Qualora il promotore non risultasse aggiudicatario, rimarranno a carico del soggetto aggiudicatario il rimborso delle spese.
    Il CIPE, con delibera n. 71 del 22 luglio, esprime parere, con prescrizioni, sullo schema di Convenzione da porre a base di gara per la realizzazione dell’itinerario Ragusa–Catania.
    Nell’Allegato Infrastrutture alla DFP 2011-2013 l’opera " Ragusa-Catania - Adeguamento SS 514 Chiaramonte e SS 194 Ragusana (svincolo con SS 115 e SS 114) alla sezione tipo B (4 corsie) " è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche – Aggiornamento 2010”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2010”.
    Nella seduta del 4 novembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'accordo sull'Allegato Infrastrutture.


    Aprile 2011

    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 l’opera " Ragusa-Catania - Adeguamento SS514 Chiaramonte e SS 194 Ragusana (svincolo con SS 115 e SS 114) alla sezione tipo B (4 corsie)" è riportata nelle tabelle: “1: Programma delle Infrastrutture Strategiche - Aggiornamento aprile 2011”; “3: Programma Infrastrutture Strategiche - Opere non comprese nella tabella 2”; “5: Stato attuativo dei progetti approvati dal CIPE 2002-2011 (marzo)”.
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2011, si rileva che sono in corso le operazioni di gara e che per l'aggiudicazione si attende la pubblicazione della delibera CIPE di approvazione dello schema di convenzione.


    Dicembre 2011

    Il CIPE, con delibera n. 53 del 3 agosto, approva l’integrazione delle prescrizioni apposte dalla delibera n. 71/2010 alla convenzione autostradale dell’itinerario Ragusa-Catania, al fine di escludere potenziali effetti negativi per la finanza pubblica. La delibera dispone inoltre che, nella documentazione di gara, sia previsto, in capo al concessionario, l'obbligo di individuare il soggetto finanziatore mediante lo svolgimento di una procedura ad evidenza pubblica.
    Il CIPE, con delibera n. 62 del 3 agosto, individua gli interventi strategici prioritari per l’attuazione del Piano nazionale per il Sud e assegna all’opera 217,7 Meuro a copertura del fabbisogno residuo.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011) l’opera è riportata nelle stesse tabelle di aprile.
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2011, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


    Settembre 2012

    L'opera è riportata nell'Allegato Infrastrutture-Rapporto intermedio di aprile 2012: allegato 5, quadro riepilogativo degli interventi del PIS.
    L'opera è riportata nel 10° Allegato Infrastrutture al DEF 2012 (aggiornamento di settembre 2012): Tabella 0, Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 2, Opere in fase di progettazione del PIS.
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 30 settembre 2012, non risultano variazioni rispetto al precedente monitoraggio.


    Dicembre 2012

    Il 1° ottobre 2012 le attività di vigilanza sull'esecuzione dei lavori di costruzione delle opere date in concessione e di controllo della gestione delle autostrade, che  erano in capo ad Anas, e il personale dell'Ispettorato di Vigilanza Concessioni Autostradali dell'Anas, sono stati trasferiti al Ministero delle Infrastrutture dei Trasporti, in base all'art. 36 del D.L. n. 98/2011, convertito in L. n. 111/2011 e s.m.i., e dell'art. 11, comma 5, D.L. n. 216/2011, convertito in L. n. 14/2012  e s.m.i. Viene quindi istituita la "Struttura di vigilanza sulle concessioni autostradali" con decreto del MIT n. 341 del 1° ottobre 2012.
    Nella seduta del 6 dicembre la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2012 – 10° Allegato infrastrutture.
    Il CIPE, con delibera n. 136 del 21 dicembre, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture al DEF 2012.


    Giugno 2013

    L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013: Tabella 2 - Le opere in progettazione del deliberato CIPE.


    Ottobre 2013

    La Regione Siciliana, con DGR n. 284 del 7 agosto 2013, approva la bozza della Nuova Intesa Generale Quadro (2a fase) di cui alla legge n. 443/2001.
    L'art. 18, comma 1, del decreto-legge 21 giugno 2013, n. 69, convertito con modificazioni dalla legge 9 agosto 2013, n. 98, al fine di consentire nell'anno 2013 la continuità dei cantieri in corso ovvero il perfezionamento degli atti contrattuali finalizzati all'avvio dei lavori istituisce presso il MIT un Fondo con una dotazione complessiva pari a 2.069 milioni di euro, di cui 335 Meuro per l'anno 2013, 405 Meuro per l'anno 2014, 652 Meuro per l'anno 2015, 535 Meuro per l'anno 2016 e 142 Meuro per l'anno 2017. Il comma 3 stabilisce che con delibere CIPE, da adottarsi entro quarantacinque giorni dalla data di entrata in vigore della legge di conversione del decreto possono essere finanziati, tra l’altro, a valere sul fondo di cui al comma 1, nei limiti delle risorse annualmente disponibili, nonché, qualora non risultino attivabili altre fonti di finanziamento, l’asse autostradale Ragusa-Catania.
    L'opera è riportata nell’XI Allegato Infrastrutture al DEF 2013 (aggiornamento di settembre 2013), Tabelle: 0 - Programma Infrastrutture Strategiche (PIS) Avanzamento complessivo.
    Dalla rilevazione dell’AVCP sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2013, risulta che la gara è andata deserta e che ANAS non ha provveduto all’aggiudicazione provvisoria a favore dell’ATI Promotore Silec SpA, Mec SpA, Tecnis SpA, Egis Projects S.A., Maltauro SpA, per gli obblighi derivanti dall’art. 155 co. 2 del D.Lgs. 163/2006 prima del passaggio formale delle consegne, avvenuto il 3 dicembre 2012, alla SVCA, Struttura di Vigilanza sulle Concessioni Autostradali. Si rileva inoltre che “nel corso della successiva fase di istruttoria svolta dalla SVCA al fine di provvedere all’aggiudicazione definitiva, a seguito di problematiche relative alla richiesta di modifica della compagine da parte dell’ATI aggiudicataria, è stato necessario richiedere un parere all’Avvocatura Generale dello Stato (25.09.2013), che si è attualmente in attesa di ricevere”.


    Giugno 2014

    L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014, Tabelle: III.1-2 Corridoio Helsinki La Valletta; A.1-1 Tabella 0 - Avanzamento Programma Infrastrutture Strategiche.
    Nella seduta del 16 aprile la Conferenza unificata di cui all'articolo 8 del D.lgs. 281/97 sancisce l'intesa sul Programma delle infrastrutture strategiche allegato alla Nota di aggiornamento del DEF 2013 – 11° Allegato infrastrutture.
    Il MIT Struttura di Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali, in data 3 maggio 2014, pubblica sulla GUUE l’avviso di avvenuta aggiudicazione della concessione di lavori pubblici, per la progettazione, realizzazione e successiva gestione del collegamento viario compreso tra lo svincolo della SS 514 di Chiaramonte con la SS 115 e lo svincolo della Ragusana con la SS 114, all’ATI Promotore Silec Spa, Mec Spa, Tecnis Spa, Egis Projects S.A..
    In data 25 giugno 2014 è stata costituita la società di progetto Ragusa Catania Srl (SARC).


    Dicembre 2014

    Il CIPE, con delibera n. 26 del 1° agosto 2014, esprime parere favorevole sull'Allegato Infrastrutture alla nota di aggiornamento al DEF 2013.
    L'opera è riportata nel XII Allegato Infrastrutture al DEF 2014 (aggiornamento di settembre 2014): Tabella 0 – Stato dell’arte e degli avanzamenti del Programma Infrastrutture Strategiche; Tabella 0.1 Il programmatico: le opere in progettazione.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2014, risulta che, in data 24.04.2014, la SVCA ha disposto l'aggiudicazione definitiva a favore dell’ATI Promotore Silec Spa, Mec Spa, Tecnis Spa, Egis Projects S.A. e che sono in corso le attività propedeutiche alla sottoscrizione della convenzione di concessione.
    Il 7 novembre 2014 è stata sottoscritta la Convenzione di concessione tra il MIT e la Società di progetto Autostrada Ragusa Catania Srl, aggiudicataria della realizzazione del collegamento Catania—Ragusa compreso tra lo svincolo della statale 514 con la statale 115 e lo svincolo della 194 "Ragusana" con la statale 114.


    Marzo 2016

    Il CIPE, con delibera n. 93 del 6 novembre 2015, approva la riprogrammazione delle risorse FSC 2000-2006 e 2007-2013 a favore della Regione Siciliana per un importo complessivo di 901,448 Meuro di cui 217,7 Meuro provenienti dal de-finanziamento dell’intervento “Adeguamento SS 514 Chiaromonte e SS 194 Ragusana (svincolo con SS 115 e SS114)”.
    Il CIPE, con delibera n. 94 del 6 novembre 2015, approva la programmazione della prima destinazione delle risorse del Programma di Azione e Coesione 2014-2020 - Programma complementare della Regione Siciliana di cui alla delibera CIPE n. 10/2015, per un importo complessivo di 780,219 milioni di euro a favore delle misure/interventi, individuati nell’ambito del Piano di potenziamento finalizzato al potenziamento delle azioni che saranno realizzate nell’ambito della politica di coesione 2014-2020, oggetto di de-finanziamento con delibera CIPE 93/2015. All’intervento “Adeguamento SS 514 Chiaromonte e SS 194 Ragusana (svincolo con SS 115 e SS114)” sono assegnati 217,7 Meuro.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 marzo 2016, risulta che in data 11 marzo 2016 è stato sottoscritto il decreto interministeriale di approvazione della Convenzione. Tale decreto è stato inviato alla Corte dei conti per la registrazione.


    Dicembre 2016

    Il CIPE, con delibera n. 26 del 10 agosto 2016, assegna le risorse a valere sul Fondo FSC 2014-2020, alle Regioni e alle Città metropolitane del Mezzogiorno (o Comuni capoluogo dell’Area metropolitana) per l’attuazione di interventi da realizzarsi mediante appositi Accordi inter-istituzionali denominati “Patti per il Sud”. La dotazione finanziaria del Patto con la Regione Siciliana è determinata in 2,320 miliardi di euro. Con la delibera 26/2016 sono altresì approvati i contenuti dei Patti per il Sud e le modalità di attuazione (regole procedurali, criteri di ammissibilità, modalità di riprogrammazione, casi di revoca e modalità di trasferimento delle risorse).
    La Regione Siciliana, con DGR n. 301 del 10 settembre 2016, approva lo schema del “Patto per lo sviluppo della regione siciliana”, unitamente agli allegati A e B. Lo stesso giorno è sottoscritto, tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Siciliana, il Patto per lo sviluppo della regione siciliana “Attuazione degli interventi prioritari e individuazione delle aree di intervento strategiche per il territorio” che prevede interventi per un importo complessivo di 5,746 miliardi di euro di cui 2,320 miliardi di euro da finanziare con risorse FSC 2014-2020. Il costo totale degli interventi dell’area “infrastrutture” ammonta a 1,873 miliardi di euro di cui 607,900 Meuro da finanziare con risorse FSC 2014-2020. Nell’allegato B, in cui sono identificati gli interventi strategici e gli obiettivi da conseguire entro il 2017, tra gli interventi dell’area “infrastrutture” è riportata l’opera “Itinerario Ragusa Catania”, con un costo di 815,380 Meuro interamente finanziato e con l’obiettivo di apertura del cantiere nel 2017.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle opere comprese nel PIS, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2016, risulta che, in data 10 agosto 2016,la Corte dei Conti ha registrato il Decreto Interministeriale n. 228, del 30 giugno 2016, di approvazione della Convenzione.


    Maggio 2018

    In data 8 aprile 2017 è pubblicato l’avviso di avvio del procedimento di approvazione del progetto definitivo.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2017, Appendice 2 – Interventi, tabella “Interventi prioritari – strade e autostrade” è riportato l’intervento “Autostrada Ragusa-Catania - Autostrada Ragusa – Catania (Project Financing)” identificato dall’id 20 e classificato “invariante”.
    In data 10 luglio 2017 si conclude la conferenza di servizi.
    Il CIPE, con delibera n. 90 del 22 dicembre 2017, dispone la reiterazione del vincolo preordinato all’esproprio, apposto con la delibera n. 3 del 2010, sulle aree e gli immobili interessati dalla realizzazione dell’intervento “Ragusa-Catania. Ammodernamento a quattro corsie della SS 514 di Chiaramonte e della SS 194 Ragusana, dallo svincolo con la SS 115 allo svincolo con la SS 114”.
    In data 22 dicembre 2017 è pubblicato l’avviso di avvio del procedimento di reiterazione del vincolo preordinato all’esproprio.
    in data 2 febbraio 2018 la Direzione Generale per la Vigilanza sulle Concessionarie Autostradali (DGVCA) trasmette il progetto definitivo al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici che esprime parere in data 8 maggio 2018. Tale parere è trasmesso dalla DGVCA alla Società Autostrada Ragusa Catania (SARC) in data 10 maggio 2018 per l'adeguamento del progetto alle prescrizioni in esso contenute.
    In data 5 febbraio 2018 la DGVCA trasmette al MEF il piano finanziario allegato al progetto definitivo.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2018, capitolo IV. Lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo IV. 3 Strade e autostrade, tabella Interventi prioritari invarianti – modalità: strade e autostrade, è riportato l’intervento “Autostrada Ragusa-Catania - Autostrada Ragusa – Catania (Project Financing)”, identificato dal codice 20 e con un costo di 815,37 milioni di euro.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2018, risulta che si è in attesa della valutazione del MEF sul piano finanziario allegato al progetto definitivo.


    Ottobre 2019

    In data 20 aprile 2018 il progetto definitivo è valutato positivamente in sede di adunanza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici (CSLLPP). In data 04 giugno 2018, riscontrando alcune richieste del Concedente, il Concessionario invita lo stesso a sottoporre al CIPE il progetto definitivo ed il relativo piano economico finanziario per l’approvazione.
    Nel mese di agosto 2018 il Concedente trasmette il progetto definitivo, correlato dal relativo piano economico finanziario, al DIPE richiedendo altresì un approfondimento istruttorio da parte del NARS. Audito il Concessionario SARC Srl unitamente ad altri soggetti pubblici, in data 10 ottobre 2018 il NARS emette parere favorevole n. 1/2018 e il MIT sottopone all’esame del CIPE l’approvazione del progetto definitivo. In data 31 ottobre 2018 il Concessionario e gli altri soggetti pubblici interessati partecipano ad un incontro presso il Ministero per il Sud il quale ribadisce la volontà del Governo di avviare al più presto la realizzazione dell’opera.
    Il CIPE, nella seduta del 17 gennaio 2019, comunica di aver avviato l’esame del progetto definitivo del collegamento a quattro corsie tra Ragusa e Catania, per circa 68,7 km.
    L’articolo  4, comma 1, del DL 32/2019, convertito con modificazioni dalla Legge 14 giugno 2019, n. 55, prevede l’individuazione, mediante decreti del Presidente del Consiglio dei Ministri, degli interventi infrastrutturali caratterizzati da un elevato grado di complessità progettuale, da una particolare difficoltà esecutiva o attuativa, da complessità delle procedure tecnico-amministrative ovvero che comportano un rilevante impatto sul tessuto socio-economico a livello nazionale, regionale o locale e la contestuale nomina di Commissari straordinari per la realizzazione degli interventi medesimi.
    Il CIPE, nella seduta del 4 aprile 2019, in merito al collegamento stradale tra Ragusa e Catania, sulla base della nota comune tra MIT e MEF, conferma la rilevanza strategica della realizzazione dell’opera e le criticità sulla sostenibilità del Piano economico finanziario della concessione, demandando le Amministrazioni competenti a porre in essere entro il 13 maggio le determinazioni conseguenti.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2019, “capitolo III. Appendice: lo stato di attuazione degli interventi programmati, paragrafo III. 3 Strade e autostrade, figura 0.6 Interventi prioritari – Autostrade”, sono riportati i costi, le risorse disponibili e il fabbisogno residuo articolati per ambito geografico. Per gli interventi sulla rete autostradale del sud, tra i quali vi rientra l’intervento “Autostrada Ragusa – Catania (Project Financing)”, si rileva un costo complessivo di 1.920,647 milioni, un ammontare di risorse disponibili di 1.693,620 milioni di euro e un fabbisogno residuo di 227,027 milioni di euro.
    Il CIPE, nella seduta del 15 e 20 maggio 2019, riceve informative sull’intervento “Collegamento viario con caratteristiche autostradali Ragusa-Catania” e sulla regolazione dei periodi transitori delle concessioni autostradali scadute.
    Il CIPE, con delibera n. 36 del 24 luglio 2019, approva l’aggiornamento del CdP ANAS 2016-2020, il quale prevede 36 miliardi di investimenti complessivi (inclusi i 2,9 miliardi della legge 145/2018 e i 3,2 miliardi di produzione residua di interventi in fase di attivazione e in corso di esecuzione), di cui 31,2 miliardi finanziati e 4,7 miliardi da finanziare. L’aggiornamento prevede risorse aggiuntive da allocare per circa 12,5 miliardi di euro e include un piano per la manutenzione straordinaria di ponti, viadotti e gallerie per 2,7 miliardi di euro. Al 31 ottobre 2019 l’iter per l’approvazione dell’aggiornamento del CdP ANAS 2016-2021 non risulta concluso. Riguardo ai contenuti, nella versione del documento inviato informalmente dal MIT nel mese di settembre 2019, nell’Allegato "A", Piano pluriennale degli investimenti 2016-2020, sezione A.1.1, contenente l’elenco degli interventi per i quali viene finanziata la progettazione, ai fini dell’inserimento nel prossimo contratto di Programma” è riportato l’intervento “SS 194 Ragusana-SS 514 di Chiaramonte - Analisi tecnico-economica sull'itinerario ai fini dell'adeguamento, potenziamento e messa in sicurezza”, identificato dal codice PA.
    Il CIPE, nella seduta del 24 luglio 2019, riceve un’informativa MIT sullo stato di avanzamento della procedura riguardante l’opera “Ragusa-Catania - Collegamento viario con caratteristiche autostradali compreso tra lo svincolo della Strada statale n. 514 di Chiaramonte con la S.S. 115 e lo svincolo della SS n. 194 Ragusana”.
    Il CIPE, con delibera n. 58 del 1° agosto 2019, prende atto della non sostenibilità del modello operativo concessorio per la realizzazione in project financing privato ed esprime parere favorevole alla modifica del modello attuativo della concessione, al cambio del soggetto attuatore (da SARC a ANAS SpA) e all’aggiornamento del Contratto di Programma di ANAS 2016-2020, anni 2018-2019.
    Il CIPE, nella seduta del 15 ottobre 2019 prende atto dell’informativa inerente l’opera “Ragusa-Catania - Collegamento viario con caratteristiche autostradali compreso tra lo svincolo della SS 514 di Chiaramonte con la SS 115 e lo svincolo della SS 194 Ragusana”.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 ottobre 2019, risulta che al fine di provvedere alla sostituzione del Soggetto attuatore è stato dato mandato all’Ordine degli ingegneri di Roma di valutare il costo del progetto definitivo redatto da SARC. Al contempo è in corso da Parte di Anas la verifica della sussistenza e della validità dei pareri ottenuti sul progetto definitivo. E’ inoltre in corso tra i soggetti coinvolti nelle procedure di subentro (MIT, MEF e Regione Sicilia) il confronto per definire le modalità di finanziamento dell’opera.


    Dicembre 2020

    Il CIPE, con delibera n. 1 del 17 marzo 2020, dispone, tra l’altro, la modifica del soggetto aggiudicatore dell’intervento “Itinerario Ragusa-Catania. Collegamento viario con caratteristiche autostradali della strada statale (S.S.) n. 514 di Chiaramonte e della S.S. n. 194 Ragusana, dallo svincolo con la S.S. n. 115 allo svincolo con la S.S. n. 114”, pertanto ANAS SpA subentra quale soggetto aggiudicatore dell’intervento alla SARC, e approva il  progetto definitivo, con prescrizioni e raccomandazioni. L’importo di 754.163.876 euro costituisce il limite di spesa dell’intervento e include la somma di 36.400.262,63 euro necessaria per l’acquisizione del progetto redatto a cura della SARC per la realizzazione dell’opera. Il CdP ANAS - Aggiornamento 2018-2019 dovrà recepire l’inserimento dell’opera ed il relativo finanziamento, tenendo conto delle decisioni della cabina di regia del Fondo sviluppo e coesione del 2 marzo 2020 in ordine alla riprogrammazione allo scopo del Piano operativo infrastrutture del FSC 2014-2020.
    Il CIPE, con delibera n. 32 del 28 luglio 2020, approva la riprogrammazione delle risorse del PO infrastrutture del MIT a seguito dell’emergenza COVID-19 operata dalla Cabina di Regia del Ministero della Coesione Territoriale in data 22 luglio 2020.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2020 - denominato “#italiaveloce - L’Italia resiliente progetta il futuro: nuove strategie per trasporti, logistica e infrastrutture” - Capitolo V. Il sistema integrato dei trasporti, della logistica e delle infrastrutture: interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, paragrafo V.3 Le strade e le autostrade, tabella V.3.4: costo e finanziamenti disponibili per la realizzazione degli interventi prioritari – modalità strade e autostrade,  è inserito l’intervento “18 Ragusa – Catania”, con un costo di 754,16 interamente finanziata. Lo stesso intervento è presente nella  tabella “V.3.5: interventi prioritari”.
    L’aggiornamento del CdP ANAS 2016-2020 è divenuto operativo in data 18 ottobre 2020 con la registrazione alla Corte dei Conti del decreto interministeriale MIT/MEF n. 399 del 17 settembre 2020.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 dicembre 2020, risulta che a decorrere dal mese di settembre 2020 ANAS è divenuta amministrazione aggiudicatrice ed ha avviato la valutazione del progetto. Il tempo di esecuzione dell’opera è stimato in 4 anni.


    Maggio 2022

    Le competenti Commissioni di Camera e Senato, nelle sedute dell’11 marzo 2021, approvano pareri favorevoli, con condizioni e osservazioni, sullo schema di DPCM recante l'individuazione degli interventi infrastrutturali ai sensi dell’articolo 4 del DL 32/2019 come modificato dall’articolo 9 del DL 76/2020 (Atto del Governo n. 241). L’intervento “Collegamento viario con caratteristiche autostradali compreso tra lo svincolo della SS 514 “di Chiaramonte” con la SS 115 e lo Svincolo della SS 194 “Ragusana” è inserito nell’elenco 1 delle opere ex art. 4, DL 32/2019, tra le “Infrastrutture stradali”, con un costo stimato di 754 milioni. Il Commissario straordinario individuato e indicato nell’elenco 2 è Raffaele Celia (Da verificare con il Presidente Musumeci) Responsabile nuove opere Area Centro ANAS.
    Con DPCM del 16 aprile 2021 il Presidente della Regione Siciliana, dr. Nello Musumeci, è nominato, ai sensi dell’articolo 4 del decreto-legge 18 aprile, n. 32, convertito, con modificazioni, dalla legge 14 giugno 2019, n. 55, Commissario straordinario dell’intervento “Collegamento viario con caratteristiche autostradali della SS 514 di Chiaramonte e della SS 194 Ragusana, dallo svincolo con la SS 115 allo svincolo con la SS 114”.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2021 - denominato “Dieci anni per trasformare l’Italia – Strategie per infrastrutture, mobilità e logistica sostenibili e resilienti – Per il benessere delle persone e la competitività delle imprese, nel rispetto dell’ambiente” - Appendice: dettaglio degli interventi e programmi prioritari per lo sviluppo del Paese, parte A.2 Le strade e le autostrade, Tabella A.2.2. Interventi prioritari strade e autostrade è inserito l’intervento “20 Ragusa – Catania Itinerario Ragusa – Catania”, con un costo di 950,00 milioni di euro, con una copertura finanziaria di 754,16 milioni di euro e un fabbisogno di 195,84 milioni di euro.
    Il CIPESS, con delibera n. 3 del 29 aprile 2021, approva il Piano Sviluppo e Coesione a titolarità del MIMS, che eredita dal precedente Piano Operativo Infrastrutture FSC 2014-2020 la dotazione finanziaria, pari a 16.920,42 milioni di euro, e il modello di governance. Il Piano è articolato in quattro aree tematiche e dieci settori d’intervento. Nell’aggiornamento del Piano di aprile 2022, tra gli interventi dell’area tematica 7 “Trasporto e mobilità”, settore di intervento 7.01 “Trasporto stradale” è inserito l’intervento “Collegamento viario compreso tra lo svincolo della S.S. 514 di Chiaromonte con la S.S. 115 e lo svincolo della S.S. "Ragusana" con un ammontare di risorse finanziarie FSC di 387,257 milioni di euro.
    Il CIPESS, con delibera n. 44 del 27 luglio 2021, approva lo schema di aggiornamento 2020 del CdP 2016-2020 fra il MIMS e ANAS.
    Nell’Allegato Infrastrutture al DEF 2022 - denominato “Dieci anni per trasformare l’Italia – Strategie per infrastrutture, mobilità e logistica sostenibili e resilienti – Per il benessere delle persone e la competitività delle imprese, nel rispetto dell’ambiente” – capitolo III. Gli interventi e i programmi prioritari per lo sviluppo del paese, punto 3 Le strade e le autostrade, Tabella III.3.2. Interventi prioritari è inserito l’intervento “20 Ragusa – Catania Itinerario Ragusa – Catania” con un costo di 1.237,57 milioni di euro interamente finanziato.
    Dalla rilevazione dell’ANAC sullo stato di attuazione delle infrastrutture strategiche e prioritarie, che si basa sui dati comunicati dal RUP al 31 maggio 2022, l’intervento risulta suddiviso in 4 lotti funzionali per  consentire, tra l’altro, l’avvio in parallelo dei cantieri con la possibilità di ridurre i tempi complessivi di realizzazione dell’intervento. Il 25 marzo 2022 ANAS pubblica il bando di gara per l’affidamento dei lavori per singolo lotto funzionale.
    In data 10 giugno 2022 ANAS, con riferimento alla procedura di affidamento dei lavori di realizzazione dell’Itinerario Ragusa-Catania, collegamento viario compreso tra lo Svincolo della SS 514 di Chiaramonte con la SS 115 e lo Svincolo della SS 194 Ragusana, lotti 1, 2, 3 e 4 e relativo servizio di monitoraggio ambientale in corso d’opera, avvisa tutti i concorrenti che “su richiesta del Commissario straordinario, in considerazione dell’imprevedibile e sopravvenuto aumento dei costi di costruzione legato al conflitto bellico russo-ucraino e della conseguente potenziale insostenibilità economico-finanziaria dell’opera, ha avviato l’aggiornamento del progetto a base d’asta mediante applicazione di un nuovo e più recente prezzario. In considerazione di quanto sopra, ai sensi della sez. VI.3 lett. d) del bando di gara, il procedimento concorsuale in oggetto verrà annullato con indizione di una nuova procedura di gara. Di quanto sopra si darà formale avviso ai sensi di legge.”
    In data 1 luglio 2022 ANAS pubblica sulla Gazzetta europea S125 l’avviso di interruzione della procedura di affidamento dei 4 lotti.


    COSTO PRESUNTO (milioni di euro)
    Costo al 21 dicembre 2001
    490,634
    - Fonte: Delibera CIPE 121/2001
    Previsione al 30 aprile 2004
    1.268,584
    - Fonte: ANAS Spa
    Previsione al 30 aprile 2005
    1.268,584
    - Fonte: ANAS Spa
    Costo al 06 aprile 2006
    1.268,583
    - Fonte: Delibera CIPE 130/2006
    Previsione al 30 aprile 2007
    1.268,584
    - Fonte: Delibera CIPE 79/2006
    Costo al 30 giugno 2008
    815,400
    - Fonte: DPEF 2009-2013
    Previsione al 30 aprile 2009
    897,200
    - Fonte: Delibera CIPE 10/2009
    Previsione al 30 aprile 2010
    815,374
    - Fonte: ANAS Spa
    Costo ad aprile 2011
    815,380
    - Fonte: DEF 2011
    Previsione al 30 aprile 2011
    815,375
    - Fonte: ANAS Spa
    Costo al 30 giugno 2011
    815,380
    - Fonte: DEF 2011 (aggiornamento settembre 2011)
    Previsione al 31 dicembre 2011
    815,375
    - Fonte: Delibera CIPE 53/2011
    Costo al 01 giugno 2012
    815,370
    - Fonte: DEF 2012 (aggiornamento settembre 2012)
    Previsione al 30 giugno 2012
    815,375
    - Fonte: Delibera CIPE 53/2011
    Previsione al 30 settembre 2012
    815,375
    - Fonte: Delibera CIPE 53/2011
    Costo al 01 dicembre 2012
    815,370
    - Fonte: DEF 2012 (delibera CIPE 136/2012)
    Previsione al 30 giugno 2013
    815,375
    - Fonte: Delibera CIPE 53/2011
    Costo al 01 settembre 2013
    815,370
    - Fonte: DEF 2013 (aggiornamento settembre 2013)
    Previsione al 31 ottobre 2013
    815,375
    - Fonte: Delibera CIPE 53/2011
    Costo al 01 aprile 2014
    815,370
    - Fonte: DEF 2014
    Previsione al 30 giugno 2014
    815,375
    - Fonte: Delibera CIPE 53/2011
    Costo agosto 2014
    815,370
    - Fonte: Delibera CIPE 26/2014
    Costo al 01 settembre 2014
    815,370
    - Fonte: DEF 2014 (aggiornamento settembre 2014)
    Previsione al 31 dicembre 2014
    815,375
    - Fonte: Delibera CIPE 53/2011
    Previsione al 31 marzo 2016
    815,375
    - Fonte: Delibera CIPE 53/2011
    Previsione al 31 dicembre 2016
    815,375
    - Fonte: Delibera CIPE 53/2011
    Previsione 31 maggio 2017
    815,375
    - Fonte: Delibera CIPE 53/2011
    Costo al 26 aprile 2018
    815,370
    - Fonte: DEF 2018
    Previsione al 31 maggio 2018
    815,375
    - Fonte: Delibera CIPE 53/2011
    Costo al 30 aprile 2019
    815,370
    - Fonte: DEF 2019
    Previsione al 31 ottobre 2019
    673,742
    - Fonte: MIT - Direzione Generale di vigilanza sulle concessionarie autostradali
    Costo al 06 luglio 2020
    754,160
    - Fonte: DEF 2020
    Previsione al 31 dicembre 2020
    754,164
    - Fonte: Delibera CIPE 1/2020
    Costo al 29 luglio 2021
    950,000
    - Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2021
    Costo al 20 maggio 2022
    1.237,570
    - Fonte: Allegato Infrastrutture al DEF 2022
    Previsione al 31 maggio 2022
    1.237,574
    - Fonte: Commissario Straordinario ANAS
    QUADRO FINANZIARIO (milioni di euro)
    Risorse disponibili al 31 maggio 2022
    1.237,574

    ANAS Spa
    149,207
    Fonte: ANAS Spa
    PAC 2014-2020 - POC Regione Siciliana
    217,700
    Fonte: Delibera CIPE 94/2015
    FSC 2014-2020 - PO Infrastrutture
    870,667
    Fonte: Commissario Straordinario ANAS

    Fabbisogno residuo al 31 maggio 2022
    0,000

    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione definitiva
    Conferenza servizi
    Conclusa
    Note
    A seguito di analisi e considerazioni relative all’affidamento dell’esecuzione dei lavori, da progetto definitivo prevista in capo al solo Concessionario, l’intervento è stato suddiviso in 4 lotti da appaltare separatamente, autonomi e funzionali con quadri economici e attività propedeutiche e di esecuzione dei lavori separate tra loro. Tale suddivisione in 4 lotti funzionali è stata ritenuta migliore in termini di economicità e di sostenibilità ambientale in quanto più coerente anche in relazione alla ripartizione proporzionata del bilancio delle materie tra esuberi e fabbisogni, richiesta altresì dal parere del Consiglio Superiore del Lavori Pubblici. Inoltre consentirà l’avvio in parallelo dei cantieri con la possibilità di ridurre i tempi complessivi di realizzazione dell’intervento. Il progetto esecutivo sulla base di tali considerazioni è suddiviso nei 4 lotti seguenti: - Lotto 1 ca. 18,18 km dallo svincolo n. 1 sulla S.S. 115 (compreso) allo svincolo n. 3 sulla S.P. 5 (escluso); - Lotto 2 ca. 12,34 km dallo svincolo n. 3 sulla S.P. 5 (compreso) allo svincolo n. 5 "Grammichele" (escluso); - Lotto 3 ca. 18,52 km dallo svincolo n. 5 "Grammichele" (compreso) allo svincolo n. 8 "Francofonte" (escluso); - Lotto 4 ca. 19,62 km dallo svincolo n. 8 "Francofonte" (compreso) allo svincolo della "Ragusana"(escluso).
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Progettazione preliminare Esterno 815.374.594,29 Silec Spa 10/07/2007 16/11/2007
    Progettazione definitiva Esterno 673.741.904,00 Silec Spa

    AFFIDAMENTO LAVORI
    Soggetto aggiudicatore
    MIMS - Direzione Generale di vigilanza sulle Concessionarie Autostradali
    Modalità di selezione
    Affidamento con bando
    Procedura
    Procedura ristretta
    Sistema di realizzazione
    Finanza di progetto (ex art. 153 del D.Lgs. 163/2006 e s.m.i.) - Procedimento a doppia gara - Fase I
    Criterio di aggiudicazione
    Offerta economicamente più vantaggiosa
    Fase progettuale a base di gara
    Preliminare
    Tempi di esecuzione
    Progettazione
    11 mesi
    Lavori
    42 mesi
    Data bando
    31/03/2010
    CIG/CUI
    0458304C69
    Data aggiudicazione
    24/04/2014
    Tipo aggiudicatario
    ATI
    Nome
    Silec SpA, Mec SpA, Tecnis SpA, Egis Projects S.A.
    Codice fiscale
    Data stipula contratto
    07/11/2014
    Quadro economico
    Importo a base di gara(1)
    652.698.000,00
    Importo oneri per la sicurezza
    30.600.000,00
    Importo complessivo a base di gara
    Importo di aggiudicazione(2)
    683.298.000,00
    Somme a disposizione
    132.076.594,29
    Importo totale
    815.374.594,29
    % Ribasso di aggiudicazione
    % Rialzo di aggiudicazione
    Note
    Gli importi riportati sono IVA esclusa. Si tenga conto che trattandosi di affidamento in concessione, oltre agli importi sopra esposti il bando di gara espone anche i costi di esercizio per la durata della concessione pari a euro: 698.254.438,00. La gara è andata deserta. Le competenze come soggetto attuatore dell'intervento in argomento, sono state trasferite ex lege dall'ANAS S.p.A. al Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti - Struttura di Vigilanza sulle Concessioni Autostradali. Il passaggio formale delle consegne alla SVCA è avvenuto in data 3 dicembre 2012. Tale passaggio è avvenuto prima che ANAS SpA provvedesse all’aggiudicazione provvisoria. Nel corso della successiva fase di istruttoria svolta dalla SVCA al fine di provvedere all’aggiudicazione definitiva, a seguito di problematiche relative alla richiesta di modifica della compagine da parte dell’ATI aggiudicataria, è stato necessario richiedere un parere all’Avvocatura Generale dello Stato (25.09.2013), ricevuto in data 05.11.2013 con il quale l'Avvocatura asserisce la mancata violazione dell'art. 37 comma 9 del Dlgs 163/2006 in relazione alla richiesta di modificazione della composizione dell'ATI. La Struttura ha dunque disposto l'aggiudicazione provvisoria dell'affidamento a favore dell'ATI Promotore Silec SpA, Mec SpA, Tecnis SpA, Egis Projects S.A. in data 20.01.2014. In data 24.04.2014 la SVCA ha disposto l'aggiudicazione definitiva a favore della suddetta ATI. In data 25.06.2014 le suddette imprese hanno costituito la "Società di progetto Ragusa-Catania" (SARC). In data 07.11.2014 è stata sottoscritta la Convenzione di concessione tra il MIT e la SARC. La SARC in data 17.02.2015 ha comunicato la variazione di partecipazione alla compagine societaria con cui il socio Tecnis Spa ha ceduto al socio Silec Spa una quota pari al 13,31% del capitale sociale, riducendo la propria quota all'1%. In data 18.02.2016, a seguito delle interlocuzioni intervenute con gli uffici MEF, si è proceduto alla sottoscrizione di una scrittura interpretativa, volta a chiarire il contenuto di alcune clausole convenzionali. In data 25 maggio 2016 è stata sottoscritta la Scrittura di Impegno al fine di recepire le prescrizioni formulate dalla Corte dei Conti in sede di registrazione del Decreto Interministeriale di approvazione della Convenzione. In data 10 agosto 2016 la Corte dei Conti ha registrato il Decreto Interministeriale n. 228 del 30.06.2016 di approvazione della Convenzione, della scrittura interpretativa e della Scrittura di Impegno. In data 30.08.2016 è stato comunicato al concessionario la decorrenza da tale data dell'efficacia della suddetta convenzione. Da predetta data, convenzionalmente sono previsti 11 mesi per la progettazione, 42 mesi per i lavori ed una durata della concessione pari a 39 anni e 5 mesi dall'efficacia. Aggiornamento al 16 maggio 2018 - La SARC ha trasmesso il progetto definitivo in data 13/02/2017 ed è stato presentato alla Conferenza di Servizi nella 1a seduta in data 05/06/2017. La Conferenza di Servizi si è conclusa positivamente in data 10/07/2017. Il progetto definitivo post conferenza è stato trasmesso dalla DGVCA con nota n. 2252 in data 02/02/2018 al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici che ha espresso parere in data 08/05/2018 n. 9710. Il parere è stato trasmesso alla SARC da parte della DGVCA con nota n. 10062 del 10/05/2018 per l'adeguamento del progetto alle prescrizioni in esso contenute. Il piano finanziario allegato al progetto definitivo è stato trasmesso dalla DGVCA al Ministero dell'Economia e Finanze (MEF) con nota n. 2399 in data 05/02/2018 per la propria valutazione.In data 20 aprile 2018 il Progetto Definitivo è stato valutato positivamente in sede di adunanza del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici (CSLLPP). Aggiornamento novembre 2019 - In data 04 giugno 2018, riscontrando alcune richieste del Concedente, il Concessionario invita lo stesso a sottoporre al CIPE il Progetto Definitivo ed il relativo Piano Economico Finanziario per l’approvazione. Nel mese di agosto 2018 il Concedente ha trasmesso il Progetto Definitivo, correlato dal relativo Piano Economico Finanziario, al DIPE richiedendo altresì un approfondimento istruttorio da parte del NARS. Audito la SARC s.r.l. unitamente ad altri soggetti pubblici in data 10 ottobre 2018, il NARS emette parere favorevole n. 1/2018 e il MIT sottopone all’esame del CIPE la proposta di deliberazione di approvazione del suddetto Progetto Definitivo. In data 31 ottobre 2018 il Concessionario, unitamente ai suddetti Enti pubblici, hanno avuto un ulteriore incontro presso il Ministero per il Sud che ha ribadito la volontà del governo di avviare al più presto la realizzazione dell’opera. A seguito dell’emissione del suddetto parere da parte dei NARS n. 1/2018, in data 19 novembre 2018 il Concessionario ha inviato al Concedente propria nota contenete tutti i chiarimenti richiesti il 18 novembre 2018 dal Concedente stesso in merito al contributo pubblico, costi operativi, osservazioni del CSLP, transiti giornalieri, sostegno regionale agli utenti e progetto di tariffazione, altresì con soluzioni individuate in accordo con la Regione Siciliana e le Autorità locali. In data 17 gennaio 2019 si è tenuta la riunione del CIPE in cui veniva avviato, da parte del CIPE, l’esame del Progetto definitivo. In data 04 aprile 2019 si è tenuta la riunione del CIPE in cui lo stesso “sulla base della nota comune tra MIT e MEF, ha confermato la rilevanza strategica della realizzazione dell’opera” demandando le Amministrazioni competenti (Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti e Ministero dell’Economia e delle Finanze) “a porre in essere entro il 13 maggio le determinazioni conseguenti”. In data 15 maggio 2019 si è tenuta la riunione del CIPE in cui, oltre ad essere stato nuovamente confermato l’intervento come prioritario e strategico unitamente alla volontà di realizzazione dello stesso, sono state avanzate soluzioni di cooperazione dell’Ente Pubblico per la realizzazione in “tempi ristretti” dell’opera stessa. In data 24 luglio 2019 si è tenuta la riunione del CIPE in cui veniva resa informativa, che non comporta adozione di delibera, in merito al collegamento autostradale Ragusa-Catania. In data 01 agosto 2019 si è tenuta la riunione del CIPE in cui è stato espresso parere favorevole sulla modifica del modello attuativo della concessione per il collegamento autostradale Ragusa-Catania. In data 15 ottobre 2019 si è tenuta la riunione del CIPE in cui veniva resa ulteriore informativa, che non comporta adozione di delibera, in merito al collegamento autostradale Ragusa-Catania. In attuazione della Delibera CIPE n. 1 del 17 marzo 2020, registrata dalla Corte dei Conti in data 23 giugno 2020, ANAS S.P.A. è subentrata quale soggetto aggiudicatore dell’intervento, anche in continuità con le attività inerenti i procedimenti espropriativi e le pubblicazioni disposte già a tal fine, quale nuova autorità espropriante, al vecchio Concessionario (SARC), che ha espresso la propria rinuncia senza pretese nei confronti di ANAS e dello Stato. A decorrere dal Mese di Settembre 2020 ANAS è divenuta amministrazione aggiudicatrice ed ha avviato la valutazione del progetto . Il tempo di esecuzione dell’opera è stimato in 4 anni.

    1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
    2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
    Itinerario Ragusa-Catania - Collegamento viario compreso tra lo Svincolo della SS 514 di Chiaramonte con la SS 115 e lo Svincolo della SS 194 Ragusana - Lotto 1 - Dallo svincolo n. 1 sulla SS 115 (compreso) allo svincolo n. 3 sulla SP 5 (escluso) (PA895)
    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione esecutiva
    Conferenza servizi
    Conclusa
    Note
    Il Progetto Definitivo è stato redatto in finanza di progetto da un soggetto promotore Società Autostrada Ragusa-Catania S.r.l. (SARC). Con la Delibera CIPE n.1/2020 del 17.03.2020 è stato modificato il soggetto attuatore da SARC ad ANAS ed è stato approvato il progetto definitivo, anche ai fini della dichiarazione di pubblica utilità. La suddetta Delibera, anche ai fini della dichiarazione di pubblica utilità, ha subordinato l’approvazione del progetto esecutivo all’ottemperanza delle prescrizioni nella stessa contenute (n.117 prescrizioni e n.11 raccomandazioni). Il progetto esecutivo ottempera alle sopracitate prescrizioni rilasciate dalla Delibera CIPE 1/2020 e introduce altre modifiche non sostanziali proprie dello sviluppo del progetto esecutivo. Il Commissario Straordinario ha pertanto indetto per il giorno 20.08.2021 la Conferenza di Servizi finalizzata alla localizzazione delle varianti puntuali al progetto definitivo approvato con Delibera CIPE 1/2020 e tale procedura si è conclusa con Determinazione motivata del Commissario del 17.09.2021.
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Progettazione esecutiva Esterno 189.713.416,86 R.T.I. Sintagma (mandataria) - G.P. Ingegneria - Cooprogetti. - Icaria - Geotechnical Design Group - Omniservice Engineering 08/02/2021 25/03/2022

    AFFIDAMENTO LAVORI
    Soggetto aggiudicatore
    ANAS SpA
    Modalità di selezione
    Affidamento con bando
    Procedura
    Procedura aperta
    Sistema di realizzazione
    Appalto sola esecuzione
    Criterio di aggiudicazione
    Offerta economicamente più vantaggiosa
    Fase progettuale a base di gara
    Esecutiva
    Tempi di esecuzione
    Progettazione
    410 giorni
    Lavori
    1095 giorni
    Data bando
    25/03/2022
    CIG/CUI
    9158414252
    Data aggiudicazione
    Tipo aggiudicatario
    ATI
    Nome
    Codice fiscale
    Data stipula contratto
    Quadro economico
    Importo a base di gara(1)
    182.287.446,33
    Importo oneri per la sicurezza
    7.425.970,53
    Importo complessivo a base di gara
    189.713.416,86
    Importo di aggiudicazione(2)
    Somme a disposizione
    Importo totale
    182.287.446,33
    % Ribasso di aggiudicazione
    % Rialzo di aggiudicazione
    Note

    1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
    2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
    Itinerario Ragusa-Catania - Collegamento viario compreso tra lo Svincolo della SS 514 di Chiaramonte con la SS 115 e lo Svincolo della SS 194 Ragusana - Lotto 2 - Dallo svincolo n. 3 sulla SP 5 (compreso) allo svincolo n. 5 Grammichele (escluso) (PA896)
    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione esecutiva
    Conferenza servizi
    Conclusa
    Note
    Il Progetto Definitivo è stato redatto in finanza di progetto da un soggetto promotore Società Autostrada Ragusa-Catania S.r.l. (SARC). Con la Delibera CIPE n.1/2020 del 17.03.2020 è stato modificato il soggetto attuatore da SARC ad ANAS ed è stato approvato il progetto definitivo, anche ai fini della dichiarazione di pubblica utilità. La suddetta Delibera, anche ai fini della dichiarazione di pubblica utilità, ha subordinato l’approvazione del progetto esecutivo all’ottemperanza delle prescrizioni nella stessa contenute (n.117 prescrizioni e n.11 raccomandazioni). Il progetto esecutivo ottempera alle sopracitate prescrizioni rilasciate dalla Delibera CIPE 1/2020 e introduce altre modifiche non sostanziali proprie dello sviluppo del progetto esecutivo. Il Commissario Straordinario ha pertanto indetto per il giorno 20.08.2021 la Conferenza di Servizi finalizzata alla localizzazione delle varianti puntuali al progetto definitivo approvato con Delibera CIPE 1/2020 e tale procedura si è conclusa con Determinazione motivata del Commissario del 17.09.2021.
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Progettazione esecutiva Esterno 233.248.215,40 R.T.I. Sintagma S.r.l. (mandataria) - G.P. Ingegneria S.r.l. - Cooprogetti Soc. Coop. – Icaria S.r.l. - Geotechnical Design Group S.r.l. - Omniservice Engineering S.r.l. 08/02/2021 25/03/2022

    AFFIDAMENTO LAVORI
    Soggetto aggiudicatore
    ANAS SpA
    Modalità di selezione
    Affidamento con bando
    Procedura
    Procedura aperta
    Sistema di realizzazione
    Appalto sola esecuzione
    Criterio di aggiudicazione
    Offerta economicamente più vantaggiosa
    Fase progettuale a base di gara
    Esecutiva
    Tempi di esecuzione
    Progettazione
    410 giorni
    Lavori
    1280 giorni
    Data bando
    25/03/2022
    CIG/CUI
    9158561B9E
    Data aggiudicazione
    Tipo aggiudicatario
    ATI
    Nome
    Codice fiscale
    Data stipula contratto
    Quadro economico
    Importo a base di gara(1)
    223.141.981,43
    Importo oneri per la sicurezza
    10.106.233,97
    Importo complessivo a base di gara
    233.248.215,40
    Importo di aggiudicazione(2)
    Somme a disposizione
    42.953.383,29
    Importo totale
    266.095.364,72
    % Ribasso di aggiudicazione
    % Rialzo di aggiudicazione
    Note

    1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
    2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
    Itinerario Ragusa-Catania - Collegamento viario compreso tra lo Svincolo della SS 514 di Chiaramonte con la SS 115 e lo Svincolo della SS 194 Ragusana - Lotto 3 - Dallo svincolo n. 5 Grammichele (compreso) allo svincolo n. 8 Francofonte (escluso) (PA897)
    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione esecutiva
    Conferenza servizi
    Conclusa
    Note
    Il Progetto Definitivo è stato redatto in finanza di progetto da un soggetto promotore Società Autostrada Ragusa-Catania S.r.l. (SARC). Con la Delibera CIPE n.1/2020 del 17.03.2020 è stato modificato il soggetto attuatore da SARC ad ANAS ed è stato approvato il progetto definitivo, anche ai fini della dichiarazione di pubblica utilità. La suddetta Delibera, anche ai fini della dichiarazione di pubblica utilità, ha subordinato l’approvazione del progetto esecutivo all’ottemperanza delle prescrizioni nella stessa contenute (n.117 prescrizioni e n.11 raccomandazioni). Il progetto esecutivo ottempera alle sopracitate prescrizioni rilasciate dalla Delibera CIPE 1/2020 e introduce altre modifiche non sostanziali proprie dello sviluppo del progetto esecutivo. Il Commissario Straordinario ha pertanto indetto per il giorno 20.08.2021 la Conferenza di Servizi finalizzata alla localizzazione delle varianti puntuali al progetto definitivo approvato con Delibera CIPE 1/2020 e tale procedura si è conclusa con Determinazione motivata del Commissario del 17.09.2021.
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Progettazione esecutiva Esterno 200.765.893,59 R.T.I. Sintagma S.r.l. (mandataria) - G.P. Ingegneria S.r.l. - Cooprogetti Soc. Coop. – Icaria S.r.l. - Geotechnical Design Group S.r.l. - Omniservice Engineering S.r.l. 08/02/2021 25/03/2022

    AFFIDAMENTO LAVORI
    Soggetto aggiudicatore
    ANAS SpA
    Modalità di selezione
    Procedura
    Sistema di realizzazione
    Appalto sola esecuzione
    Criterio di aggiudicazione
    Offerta economicamente più vantaggiosa
    Fase progettuale a base di gara
    Esecutiva
    Tempi di esecuzione
    Progettazione
    410 giorni
    Lavori
    1095 giorni
    Data bando
    25/03/2022
    CIG/CUI
    9158650512
    Data aggiudicazione
    Tipo aggiudicatario
    Nome
    Codice fiscale
    Data stipula contratto
    Quadro economico
    Importo a base di gara(1)
    193.218.657,02
    Importo oneri per la sicurezza
    7.547.236,57
    Importo complessivo a base di gara
    200.765.893,59
    Importo di aggiudicazione(2)
    Somme a disposizione
    45.706.117,73
    Importo totale
    238.924.774,75
    % Ribasso di aggiudicazione
    % Rialzo di aggiudicazione
    Note

    1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
    2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
    Itinerario Ragusa-Catania - Collegamento viario compreso tra lo Svincolo della SS 514 di Chiaramonte con la SS 115 e lo Svincolo della SS 194 Ragusana - Lotto 4 - Dallo svincolo n. 8 Francofonte (compreso) allo svincolo della Ragusana (escluso) (PA898)
    STATO DI ATTUAZIONE a cura dell'Autorità Nazionale Anticorruzione (ANAC)
    PROGETTAZIONE
    Livello di progettazione raggiunto
    Progettazione esecutiva
    Conferenza servizi
    Conclusa
    Note
    Il Progetto Definitivo è stato redatto in finanza di progetto da un soggetto promotore Società Autostrada Ragusa-Catania S.r.l. (SARC). Con la Delibera CIPE n.1/2020 del 17.03.2020 è stato modificato il soggetto attuatore da SARC ad ANAS ed è stato approvato il progetto definitivo, anche ai fini della dichiarazione di pubblica utilità. La suddetta Delibera, anche ai fini della dichiarazione di pubblica utilità, ha subordinato l’approvazione del progetto esecutivo all’ottemperanza delle prescrizioni nella stessa contenute (n.117 prescrizioni e n.11 raccomandazioni). Il progetto esecutivo ottempera alle sopracitate prescrizioni rilasciate dalla Delibera CIPE 1/2020 e introduce altre modifiche non sostanziali proprie dello sviluppo del progetto esecutivo. Il Commissario Straordinario ha pertanto indetto per il giorno 20.08.2021 la Conferenza di Servizi finalizzata alla localizzazione delle varianti puntuali al progetto definitivo approvato con Delibera CIPE 1/2020 e tale procedura si è conclusa con Determinazione motivata del Commissario del 17.09.2021.
    Descrizione CIPE Servizio Costo Prog. Interno Importo Lavori Progetto Imp. Gara Imp. Agg. Agg. Nome Data Inizio Data Fine
    Progettazione esecutiva Esterno 315.845.916,26 R.T.I. Sintagma S.r.l. (mandataria) - G.P. Ingegneria S.r.l. - Cooprogetti Soc. Coop. – Icaria S.r.l. - Geotechnical Design Group S.r.l. - Omniservice Engineering S.r.l. 08/02/2021 25/03/2022

    AFFIDAMENTO LAVORI
    Soggetto aggiudicatore
    ANAS SpA
    Modalità di selezione
    Affidamento con bando
    Procedura
    Procedura aperta
    Sistema di realizzazione
    Appalto sola esecuzione
    Criterio di aggiudicazione
    Offerta economicamente più vantaggiosa
    Fase progettuale a base di gara
    Esecutiva
    Tempi di esecuzione
    Progettazione
    410 giorni
    Lavori
    1280 giorni
    Data bando
    25/03/2022
    CIG/CUI
    91587317E9
    Data aggiudicazione
    Tipo aggiudicatario
    ATI
    Nome
    Codice fiscale
    Data stipula contratto
    Quadro economico
    Importo a base di gara(1)
    304.412.784,08
    Importo oneri per la sicurezza
    11.433.132,18
    Importo complessivo a base di gara
    315.845.916,26
    Importo di aggiudicazione(2)
    Somme a disposizione
    64.965.606,66
    Importo totale
    369.378.390,74
    % Ribasso di aggiudicazione
    % Rialzo di aggiudicazione
    Note

    1) Importo dei lavori, esclusi oneri per la sicurezza, ed eventualmente della progettazione e di altri servizi o forniture
    2) Importo dei lavori e degli oneri della sicurezza ed eventualmente della progettazione e di altri servizi e forniture
    NORMATIVA E DOCUMENTAZIONE DI RIFERIMENTO
    Bando di gara ANAS Spa di progettazione del mese di dicembre 2002
    Esito di gara ANAS Spa di progettazione del mese di agosto 2003
    Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Siciliana del 14 ottobre 2003
    Delibera ANAS Spa n. 15 del 3 marzo 2004
    Delibera CIPE 79/2006 del 29 marzo 2006
    Accordo di Programma Quadro del 28 dicembre 2006
    Avviso indicativo di selezione di proposte ANAS Spa del mese di giugno 2007
    Delibera CIPE 51/2007 del 20 luglio 2007
    1° Atto aggiuntivo Intesa Generale Quadro tra Governo e Regione Siciliana del 4 ottobre 2007
    Delibera CIPE 3/2010 del 22 gennaio 2010
    Bando di gara ANAS Spa del mese di marzo 2010
    Delibera CIPE 71/2011 del 22 luglio 2010
    Delibera CIPE 53/2011 del 3 agosto 2011
    Delibera CIPE 62/2011 del 3 agosto 2011
    Decreto-Legge n. 69 del 21 giugno 2013
    Regione Siciliana - DGR n. 284 del 7 agosto 2013
    Legge n. 98 del 9 agosto 2013
    Avviso di aggiudicazione MIT SVCA - GUUE S86 del 3 maggio 2014
    Delibera CIPE 93/2015 del 6 novembre 2015
    Delibera CIPE 94/2015 del 6 novembre 2015
    Delibera CIPE 26/2016 del 10 agosto 2016
    Patto per lo sviluppo della regione siciliana “Attuazione degli interventi prioritari e individuazione delle aree di intervento strategiche per il territorio” tra la Presidenza del Consiglio dei Ministri e la Regione Siciliana del 10 settembre 2016
    Regione Siciliana - DGR n. 301 del 10 settembre 2016
    Delibera CIPE 90/2017 del 22 dicembre 2017
    DL 32/2019 del 18 aprile 2019
    DL 32/2019 del 18 aprile 2019
    Aggiornamento CdP ANAS 2016-2021 del mese di luglio 2019
    Delibera CIPE 36/2019 del 24 luglio 2019
    Delibera 58/2019 (non pubblicata nella GU al 31 ottobre 2019) del 1° agosto 2019
    Delibera CIPE 01/2020 del 17 marzo 2020
    Delibera CIPE 32/2020 del 28 luglio 2020
    Decreto interministeriale MIT/MEF n. 399 del 17 settembre 2020
    Atto del Governo n. 241 - Schema di DPCM recante l'individuazione degli interventi infrastrutturali ai sensi dell’articolo 4 del DL 32/2019 come modificato dall’articolo 9 del DL 76/2020 del 20 gennaio 2021
    DPCM del 16 aprile 2021
    Delibera CIPESS 3/2021 del 29 aprile 2021
    Delibera CIPESS 44/2021 del 27 luglio 2021